Bova Marina – APPROVAZIONE BILANCIO E PIANI DI INTERVENTO

Post in Area Grecanica, Attualità, Calabria - Sicilia, Italia

APPROVAZIONE DEL BILANCIO

Silvio Cacciatore: Nello scorso consiglio comunale di venerdì è stato fatto un importante passo avanti per la comunità di Bova Marina. Infatti, l’approvazione del bilancio, avvenuto dalla sola maggioranza, ci consente di poter operare da subito per risolvere molte criticità, legate sia all’emergenza di questi mesi che ad annose problematiche che ci trasciniamo dietro ormai da anni. Abbiamo voluto infatti anticiparne l’approvazione che, a causa del coronavirus, era stata ex-lege posticipata al 31 luglio, proprio per avviare quei lavori e quegli interventi da noi programmati per il 2020. Questo ci consente altresì di non fermare la macchina amministrativa, sbloccando i lavori sulla rete idrica, fognaria, stradale, interventi per la videosorveglianza e molto altro.

SOLLECITAZIONI DELLA CORTE DEI CONTI

Negli scorsi mesi La Corte dei Conti ci ha chiesto di intervenire in maniera massiccia sulla regressa situazione debitoria dell’ente e sulle gravi irregolarità contabili dovute alle precedenti gestioni, anche commissariali. Deve essere chiaro ai cittadini, infatti, che molte delle nostre scelte sono purtroppo subordinate ai tanti errori del passato.

I PIANI APPROVATI

Ne risentono di questo sia la nostra attività di programmazione che gli altri provvedimenti da noi approvati in consiglio, come il “Piano delle Alienazioni e Valorizzazione del Patrimonio Immobiliare”, al fine di operarne il riordino ed avviarci ad un sempre maggiore risparmio economico di gestione; il “Piano Triennale delle Opere Pubbliche”, che al suo interno prevede solo gli interventi già finanziati per il 2020 superiori a 100mila euro, oltre ai diversi interventi previsti di importo inferiore; il “Piano Aree Peep – Pip”, che riguarda Qualità e Quantità di Aree e Fabbricati da destinarsi alla residenza ed alle attività produttive e terziarie, ad oggi mai realizzato a Bova Marina, poiché mancante di un piano attuativo, e comunque legato ad un Piano Strutturale Comunale che ancora non ha visto la luce dopo 10 anni; il Regolamento sulle Rateizzazioni, proposto dall’amministrazione comunale ed approvato all’unanimità dal Consiglio; il Regolamento Generale delle Entrate Comunali; le agevolazioni per il servizio idrico, e molto altro.