Agenti impegnati in un'operazione che ha portato al fermo di due nigeriani, Cliford Idemudia e Goldspower Palmer, per tratta di esseri umani e sfruttamento della prostituzione. Ragusa, 3 novembre 2017. ANSA/ UFFICIO STAMPA POLIZIA DI STATO +++ NO SALES - EDITORIAL USE ONLY +++

Con riferimento alla notizia pubblicata su alcuni organi di stampa secondo la quale al XII Reparto Mobile della Polizia di Stato di Reggio Calabria si sarebbero verificati i primi casi di poliziotti costretti alla quarantena volontaria, giova chiarire che soltanto due operatori sono stati posti in regime di quarantena, come previsto ai sensi dell’ordinanza n. 3 del 8 marzo 2020 della Regione Calabria. I suddetti, provenienti da zone a rischio epidemiologico ove si trovavano per motivi non inerenti al servizio, asintomatici e non infetti, sono stati accompagnati nei luoghi domiciliari ove deve svolgersi il previsto periodo di quarantena, con un mezzo di trasporto per ciascuno. Detti automezzi sono stati immediatamente sanificati dopo l’uso.

Da parte del XII Reparto Mobile di Reggio Calabria sono state recepite ed attuate tutte le misure generali previste dal Ministero della Salute e dagli altri enti competenti. Ogni iniziativa cautelare è stata inoltre adottata di concerto con l’Ufficio Sanitario Provinciale della Questura e con i sanitari del XII Reparto Mobile. Tutto quanto rappresentato non ha influito sulla operatività del Reparto che continua, in totale sicurezza, a garantire l’ordine e la sicurezza pubblica sul territorio a disposizione dell’Autorità provinciale di pubblica sicurezza.