Il Consiglio adotta misure temporanee relative all’iniziativa dei cittadini europei

Post in Attualità, Featured, Mondo, Politica

Oggi il Consiglio ha adottato un regolamento che proroga diverse scadenze legate all’iniziativa dei cittadini europei a causa della pandemia di COVID-19.
Le misure temporanee, che si applicheranno fino alla fine del 2022, offrono agli organizzatori di iniziative più tempo per raccogliere dichiarazioni di sostegno al fine di raggiungere la soglia richiesta di un milione di firme in tutta l’UE.
Per le iniziative in corso l’11 marzo 2020, quando l’Organizzazione mondiale della sanità ha annunciato una pandemia mondiale COVID-19, il periodo di raccolta di un anno è prolungato fino a sei mesi. Per le iniziative che hanno iniziato a raccogliere firme tra l’11 marzo e l’11 settembre, il periodo di raccolta durerà fino all’11 settembre 2021.
La Commissione può estendere ulteriormente il periodo di raccolta delle iniziative, se necessario a seguito di misure di sanità pubblica relative al COVID-19, fino a un massimo di due anni in totale.
Inoltre, il regolamento consente di prorogare i termini per la verifica delle firme negli Stati membri e per l’esame delle iniziative riuscite da parte delle istituzioni dell’UE. Se gli organizzatori di iniziative concordano su ciò, possono partecipare a distanza alle riunioni con la Commissione e il Parlamento europeo e all’audizione pubblica relativa alla loro iniziativa.
Per quanto riguarda le iniziative per le quali il periodo di raccolta, verifica o esame si è concluso dopo l’11 marzo, le scadenze sono prorogate con effetto retroattivo.
sfondo
Ai sensi dei trattati dell’UE, la Commissione europea ha il diritto esclusivo di iniziativa legislativa, con eccezioni solo in alcuni settori.
L’iniziativa dei cittadini europei è uno strumento di democrazia partecipativa che consente a un milione di cittadini dell’UE di almeno un quarto degli Stati membri di invitare la Commissione a proporre un atto giuridico nei settori in cui ha il potere di farlo.
In caso di successo di un’iniziativa dei cittadini europei, la Commissione è tenuta a fornire la propria risposta in una comunicazione che esponga le sue conclusioni giuridiche e politiche sull’iniziativa, le eventuali azioni che intende intraprendere e i motivi per cui adottare o meno prendere l’iniziativa.
Misure temporanee relative all’iniziativa dei cittadini europei
Visita il sito Web