Più valore ai farmacisti nelle strutture sanitarie. Si alla Legge Giannetta.

Post in Attualità, Calabria - Sicilia, Italia

Soddisfatto il Consigliere regionale di Forza Italia che così commenta il voto favorevole dell’assise regionale.

“Finalmente la Calabria si dota di uno strumento normativo, a impatto zero, che valorizza il ruolo del farmacista nelle strutture sanitarie e assistenziali pubbliche e private. Grazie a questa legge – dichiara Giannetta – i medicinali e le terapie non verranno più lasciate a mani inesperte. La gestione e la dispensa dei farmaci saranno di esclusiva competenza del farmacista abilitato”.

“L’adeguamento delle strutture comporterà benefici ai cittadini e al servizio sanitario – continua il Consigliere regionale – perché tutte le azioni saranno più corrette, controllate, e con una migliore aderenza terapeutica e questo comporterà anche economie alle strutture stesse, siano esse pubbliche o private”.

“La legge, infatti – evidenzia Domenico Giannetta – dovrà trovare applicazione in tutti gli istituti di cura calabresi: negli istituti di ricovero, di riabilitazione, nelle residenze socio-sanitarie assistite (RSSA), presso i servizi per le tossicodipendenze (SERT), nelle case protette comunità terapeutiche, negli istituti di cura privati ed in tutte le strutture ove vengano utilizzati i medicinali”.

“Da ciò emerge l’importanza anche del dato occupazionale. L’impianto normativo stabilisce anche i criteri di assunzione dei farmacisti presso le strutture. Intendiamo cosi – conclude Giannetta – contribuire a colmare quella carenza di professionalità in ambito sanitario che mai, come oggi, fa tristemente notizia”.