Dietro la crisi tedesca c’è l’evidente e interessata strategia americana di rompere l’unità dell’Ue

Post in Attualità, Economia Finanza Leggi, Mondo, Politica

Le previsioni di crescita dimezzate, la frenata dell’industria, la corsa alle nazionalizzazioni, il crollo dell’export, il fallimento dei progetti di maxi-fusioni. E poi: le crescenti difficoltà del settore bancario, l’ascesa dell’estrema destra, la competizione con la Cina, le tensioni con gli Stati Uniti su commercio, spese militari, approvvigionamento energetico e la grande sfida tecnologica del 5G. Da qualsiasi punto ci si metta ad osservarla – geopolitico, industriale, finanziario, sociale o economico – quella che da Berlino si impone su tutti gli Stati europei è una grande questione: la “questione tedesca”, come solo pochi giorni fa l’autorevole rivista statunitense Foreign Affairs titolava un lungo articolo in cui sono messi in discussione gli equilibri geopolitici ereditati dalla Seconda Guerra Mondiale.

Leggi tutto