GEOPOLITICA TRA SPLENDIDO ISOLAMENTO E BREXIT.

Post in Attualità, Cultura, Mondo, Politica, saggi

LA GRAN BRETAGNA FACEVA PARTE DEL BLOCCO CONTINENTALE MA IL CAPRICCIO DI MOVIMENTI TELLURICI LA STACCO’ DALL’EUROPA CREANDO COSI’ LA CONDIZIONE DI UN ISOLAMENTO CHE IL RESTO DEL MONDO LO DEFINI’ SPLENDIDO. INFATTI NON ESISTE UN CONFINE MIGLIORE DEL MARE CHE PROTEGGE DA GUERRE DI INVASIONE AL CONTRARIO DELLE POTENZE CONTINENTALI CHE NON POSSONO FARE A MENO DI INVESTIRE INGENTI SOMME PER ORGANIZZARE ESERCITI MILITARI ATTI A DIFENDERLE DAGLI SCONFINAMENTI.STORICAMENTE IL REGNO UNITO COSTITUI’ IL PRIMO IMPERO -STATO UNITARIO COMPOSTO DA TRE NAZIONI (INGHILTERRA,SCOZIA E GALLES) A CUI SI AGGIUNSE UNA PARTE DEL NORD IRLANDA.IL 55% DEGLI SCOZZESI NEL REFERENDUM DEL 2016 HA VOTATO PER RIMANERE NEL REGNO UNITO MA DESIDERANDO DI MANTENERE LA LORO SOVRANITA’ E INDIPENDENZA SENZA PERO’ USCIRE DALL’UNIONE EUROPEA.QUESTO DILEMMA INCONTRA NOTEVOLI DIFFICOLTA’ PER ESSERE RISOLTO PERCHE’ L’UNIONE EUROPEA NON E’ FAVOREVOLE AI MOVIMENTI POPULISTI INDIPENDENTISTI.IL MARE CON IL SUO ORIZZONTE INDETERMINATO INFIAMMO’ L’ISTINTO DI CONQUISTA DI QUESTO POPOLO INSULARE ED APRI’ FACILI VIE PER I COLLEGAMENTI COMMERCIALI.L’ESPERIENZA STORICA DOVREBBE QUINDI TRANQUILLIZZARE I SUDDITI DI SUA MAESTA’ SE L’INVASIONE DELL’ISOLA E’ RIUSCITA SOLO IN PARTE AL  GENERALE CORSICO NAPOLEONE CHE DISPONEVA DI UN POTENTE ESERCITO E DI UNA SMISURATA AMBIZIONE.DOPO LA DISFATTA DI WATERLOO NAPOLEONE FU CONSEGNATO AGLI INGLESI E CONDOTTO IN ESILIO NELL’ISOLA DI SANT’ELENA  DOVE SI SPENSE IL 5 MAGGIO 1821.

LA CAOTICA USCITA DELLA GRAN BRETAGNA DALL’UNIONE EUROPEA DA MOLTI STUDIOSI POLITICI NON E’ DA ATTRIBUIRSI SOLAMENTE ALLO SPLENDIDO ISOLAMENTO MA E’ UNA QUESTIONE DI GEOPOLITICA-ECONOMICA RIGUARDANTE LA SUA DISUGUAGLIANZA PER LE LOTTE INTERREGIONALI CHE ANCORA CREANO A LONDRA GROSSI PROBLEMI.  L’ITALIA DOPO IL GOVERNO DI MAIO- SALVINI  STA ASSISTENDO AD UN IMBARBARIMENTO DEL SENTIMENTO DEL CONFINE MARINO E TERRESTRE TALE CHIUSURA E’ SPESSO XENOFOBA O ADDIRITTURA RAZZISTA. LA STRATEGIA DELLA PAURA DEI PORTI CHIUSI PER EVITARE SBARCHI CLANDESTINI DENOTA CHE LO SGANGHERATO CARROZZONE DELLA COPPIA SALVINI-DI MAIO HA PERDUTO DIGNITA’; NON SI PUO’ IN CORO URLARE PRIMA GLI ITALIANI, E’ FINITA LA PACCHIA. PER LA LORO SALVEZZA MATERIALE E MORALE FAREBBERO BENE AD INVERTIRE LA MARCIA DEL LORO CAMMINO POLITICO-SOCIALE. COSA DOVREBBERO FARE? IMITARE, NATURALMENTE, GUIDATI DA ILLUMINATI PRELATI COME AD ESEMPIO DON PRIMO MAZZOLARI CHE HA SEMPRE PENSATO,PARLATO E SCRITTO EVANGELICAMENTE. NEL VANGELO EGLI HA SCOPERTO TUTTO DEI POVERI CHE HANNO LA PRECEDENZA PERCHE’ SONO GLI ULTIMI. I POVERI,NONOSTANTE QUEL CHE SI INVENTA DI LORO SONO I DEFRAUDATI.L’EBREO GESU’ E’ NATO POVERO,E’ VISSUTO POVERO,HA PARLATO ED E’MORTO NUDO SULLA CROCE.IL RESTO E’ ACCADEMIA. GESU’ VA SEMPRE IN CERCA DI UNA CREATURA CHE SI PERDE. LA SALVEZZA E’ UNA MANO CHE AFFERRA UN’ALTRA MANO:UN PASSO CHE SI ARRESTA QUANDO UN ALTRO SI ARRESTA:UN PASSO CHE SI AFFRETTA SE L’ALTRO SI AFFRETTA. PER SALVARCI DIO SI E’ FATTO UOMO E SI E’ LASCIATO CROCIFIGGERE. SI E’ LASCIATO BACIARE I PIEDI DA UNA DONNA PERDUTA E ATTENDERE UN’ALTRA, LA SAMARITANA, PRESSO LA FONTANA DI SICAR CHE GLI DICE:COME MAI TU CHE SEI GIUDEO  CHIEDI A ME, SAMARITANA, DA BERE?…NON E’ VERO CHE I POVERI NON DANNO NIENTE AI RICCHI. METTERE SU CASA CON LORO E’ UN DONO CHE SOLO ESSI CI POSSONO REGALARE.LA SAMARITANA E ZACCHEO,CAPO DEGLI ESATTORI DELLE IMPOSTE A GERICO AI TEMPI DI CRISTO CHE LO RICEVETTE A CASA SUA E DISTRIBUI’ LA META’ DEI PROPRI BENI AI POVERI, E’ STATO SCRITTO DA DON PRIMO MAZZOLARI NEL 1943.LA CENSURA ECCLESIASTICA DA QUESTO TRATTATO HA TOLTO 45 PAGINE.MI APPELLO A PAPA FRANCESCO CHE NON HA PAURA DI DIVULGARE IN MODO INTEGRALE SCRITTI DI RIPORTARE ALLA LUCE QUESTE PAGINE ANCHE SE GLI INTEGRALISTI CATTOLICI ANCORA AVANZANO RISERVE. PER CAPIRE LA MESCOLANZA DEI POPOLI E DEI RECIPROCI VANTAGGI CHE SERVONO A RAFFORZARE LE ETNIE E’ SUFFICIENTE  OSSERVARE IL CONTRASTO TRA IL TIPO INGLESE ALTO, BIONDO, CON GLI OCCHI AZZURRI CHE PREVALE NELLA PARTE ORIENTALE DELLA GRAN BRETAGNA E L’ALTRO TIPO TENDENTE AL BRUNO CON CORPORATURA TOZZA PRESENTE SOPRATTUTTO NELLA PARTE OCCIDENTALE E NELLE CITTA’ INDUSTRIALI CHE RICORDA L’ANTAGONISMO CHE OPPOSE GLI ANGLI E I DANESI AI CELTI PRIMA DELL’UNIFICAZIONE COMPIUTA NEL 1066 DA GUGLIELMO IL CONQUISTATORE.A QUESTI DUE CONTRASTI SI AGGIUNGONO NUOVE ETNIE PROVENIENTI DAI CONFINI DI UN IMPERO CHE LA GRAN BRETAGNA EDIFICO’ NELLA SUA EPOCA PIU’ GLORIOSA DI CONQUISTE.FINO AGLI ANNI 80 I NUOVI EMIGRANTI HANNO TROVATO UN “POSTO AL SOLE” PERCHE’ GLI INGLESI SONO STATI DISPOSTI AD ACCETTARE “L’INVASIONE” MA SEMPRE NEL RISPETTO DELLA LIBERTA’ DEL SINGOLO.A TALE PROPOSITO OSCAR WILDE DICEVA:QUI SULLE STRADE SI PUO’ FARE DI TUTTO PURCHE’ NON SI DISTURBINO I PASSANTI E NON SI IRRITINO I CAVALLI. L’INGHILTERRA ODIERNA RICCA,COLTA E MULTI ETNICA E’ AFFOLLATA DA GIOVANI DI TUTTO IL MONDO PER IMPARARE LA LINGUA E SOGNANDO DI OTTENERE QUALCHE BORSA DI STUDIO NEGATA IN PATRIA E DI FARE CARRIERA NELLE ATTIVITA’ INTRAPRESE.LA STORIA,I COSTUMI,LO STILE DI VITA DELLE DIFFERENTI POPOLAZIONI DA CUI E’ NATA LA REALTA’ ODIERNA CI CONDUCONO ALLA RIFLESSIONE  PER COMPRENDERE L’AMORE CON CUI” I DIVERSI INVASORI” SI PRESERO CURA DI QUESTA GRANDE ISOLA. (Virginia Iacopino studiosa di geopolitica e di critica storica delle religioni)

Charles De Gaulle quando discuteva con i politici del governo britannico aveva l’impressione di cogliere in flagrante dei vecchietti che uscivano dai bordelli aggiustandosi la cravatta per darsi un contegno cioè a dire trovavano scuse per tutto.Gli inglesi quando vincevano le battaglie gridavano:viva Sua Maestà,quando le perdevano licenziavano colui che ritenevano responsabile della sconfitta. Secondo Marx il dispotismo del capitale e la schiavitù del lavoro contribuirono a far raggiungere il grande sviluppo della Gran Bretagna. Dopo la crisi del 1997 la monarchia ha recuperato prestigio tornando ad essere simbolo dell’unità nazionale nel paese lacerato dal referendum del 2016 questo perché la monarchia divenne più trasparente. La famiglia reale aprì le porte della sua vita privata ai documentaristi. Questa scintilla avvenne dopo la tragica morrte di Diana sposa del principe Carlo e amante di Camilla,sua prima fidanzata non gradita a corte, con cui condivideva l’amore per la natura e le galoppate-Nel messaggio di Natale del 2004 la regina affrontò la questione dell’immigrazione invocando la parabola del buon Samaritano senza dare importanza alla razza,alla religione,al colore della pelle perchè c’è solo da guadagnare nell’aprirsi agli altri .E’ quanto afferma Graig Prescott direttore del centro per il parlamento e il diritto pubblico presso l’università di Winchester. Cosa riserverà la geopolitica internazionale del futuro? E’ difficile prevederlo.L’ordine mondiale odierno è costituito dall’alleanza tra Stati Uniti e Regno Unito che vinsero la seconda guerra mondiale ma il secondo si indebitò fortemente nei suoi anni di scontro con la Germania fascista e in più iniziò la guerra fredda con l’Unione Sovietica.I britannici sono,generalmente,in disaccordo su tutto ma concordano che Trump sia cafone e condividono con lui che la crescita cinese in tutti i settori sia una minaccia per la sicurezza internazionale ma non intendono ad inimicarsi con essa con cui cercano di sviluppare proficue relazioni economiche che dopo la rivoluzione di MAO TSE TUNG non si arrestò nella sua crescita e assicurò una vita migliore a milioni di cinesi senza però terrorizzare come fa Trunp. L’inchiesta giornalistica di Audrey Parmantier apparsa sul Fatto Quotidiano del 29.7.2018 afferma:ora che la Brexit divide nuovamente le due Irlande riecco i fantasmi del passato e ricomincia la rissa per il confine.La preoccupazione degli irlandesi del nord favorevoli a restare nell’Unione Europea è la perdita dei finanziamenti dell’Unione. E’ un duro colpo per chi vive al confine. Si riaccenderà la guerra civile,i protestanti unionisti vicini alla corona britannica si opporranno ai nazionalisti repubblicani favorevoli alla riunificazione delle due Irlande come si chiedeva nel conflitto (1968-98) che apportarono disordini politici.Gli inglesi penseranno sempre di essere superiori agli altri,si sentono superiori perfino ai francesi. Oggi dobbiamo combattere contro il nazionalismo. I controlli a ripetizione ai due lati della frontiera stanno facendo fuggire i pescatori di allevamento di cozze e così avviene anche per gli agricoltori.Edoardo Boria geografo al dipartimento di scienze politiche dell’università La Sapienza di Roma consigliere scientifico di Limes scrive:alla faccia dell’integrazione europea,quando si immagina una rivalità sul continente ne vengono in mente parecchie,e nessun popolo ne è privo:tra francesi e tedeschi,tra polacchi e russi,cechi e slovacchi,portoghesi e spagnoli.Se poi si esce dalla terra ferma e si considerano anche gli inglesi,allora non c’è chi nella storia moderna non l’abbia avuto con loro. E’ un principio della politica inglese pretendere tutto dagli alleati, ma non fare nulla per essi. Un alleato non è mai per l’Inghilterra un amico di uguali diritti, ma soltanto un lavoratore a giornata o un mercenario,-che essa paga con i suoi sussidi. I trattati rimangono solo sulla carta e non le impediscono,ogni volta che le fa comodo,di ritirarsi nel suo isolamento.Dante (Paradiso XIX 121-123)diceva:lì si vedrà la superbia che accende dismodata sete di dominio/che rende scozzesi e inglesi folli/così che non sopportano di rimanere entro i propri confini. Mi chiedo:cosa scriverebbe Dante per la penosa gestione di Theresa May e il caos politico istituzionale che dopo il referendum ha innescato una spirale che sta travolgendo regole e consuetudini plurisecolari? Ciò ce lo spiega Antony Cartwright,-autore del romanzo “Il taglio”, la politica inglese è concentrata sul divorzio dall’Unione Europea invece di risolvere i problemi che l’hanno causato. E’ stato un errore di calcolo politico indire un referendum nella presunzione di andare sul sicuro.