Bosnia-Erzegovina: il Consiglio adotta conclusioni e si compiace per il protrarsi della presenza dell’operazione EUFOR ALTHEA

Post in Attualità, Mondo, Politica
  1. Il Consiglio ribadisce il suo inequivocabile impegno a favore della prospettiva europea della Bosnia-Erzegovina come paese unico, unito e sovrano. Tenuto conto che dalle elezioni generali dello scorso anno, in Bosnia-Erzegovina non sono ancora stati formati governi a livello di Stato e di Federazione, il Consiglio rinnova il suo invito alla Bosnia-Erzegovina a procedere senza ulteriore indugio alla formazione del governo e ad avviare i lavori nell’interesse di tutti i cittadini. Il Consiglio ricorda che è necessaria un’effettiva attuazione delle riforme per progredire nel cammino verso l’UE. Inoltre il Consiglio ricorda le sue conclusioni del giugno 2019 in cui ha preso atto del parere della Commissione.
  2. Il Consiglio accoglie con favore il protrarsi della presenza dell’operazione ALTHEA, che a seguito delle revisioni strategiche del 2017 e del 2019 è tornata a concentrarsi sul suo mandato principale, mantenendo la formazione collettiva quale compito dell’operazione. In tale contesto, nel quadro della strategia globale dell’UE per la Bosnia-Erzegovina, il Consiglio conferma la disponibilità dell’UE a portare avanti in questa fase il mandato esecutivo dell’operazione ALTHEA, nel quadro di un nuovo mandato ONU, al fine di sostenere gli sforzi compiuti dalle autorità del paese per mantenere un clima di sicurezza.
  3. Il Consiglio attende con interesse la presentazione, nel 2021, della prossima revisione strategica quale base di discussione con gli Stati membri sui compiti dell’EUFOR e sulle opzioni per il futuro dell’operazione, tenendo conto anche della necessità di sostenere i progressi compiuti dalla Bosnia-Erzegovina nel processo di integrazione nell’UE e senza dimenticare la situazione della sicurezza in loco.
  4. Il Consiglio riconosce l’importanza di proseguire il coordinamento dell’EUFOR ALTHEA con altri attori internazionali sul terreno.
  5. Nello stesso tempo l’UE continua a esortare le autorità della Bosnia-Erzegovina, con il sostegno della comunità internazionale, ad accelerare gli sforzi per quanto concerne lo smaltimento delle munizioni, delle armi e degli esplosivi in eccesso, nonché lo sminamento.

EUFOR ALTHEA

Delegazione dell’UE in Bosnia-Erzegovina

Visitare il sito web