Associazione CambiaMenti: “Alla Calabria serve cambio di passo, in prima linea per vincere le sfide del futuro”

Post in Attualità, Calabria - Sicilia

La Calabria ha la necessità di cambiare passo. Ci sono tanti punti su cui la Regione deve accelerare: dai fondi europei, al settore della logistica, delle infrastrutture, e dei trasporti. Dalla sanità, soprattutto in un momento delicato ed incerto come quello attuale, fino al futuro economico e sociale dell’intero territorio. Lo sa bene l’associazione socio-politica CambiaMenti, nata nel Reggino da pochi mesi, ma già impegnata quotidianamente per il bene comune.                                                                                                           “Dopo il lavoro svolto durante le ultime elezioni regionali che ci hanno visti protagonisti con la candidatura del nostro presidente Roberto Vizzari – si legge in una nota dell’associazione – siamo impegnati nell’osservazione dell’oggi, con lo scopo, domani, di dare un’alternativa socio-politica al territorio, analizzando quelle che sono le istanze, le problematiche e le criticità delle nostre comunità. La nostra volontà è, infatti, quella di risolverle cambiando il modo di approcciarsi alle cose, e proseguendo in un progetto che rimetta al centro le persone e i rapporti umani”.                                                   “Vogliamo affrontare gli obiettivi che ci siamo prefissati – si legge ancora nella nota dell’associazione CambiaMenti – con coraggio ed intraprendenza, convinti di poter rappresentare un vero e proprio laboratorio democratico di condivisione e partecipazione, aperto a 360°. Un percorso ambizioso, quello che vogliamo affrontare, ma non impossibile, Che condurremo con spirito di servizio, con amore verso le nostre città e con speranza nel futuro, trovando, dove serve, il ricambio generazionale, e lavorando secondo il principio della meritocrazia nei mesi che verranno e già a partire dall’appuntamento con le prossime elezioni amministrative, che vedranno interessati molti comuni dell’Area metropolitana dello Stretto, e che ci troveranno in prima linea per la nostra terra, per vincere le sfide del futuro”.