Serra San Bruno è zona rossa, cosa è consentito fare

Post in Attualità, Calabria - Sicilia, Salute

Dalle ore 22 del 14 ottobre, fino a tutta la giornata del 24 ottobre e quindi per un totale di 10 giorni, Serra San Bruno è dichiarata zona rossa. Ma cosa si può fare e non? Qui di seguito le nozioni fondamentali da conoscere e rispettare. Intanto come già anticipato, vengono chiuse tutte le scuole di qualsiasi ordine e grado, mentre il mercato settimanale del giovedì è sospeso.

GLI ESERCIZI COMMERCIALI

Si fermano tutte le attività non essenziali. Restano aperti supermercati, negozi di generi alimentari e farmacie.

Chiusi anche bar, ristoranti, pasticcerie e gelaterie che potranno fare consegna a domicilio e asporto (fino alle 22 e con divieto di consumazione del cibo anche nelle immediate vicinanze). Quindi sarà possibile spostarsi fino alle 22 per comprare cibo da asporto da consumare a casa. 

Chiusi anche i musei, le mostre e le altre attività culturali. Restano aperte le biblioteche su prenotazione e gli archivi.

SPORT

Sospese le attività sportive, tutti gli eventi e le competizioni organizzati dagli enti di promozione sportiva.

Sempre possibile l’attività motoria nelle vicinanze della propria abitazione con mascherina e da soli e l’attività sportiva svolta all’aperto e individualmente, anche con la bicicletta.

SERVIZI E VIAGGI

Sono sospesi tutti i servizi alla persona tranne barbieri, parrucchieri, lavanderie e pompe funebri.

Gli spostamenti verso Comuni diversi da quello in cui si abita sono vietati, salvo che per specifiche esigenze o necessità.