Coronavirus, primo caso a Serra San Bruno

Post in Attualità, Calabria - Sicilia, Salute

di Bruna Maria Antonia Primerano

Sale a undici il numero dei contagiati in provincia di Vibo mentre si aggrava la situazione nel comune di Dinami

La persona contagiata si era recata nei giorni scorsi presso l’ospedale “San Bruno” già con febbre ed ulteriori sintomi che avevano insospettito i sanitari, i quali avevano effettuato i primi esami diagnostici e anche il tampone per il covid-19 come previsto dai protocolli. I primi due tamponi avevano dato esito negativo, fino al terzo, di questo oggi, che nella tarda serata ha dato riscontro positivo: è coronavirus. Il paziente non ha dato segni di miglioramento nel periodo di isolamento presso l’ospedale e nella ricostruzione delle sue ultime settimane, è stato possibile venire a conoscenza del fatto che ha partecipato ad un funerale, prima ancora che ci fosse l’imposizione dei divieti di celebrazioni religiose e la chiusura delle chiese.

Si registra così il primo caso a Serra San Bruno, il terzo nella giornata del 20 marzo dopo quelli confermati a Piscopio e l’undicesimo nella provincia di Vibo Valentia.

Situazione critica nel comune di Dinami dove un medico di Rosarno, che aveva un ambulatorio proprio nel paese delle serre vibonesi, è risultato positivo al Covid-19. Si cerca di ricostruire anche qui la catena dei suoi spostamenti e dei suoi contatti. Intanto il Sindaco Gregorio Ciccone ha emesso già una ordinanza restrittiva.

Si attendono ad ogni modo aggiornamenti nelle prossime ore e sicuramente nuovi provvedimenti ancora più stringenti per contenere i contagi in entrambi i comuni.

Rimane l’obbligo di rimanere a casa e di uscire solo ed esclusivamente per estrema necessità.