L’UE adatta le reti di trasporto transeuropee per preparare una Brexit “senza accordo”: la presidenza raggiunge un accordo provvisorio con il Parlamento

Post in Attualità, Mondo, Politica

EU adapts trans-European transport networks to prepare for a ‘no-deal’ Brexit – presidency reaches provisional agreement with Parliament

Today, the Romanian presidency reached a provisional agreement with the European Parliament on a proposal to ensure new maritime connections between Ireland and the other EU countries on the North Sea-Mediterranean core network corridor of the Trans-European transport network (TEN-T) in the event that the United Kingdom leaves the EU without a negotiated agreement. The reformulation of the corridor and a limited number of other targeted amendments to the Connecting Europe Facility (CEF) regulation will ensure continuity for infrastructure investments and provide legal clarity and certainty for infrastructure planning. The agreement will now be submitted to member states’ representatives in the Council for endorsement.

The agreement relates to the 2013 CEF regulation, which provides funding for key projects in the transport, telecommunications and energy sectors until the end of the current EU long-term budget in 2020. After that, it will be replaced by CEF 2.0, on which negotiations between the Council and the European Parliament are ongoing.

The agreed text links the ports of Shannon Foynes, Dublin and Cork on the Irish side with Le Havre, Calais and Dunkirk (France), Zeebrugge, Ghent and Antwerp (Belgium) and Terneuzen, Rotterdam and Amsterdam (Netherlands) on that corridor to ensure the EU27 direct link to Ireland.

Investments for security and border check purposes are added to those investments that will be eligible for support in the remaining programming cycle of the CEF.

The draft amending regulation will enter into force 20 days after publication. It will become applicable the day after the 2013 CEF regulation ceases to apply to the UK.

Next steps

The presidency will submit today’s agreement to EU ambassadors at a forthcoming meeting of the Council’s Permanent Representatives Committee. A formal vote in both Parliament and the Council will follow later.

Infrastructure – TEN-T – Connecting Europe (background information from Commission)

Brexit (background information)

Visit the website

 

____________________________________________

Oggi, la presidenza rumena ha raggiunto un accordo provvisorio con il Parlamento europeo su una proposta per garantire nuovi collegamenti marittimi tra l’Irlanda e gli altri paesi dell’UE sul corridoio della rete centrale transeuropea (TEN-T) nel Mare del Nord-Mediterraneo in l’evento secondo cui il Regno Unito lascia l’UE senza un accordo negoziato. La riformulazione del corridoio e un numero limitato di altri emendamenti mirati al regolamento sul meccanismo per collegare l’Europa (CEF) garantiranno la continuità degli investimenti infrastrutturali e fornirà chiarezza e certezza giuridica per la pianificazione delle infrastrutture. L’accordo sarà ora presentato ai rappresentanti degli Stati membri in Consiglio per approvazione.L’accordo riguarda il regolamento CEF del 2013, che prevede finanziamenti per progetti chiave nei settori dei trasporti, delle telecomunicazioni e dell’energia fino alla fine dell’attuale bilancio a lungo termine dell’UE nel 2020. Successivamente sarà sostituito dal CEF 2.0, sul quale negoziati tra il Consiglio e il Parlamento europeo sono in corso.Il testo concordato collega i porti di Shannon Foynes, Dublino e Cork sul lato irlandese con Le Havre, Calais e Dunkirk (Francia), Zeebrugge, Gand e Anversa (Belgio) e Terneuzen, Rotterdam e Amsterdam (Paesi Bassi) su quel corridoio per garantire il collegamento diretto UE27 con l’Irlanda.Gli investimenti a fini di sicurezza e di controllo alle frontiere sono aggiunti agli investimenti che potranno beneficiare del sostegno nel rimanente ciclo di programmazione del CEF.Il progetto di regolamento modificativo entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione. Sarà applicabile il giorno successivo alla data in cui il regolamento CEF del 2013 cessa di essere applicato nel Regno Unito.Prossimi passiLa presidenza presenterà l’accordo di oggi agli ambasciatori dell’UE in una prossima riunione del Comitato dei rappresentanti permanenti del Consiglio. Seguirà un voto formale sia in Parlamento che in Consiglio.Infrastruttura – TEN-T – Connecting Europe (informazioni di base dalla Commissione)Brexit (informazioni di base)Visita il sito