Blinda casa con un sistema di video sorveglianza e ignora l’ordine del Questore – Fuori dal Comune di residenza e in possesso di cocaina

Post in Attualità

La Polizia di Stato denuncia sorvegliato speciale. Blinda casa con un sistema di video sorveglianza e ignora l’ordine del Questore.

Lo scorso febbraio, nell’ambito del controllo straordinario del territorio “Quartieri Sicuri”, i poliziotti delle Volanti, del Commissariato Messina Sud, della Squadra Amministrativa, della Divisione Anticrimine, del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale, avevano effettuato controlli a tappeto per scoraggiare e reprimere le più svariate tipologie di reato.

Nella circostanza, particolare attenzione era stata prestata alla zona sud della città. Numerosi i soggetti identificati, diverse le perquisizioni effettuate e controllate le persone sottoposte ad obblighi di legge.

Era emerso, in particolare, che un soggetto sottoposto a sorveglianza speciale, aveva installato, lungo il perimetro della propria abitazione, un sofisticato sistema di videosorveglianza. Telecamere a infrarossi, ad alta definizione e un sistema attivo h 24 con possibilità di controllo da remoto e da qualsiasi apparecchio dotato di connessione internet, era pertanto in grado di controllare, in qualsiasi momento del giorno e della notte, l’ingresso principale della casa nonché tutte le altre vie di accesso.

Ne era scaturito il provvedimento con il quale il Questore di Messina, dott. Vito Calvino, su proposta della Divisione Anticrimine e del Commissariato Messina Sud della Questura, vietava la detenzione dell’impianto e ordinava la rimozione dello stesso entro e non oltre sette giorni dalla data di notifica.

Ordine disatteso dall’uomo, la cui abitazione è stata nuovamente sottoposta a controllo ieri dai poliziotti del Commissariato Sezionale Messina Sud, con la consequenziale denuncia per inosservanza del provvedimento del Questore nonché per la violazione delle prescrizioni inerenti il regime di sorveglianza speciale.

L’impianto è stato sottoposto a sequestro.

Fuori dal Comune di residenza e in possesso di cocaina. La Polizia di Stato denuncia barcellonese.

Ha precedenti di polizia specifici l’uomo che nei giorni scorsi è stato sorpreso dai poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Barcellona Pozzo di Gotto con un involucro di cellophane trasparente termosaldato contenente 5,2 grammi di cocaina.

L’uomo è stato sottoposto a controllo durante i servizi straordinari anti Covid 19 predisposti su tutto il territorio. Fuori dal Comune di residenza senza giustificato motivo, era già stato sanzionato come previsto dalle norme anti diffusione del Coronavirus.

Un più accurato controllo ha portato al rinvenimento della cocaina e alla denuncia per detenzione di sostanze stupefacenti. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso anche il ritrovamento e sequestro di un bilancino di precisione.