Poste Italiane dedica un francobollo a Jole Santelli

Post in Attualità, Calabria - Sicilia

Oggi al Senato, presso la Sala Zuccari, è stato presentato il francobollo dedicato alla memoria di Jole Santelli, presidente della regione Calabria, parte integrante della storia di Forza Italia e della politica italiana. Un’iniziativa voluta dal ministero dello Sviluppo Economico che ricorre oggi nel primo anniversario della scomparsa delle Santelli.

Diverse le autorità che hanno preso parte alla cerimonia: la presidente del Senato Maria Alberti Casellati, la presidente di Poste Maria Bianca Farina, il presidente dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Antonio Palma, il viceministro dello Sviluppo Economico, Gilberto Pichetto Fratin, il vicepresidente della Camera, Andrea Mandelli ed il Presidente emerito del Senato, Marcello Pera. La moderazione dell’evento è stata affidata ad Anna La Rosa.

Tra i primi interventi, quello della senatrice forzista Fulvia Michela Caligiuri, anche ella calabrese che ha detto: “Quella di oggi è una giornata che ricorderemo perché si celebra l’impegno di una donna, Jole Santelli, che ha scritto la storia della politica calabrese e nazionale. Con la sua visione, creatività e caparbietà ha sempre difeso la Calabria determinata a farne conoscere le bellezze, la storia e la cultura. A un anno dalla prematura scomparsa, il suo ricordo rimane vivido nella memoria di tutti noi calabresi”.

Poi la parola è a Nino Spirlì, ex presidente facente funzione della Regione: “La giornata di oggi – ha fatto presente – è un giusto riconoscimento a Jole, che oltre ad essere stata il primo presidente donna della Regione Calabria è colei che ha aperto le porte del palazzo alla gente comune, abbattendo muri e palizzate tra le case dei cittadini e le stanze dell’amministrazione della cosa pubblica”.

Il presidente emerito del Senato Marcello Pera ha speso parole commoventi: “A me spetta un compito doloroso e difficile. Perché del dolore non si parla e la difficoltà è palese. Come si fa a parlare di un’amica cara che non voleva mai si parlasse di sé? Come si fa – ha insistito Pera – a parlare di un’amica che rifuggiva ogni complimento e che si nascondeva a qualunque apprezzamento venisse fatto?”. Eppure – ha aggiunto – “Jole è stato un esempio. E la sua vita è stata una vita di testimonianza. Era una tipica militante della Forza Italia delle origini. La bella, buona, brava e seria borghesia italiana”.

Casellati ha concluso la parte del suo discorso in cui aveva tratteggiato la figura di Santelli affermando: “Tu, una rivoluzione importante l’hai incominciata, Jole, e spetta a noi ora proseguire l’opera. Ce lo ricorderà simbolicamente il francobollo che proprio oggi sarà emesso in tuo onore. Un riconoscimento di grande valenza simbolica che per la prima volta viene attribuito ad un politico calabrese, celebrandone il senso civico e l’impegno politico”.