“Un mese del genere, nel segno dell’arte”

Post in Attualità, Calabria - Sicilia, Cultura

Dal 2 al 9 marzo 2019

L’ANPI aderisce all’iniziative “Un mese del genere, nel segno dell’arte.

7 marzo 2019

Marzo 1946: caduto il fascismo, le donne votano per la prima volta

A Reggio Calabria la storia delle prime Sindache

Oggi, sabato 2 marzo 2019, a Reggio Calabria, all’interno del Castello Aragonese, la Commissione Pari Opportunità e le Assessore del Comune di Reggio Calabria “apriranno” il ciclo delle iniziative e delle mostre “Un mese del genere, nel segno dell’arte”, che dal 2 al 9 marzo, avranno al centro la donna, le donne e l’OTTOMARZO.

Tra le Associazioni che hanno aderito all’appello-invito della Commissione Pari Opportunità, l’ANPI di Reggio Calabria che, al fianco dell’AGEDO e dell’ARCI Gay, ha chiesto ed ottenuto che la Mostra “Adelmo”, che racconta il trattamento riservato agli omosessuali nell’Italia fascista, possa essere vista e visitata in una sala del Castello reggino.

La presentazione della mostra “Adelmo” (realizzata nel 2018 dall’AGEDO Nazionale) e la discussione sugli orrori del nazifascismo è programmata, a conclusione della settimana, per le ore pomeridiane di sabato 9 novembre 2019, nella sala conferenze del Castello.

Al centro della settimana, il giorno prima dell’OTTOMARZO, giovedì 7 marzo 2019, alle ore 17.00, presso la “Sala dei Lampadari” di Palazzo San Giorgio, l’Associazione dei partigiani, la Città Metropolitana e il Comune di Reggio Calabria hanno programmato un’importante iniziativa pubblica per raccontare la storia delle prime elezioni, cui poterono partecipare le donne italiane, escluse da sempre ed in particolare dall’ideologia fascista: le elezioni amministrative del marzo 1946, che videro per la prima volta le donne elettrici e candidate.