Centro Coordinamento Soccorsi (C.C.S.) Misure organizzative per affrontare l’emergenza epidemiologica COVID-19.

Post in Attualità, Calabria - Sicilia

Nella mattinata di oggi 11 marzo si è tenuta presso l’Auditorium dell’Istituto di Istruzione Superiore “S. Pertini – E. Santoni” di Crotone una riunione, coordinata dal Prefetto Dott.ssa Tiziana Tombesi, del Centro Coordinamento Soccorsi (C.C.S.), a carattere operativo ed organizzativo con l’obiettivo di promuovere e pianificare le misure necessarie per affrontare l’emergenza epidemiologica COVID-19 da applicarsi a tutela della salute pubblica fra tutti i soggetti a vario titolo coinvolti.

Il suddetto incontro, cui hanno partecipato l’U.O.A. di Protezione Civile della Regione Calabria, il Comando Militare Esercito Calabria, le Forze dell’Ordine, la Capitaneria di Porto, Vigili del Fuoco, la Direzione Sanitaria dell’A.S.P., i Servizi essenziali, Anas, Rete Ferroviaria Italiana, Croce Rossa Italiana, Camera di Commercio, Confindustria, l’Ordine dei farmacisti, le Organizzazioni Sindacali, nonché i Comuni Capofila dei Centri Operativi Misti, ha avuto lo scopo di monitorare l’applicazione delle procedure diramate a livello nazionale dal Presidente del Consiglio dei Ministri con DPCM del 9 marzo u.s.

In particolare, sono state condivise le misure in atto vigenti disposte con i vari DPCM succedutisi, da ultimo quello del 9 marzo u.s., registrando una fattiva collaborazione di tutti gli Enti presenti, mentre il Prefetto e il rappresentante dell’ASP di Crotone hanno evidenziato la necessità di implementare le misure organizzative nel caso in cui si verifichi un’ulteriore diffusione del virus in questa provincia.

E’ stata anche richiamata l’attenzione dei comuni capofila COM presenti in qualità di coordinatori e portavoce dei Comuni della provincia al fine di verificare la dotazione organica e strumentale delle sedi COM per consentire un’ottimale gestione dell’emergenza.

Le  Forze dell’ordine hanno sottolineato il proprio incisivo impulso, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, anche mediante azioni di ricostruzione della filiera di coloro i quali sono rientrati nella provincia di Crotone negli ultimi giorni, nonchè mediante azioni sinergiche e coordinate riscontrando una ottima risposta di collaborazione da parte dei cittadini circa il puntuale rispetto delle attuali regole, seppure a carattere restrittivo.

Infine, il Prefetto ha ribadito che le principali indicazioni da fornirsi alle istituzioni, sono relative alla necessità di collaborare in maniera sinergica e di organizzare la propria attività affinchè vi sia una corretta e completa informazione alla cittadinanza e soprattutto sottolineando l’esigenza che i comuni siano prossimi alle persone più fragili.

Per quanto riguarda l’organizzazione, il Prefetto ha evidenziato altresì la necessità di garantire i servizi essenziali alla popolazione, procedendo anche alla turnazione del personale interessato nel caso in cui si verifichi una situazione di elevato contagio, con l’auspicio che tale evenienza non accada.

La Direzione Sanitaria dell’A.S.P. ha riferito che è in fase di predisposizione di un piano di intervento a supporto dei cittadini con la predisposizione di un numero verde ad hoc nonché di una email per ogni eventuale segnalazione.

L’addetto Stampa

Il Capo di Gabinetto