MAGNA GRAECIA. LE POTENZIALITÀ DEL DOPPIO CAPOLUOGO. N.D.R.: MA LA MAGNA GRAECIA SI ESAURISCE IN SIBARITIDE E CROTONIATE? LE SINEDDOCHE SONO AMMESSE NELLE ISTITUZIONI?

Post in Attualità, Calabria - Sicilia, Italia

Riceviamo

Siamo figli della nobile Sybaris e della gloriosa Kroton! Siamo anche figli dello Jonio e prima d’ogni altra cosa siamo Italiani e si sa, per antonomasia, siamo il Paese dei campanili.

Lanciare quindi un progetto d’area vasta che preveda come condizione, necessaria e sufficiente, l’istituzione di due capoluoghi alla guida della stessa, potrebbe indurre in confusione il pensiero, distratto e poco duttile, di coloro che sono avvezzi a considerare una provincia come il feudo del capoluogo, da sempre identificato come padrone.

Niente di tutto questo!

L’idea progettuale Magna Graecia nasce come abrogazione del concetto localistico, espletandosi in un connubio di città territorio che contribuisce per potenzialità ad inverare il concetto d’area vasta.

Del resto uno dei maggiori limiti della nostra Regione è stato quello di suddividere la stessa in aree provinciali senza tener conto della peculiarità dei territori, delle affinità, creando giganti obesi e spropositati e semiterritori geopoliticamente piccoli ed inconcludenti.

Magna Graecia vuole osare di più!  Aspira ad incedere oltre al becero concetto di steccato dell’orto, sforzandosi di promuovere un’idea d’allargamento condiviso e sussidiario del territorio, riproponendo in chiave moderna e globale i fasti del passato con un pizzico d’impronta personale e non personalistica; non già una banale annessione come qualche miope sguardo vorrebbe vedere.

Ed ecco che il passato si ripropone in tempo moderno. Le antiche Sybaris e Kroton, lasciano spazio alle contemporanee Corigliano Rossano e Crotone, le quali amministreranno rispettivamente l’area Sibarita e l’area Crotoniate ed afferenti propaggini Silane, poiché baricentriche alle relative pertinenze territoriali. Le stesse, con sussidiarietà, genereranno quel sano principio amministrativo non localistico che eleverà l’area vasta della Magna Graecia a modello di riferimento, non solo per la Calabria ma, per il Paese tutto.

Il distaccamento amministrativo, in buona parte già presente nei due designati capoluoghi, non creerà sopruso, furto o vicendevole ruberia alcuna. Genererà, piuttosto, implementazione compensativa, non succursale ma razionale e rispondente alle esigenze d’un territorio, che avrà modificato la geografia amministrativa senza alterare la geoallocazione dei luoghi.

La norma costituzionale prevede operazioni in tal senso, la nostra inoculatezza però ha impedito che progetti di siffatta levatura, ad oggi fossero partoriti.

Ma vento di rinnovamento sta soffiando con conseguente cambio di visuale.

Là dove sorgevano muri e steccati ora s’apre l’orizzonte.

I problemi che attanagliano le due aree, oggi, possono trasformarsi nel grido di dolore d’un solo popolo che si batte e continuerà a battersi per il riconoscimento dei suoi diritti e la riconquista del maltolto. Promuoviamo, quindi, la forza dei due Capoluoghi sui quali graverà l’onere e l’onore di guidare le rispettive aree di riferimento. Inveriamo in chiave moderna il concetto delle Città Stato dell’antica Grecia, ove tutto il territorio diventa città e la periferia si mesce al centro in un’amalgama duratura e consolidata. L’arco jonico non più sobborgo d’Europa, ma centro nevralgico del Mediterraneo.

***********************************************************************

Di redazione Da WIKIPEDIA link

Città della Magna Grecia


Capo Colonna dove sorgeva il tempio ad Era Lacinia

Segue un elenco di città della Magna Grecia, elencate – per comodità di indicizzazione – secondo la regione italiana attuale.

Calabria

Città Data di fondazione Fondata da Città attuale concontinuità d’insediamento Territorio comunale attualeove era situato l’insediamento
Chone VI secolo a.C. Crotoniati
(abbandonata)
Pallagorio
Kaulon VII secolo a.C. Crotoniati
(abbandonata)
Monasterace
Kroton 709 a.C. Achei
Krimisa Città autoctona,poi ellenizzata
(abbandonata)
Cirò e Cirò Marina
Hipponion VII secolo a.C. Locri Epizefiri
Laos VI secolo a.C. Sibariti
(abbandonata)
Santa Maria del Cedro,frazione Marcellina
Locri Epizefiri VII secolo a.C. Locresi
(abbandonata)
Locri e Portigliola
Medma VII secolo a.C. Locri Epizefiri
(abbandonata)
Rosarno
Metauros VII secolo a.C. Zankle
Petelia Città autoctona,poi ellenizzata
(abbandonata)
Strongoli
Rhegion VIII secolo a.C. Calcidesi
Skylletion VI secolo a.C. Crotoniati
(abbandonata)
Borgia
Sybaris 720 a.C. Achei e trezeni
(abbandonata)
Cassano all’Ionio
Tauriana Città autoctona,poi ellenizzata
(abbandonata)
Palmi e Seminara
Thurii 446 a.C. Ateniesi
(abbandonata)
Corigliano-Rossano
Temesa Città autoctona,poi ellenizzata
(abbandonata)
Amantea,frazione Campora San Giovanni
Terina VI secolo a.C. Crotoniati
(abbandonata)
Lamezia Terme o Nocera Terinese

Campania

Città Data di fondazione Fondata da Città attuale concontinuità d’insediamento Territorio comunale attualeove era situato l’insediamento
Dikaiarcheia 531 a.C. Samii
Elea 540 a.C. Focesi
(abbandonata)
Ascea
Kyme 750 a.C. Calcide ed Eretria
(abbandonata)
Bacoli, Pozzuoli
Molpa, Palinuro 540 a.C. Focesi
(abbandonata)
Centola
Parthenope,poi Neapolis VIII secolo a.C. Cumani
470 a.C. Cumani
Pithekoussai 775 a.C. Calcide ed Eretria
(abbandonata)
Isola d’Ischia
Poseidonia 600 a.C. Sibari
(abbandonata)
Capaccio Paestum
Pyxous 470 a.C. Rhegion e Messana
(abbandonata)
Santa Marina,frazione Policastro Bussentino

Basilicata

Città Data di fondazione Fondata da Città attuale concontinuità d’insediamento Territorio comunale attualeove era situato l’insediamento
Herakleia 433 a.C. Taras e Thurii
(abbandonata)
Policoro
Metapontion 630 a.C. Achei
Metaponto(frazione di Bernalda)

Bernalda
Siris 660 a.C. Colofonii
(abbandonata)
Policoro, Rotondella, Nova Siri
Pandosia Città autoctona,poi ellenizzata
(abbandonata)
Tursi,frazione Anglona
Pistoikos ? ?
Obelanon,Troilia ? ?

Puglia

Città Data di fondazione Fondata da Città attuale concontinuità d’insediamento Territorio comunale attualeove era situato l’insediamento
Taras 705 a.C. Spartani
Apeneste VIII secolo a.C. Acarnesi, etoli
(abbandonata)
Mattinata
Argos Hippium Città autoctona,poi ellenizzata
(abbandonata)
Foggia
Canusion Città autoctona,poi ellenizzata
Kallipolis Città autoctona,poi ellenizzata
Silbion Città autoctona,poi ellenizzata