PROVINCIA DI BOLZANO: ORDINE PER LA CACCIATA DEI NON RESIDENTI

Post in Attualità, Italia

LETTERA APERTA

AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 

Oggetto: PROVINCIA DI BOLZANO: ORDINE PER LA CACCIATA DEI NON RESIDENTI

Il Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano Arno Kompatscher in data 12 marzo 2020 ha adottato l’ordinanza numero 8/2020 con la quale si ordinava ai turisti, ospiti, villeggianti e tutte le altre persone presenti sul territorio provinciale non residenti in Alto Adige di rientrare alla propria residenza.

Tale ordinanza modificava la precedente n. 7/2020 del 10 marzo 2020 nella quale il rientro alla propria residenza veniva semplicemente raccomandato.

L’ordine impartito da Arno Kompatscher, oltre alle conseguenze civili, potrebbe avere effetti penalmente rilevanti dato che, rimessa ogni valutazione all’autorità competente, potrebbe integrare il reato di violenza privata ex art. 610 c.p. nei confronti dei singoli che sono stati costretti a lasciare l’Alto Adige. Elemento costitutivo del reato ex art. 610 c.p. è la violenza che può essere impropria, quando si utilizza un mezzo idoneo a coartare la volontà del soggetto passivo annullandone la capacità di azione o determinazione ovvero propria, quando si impiega energia fisica esercitata direttamente o per mezzo di uno strumento.

Tale provvedimento ha scatenato l’indignazione di tantissime persone tanto che, dopo 4 giorni, con ordinanza n. 10 del 16 marzo 2020 Arno Kompatscher ha revocato l’ordine trasformandolo in raccomandazione a rientrare alle loro residenze per tutti coloro che non erano residenti in Alto Adige. L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti, come prima azione, ha inviato una richiesta di chiarimenti sull’adozione delle ordinanze n. 7/2020, n. 8/2020 e n. 10/2020 oltre a una richiesta di accesso per acquisire dati e documenti relativi alla fase istruttoria dell’ordinanza n. 8/2020 del 12 marzo 2020.

Alle SS.VV. in indirizzo si chiede:

  1. quali provvedimenti adotterete nei confronti del Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano Arno Kompatscher visto che alcuni cittadini, spaventati dalle conseguenze, possono aver lasciato la provincia di Bolzano subendo anche danni patrimoniali e non patrimoniali;
  2. di invitare le Forze dell’Ordine a NON ESEGUIRE simili provvedimenti.

 

Cordiali saluti e a leggervi,

Pier Luigi Ciolli Tesoriere della

Associazione Nazionale   Coordinamento Camperisti

50125 FIRENZE via San Niccolò 21

055 2469343 – 328 8169174

A tutti coloro che sono stati costretti a rientrare nella propria residenza in forza dell’ordine del Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano, l’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti mette a disposizione gratuitamente i propri legali di fiducia per le necessarie azioni a tutela dei diritti dei cittadini.

PANDEMIA: documenti, analisi e proposte su http://www.coordinamentocamperisti.it