CAFFE’ LETTERARI 2021 RHEGIUM JULII Alessandro Masi presenta: Per una storia dei BENI CULTURALI. Dal Medioevo agli anni Duemila, in Italia e nei principali paesi europei

Post in Calabria - Sicilia, Cultura, saggi


Sarà ALESSANDRO MASI, segretario generale della Società Dante Alighieri e storico dell’arte, il primo ospite dei Caffè letterari che si terrà il 12 luglio, alle ore 21:30, presso l’Arena del Circolo del tennis Rocco Polimeni.

Docente presso l’università telematica Uninettuno e la IULM per i master di management dei beni culturali, Masi ha esteso i suoi studi sull’arte italiana dal futurismo alla pop art, con pubblicazioni inerenti la politica e la legislazione culturale nel periodo fascista e nel secondo dopoguerra. Ha scritto: Storia dell’arte italiana 1909-1942 (2007 Edimond), Idealismo e opportunismo della cultura italiana 1943-1948 (2018, Mursia). E’ autore di opere monografiche su Afro, Attardi, Caruso, Cagli, Burri, Fazzini, Guttuso, Mastroianni e di una storia della letteratura futurista dal titolo Zig, Zag, il romanzo futurista (2009, il Saggiatore). Ha pubblicato, inoltre, contributi su Tacchi, Lombardo e Mambor ed è stato consulente scientifico del film Ombre elettriche prodotto da Rai Cultura (2019). Ha ideato la mostra Lucio Fontana.

L’attenzione della serata verrà rivolta al suo nuovo libro Per una storia dei BENI CULTURALI, dal medioevo agli anni duemila: in Italia e nei principali paesi europei (2000, Osanna edizioni), un testo che oltre a porre l’accento sui più importanti beni culturali, si sofferma sulla storia della legislazione predisposta a tutela di un patrimonio di storia e di cultura che è l’orgoglio del nostro Paese.

Dopo il saluto del Presidente del Circolo del tennis e del Rhegium Julii, l’incontro sarà introdotto dalla critica d’arte Maria Antonietta Mamone che sarà collaborata per le interviste dall’ing. Francesco Costantino e dal prof. Franco Prampolini (Un. Mediterranea). 

Da Circolo Culturale “Rhegium Julii”