Consiglio Comunale : licenziati definitivamente gli elaborati del Piano strutturale Comunale

Post in Attualità, Calabria - Sicilia, Italia

CSi è riunito sotto la presidenza di Francesco Agostino il Consiglio Comunale di Campo Calabro, assente la consigliera Miriam Idone (Prima di tutto Campo Calabro) ed il consigliere Domenico Idone (Campo Calabro Unita). Le misure anticovid hanno limitato l’accesso al pubblico ai corridoi antistanti la sala delle adunanze  e come al solito la seduta è stata trasmessa in diretta streaming. Sono stati approvati all’unanimità i punti relativi a Ricognizione Periodica delle Partecipazioni Pubbliche,Informazione su Deliberazione   N. 204/2020  Della Corte Dei Conti ,Regolamenti Comunali di Contabilità,Economato e Regolamento Unico Patrimoniale. Circa il punto 6) Tariffe per l’applicazione della Tari Anno 2020 , dopo una breve introduzione del Sindaco che ha rappresentato come l’ammontare della tariffa sia legato principalmente alle quantità di indifferenziato conferito si sono registrati interventi della consigliera Calandruccio che ha sottolineato la necessità di intervenire a sostegno delle fasce deboli con una diminuzione della tariffa  e del consigliere Scopelliti che dando atto del complessivo buon funzionamento del servizio ha ribadito la necessità che Città Metropolitana e Regione Calabria diano compimento alle azioni necessarie a superare quella che è oramai diventata una eterna emergenza. Il Sindaco ha precisato che il comune di Campo è, sia pur nelle difficoltà dei continui fermi impianto, comunque il settimo comune della Città Metropolita fra quelli che hanno registrato le migliori percentuali ed il primo per percentuale di indifferenziata in assoluto fra i comuni che conferiscono all’impianto di Sambatello. Nel dettagliare il piano finanziario il Dirigente dell’Area Economica dr. Romeo ha precisato che la tariffa tiene conto sia dei metri quadri che dei componenti il nucleo familiare. Il punto è stato approvato con l’astensione delle minoranze (Buda,Scopelliti,Calandruccio). Su relazione del Vice-Sindaco ed Assessore alle Infrastrutture Alberto Idone è stato trattato l’ultimo punto riguardantela presa d’atto dell’aggiornamento degli Elaborati del Piano Strutturale Comunale a seguito delle osservazioni del dipartimento urbanistica regione calabria e del nuovo quadro normativo. Idone ha rappresentato la natura e l’incidenza degli adeguamenti che richiesti dalla Regione hanno consentito al Piano di riallinearsi alle mutate norme .Il Piano passa a Regione Calabria per l’approvazione e ritornerà in Consiglio per il definitivo atto di approvazione. Il consigliere Scopelliti ha ripercorso le vicende ultradecennali che riguardano il PSC , dichiarandosi comunque non soddisfatto del percorso che non consente alla politica di fare scelte, costringendola a prendere solo atto di modifiche marginali. In sede di votazione il Sindaco ha dichiarato : ” Ho sentito parlare per la prima volta a 16 anni del Piano Regolatore di questo Comune ; sono passati 50 anni, e Campo Calabro è rimasto, fra liti,revoche,ricorsi,somme ingentissime sprecate, privo di uno strumento per il suo sviluppo. Ci sono momenti in cui una amministrazione deve assumersi la responsabilità di mettere un punto fermo e guardare oltre. I piani dell’una o dell’altra parte sono rimasti decenni bloccati mentre si litigava su una particella, su un giardino di un privato,su interessi particolari. Questo luogo non può più aspettare le eterne mediazioni fra pochi ed è il momento che qualcuno si assuma la responsabilità di fare dei passi in avanti, non dimenticando il lavoro fatto da tutti. Noi abbiamo deciso di assumerci questa responsabilità.” Il punto è stato approvato dalla sola maggioranza con l’astensione delle opposizioni (Buda,Scopelliti,Calandruccio).