COVID-19 – Il Consiglio dà il via libera al sostegno del bilancio dell’UE: a disposizione degli Stati membri 37 miliardi di €

Post in Attualità, Featured, Mondo, Politica

Oggi, gli ambasciatori dell’UE hanno concordato la posizione del Consiglio su due proposte legislative che libereranno fondi per affrontare gli effetti dell’epidemia di COVID-19. Data l’urgenza della situazione, entrambe le proposte sono state approvate senza modifiche.
La cosiddetta Coronavirus Response Investment Initiative metterà a disposizione degli Stati membri 37 miliardi di € di fondi di coesione per far fronte alle conseguenze della crisi. Nel 2019 saranno liberati circa 8 miliardi di euro di liquidità da investimenti da prefinanziamenti non spesi per programmi nell’ambito del Fondo europeo di sviluppo regionale, del Fondo sociale europeo, del Fondo di coesione e del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca. La misura fornirà inoltre l’accesso a 29 miliardi di euro di finanziamenti strutturali in tutta l’UE per il 2020. Le spese per la risposta alle crisi saranno disponibili dal 1o febbraio 2020.
Le nuove misure aiuteranno le PMI ad alleviare gravi carenze di liquidità a causa della pandemia, nonché a rafforzare gli investimenti in prodotti e servizi necessari per rafforzare la risposta alle crisi dei servizi sanitari. Gli Stati membri avranno anche una maggiore flessibilità nel trasferire fondi tra programmi per aiutare le persone più colpite.
Gli ambasciatori dell’UE hanno inoltre approvato senza emendamenti una proposta legislativa per estendere il campo di applicazione del Fondo di solidarietà dell’UE per coprire le emergenze di sanità pubblica. Il fondo è stato inizialmente istituito per aiutare gli Stati membri e i paesi in via di adesione a far fronte agli effetti delle catastrofi naturali. Includere emergenze sanitarie pubbliche consentirà all’Unione di aiutare a soddisfare i bisogni immediati delle persone durante la pandemia di coronavirus. L’obiettivo è integrare gli sforzi dei paesi interessati.
Prossimi passi
Il Parlamento europeo dovrà ora concordare la sua posizione sulle nuove misure. Una volta raggiunto un accordo, il Consiglio dovrebbe adottare le misure mediante procedura scritta.
Proposta di regolamento relativo all’iniziativa di investimento sulla risposta al coronavirus
Proposta di regolamento che estende il campo di applicazione del Fondo di solidarietà dell’UE
Visita il sito Web