Un brand e una storia. La stilista calabrese Azzurra Di Lorenzo, dopo Milano, apre anche a Soverato un atelier d’haute couture

Un brand e una storia. La stilista calabrese Azzurra Di Lorenzo, dopo Milano, apre anche a Soverato un atelier d’haute couture

19.01.2018   21.30  -

 di Maria Drosi - 

           Aveva messo in valigia i colori della sua terra. Li aveva riposti ad uno ad uno. Come preziosi gioielli, donati dalla sua generosa terra. Che, quale madre, ne sa tanti donare.

           Il “verde dell’argilla dai riflessi viola” (L. Repaci ), il giallo del sole per tutte le stagioni, le pennellate del celeste delle sue acque, serene e tempestose, le sfumature dei cieli senza tempo.

            Aveva adagiato anche il chiarore delle sue lune, quando gioca tra i silenziosi uliveti, e i riverberi d’oro delle assolate spiagge di mezza estate, e il grigio rarefatto delle sue scogliere e delle sue vette.

             Li aveva distesi con la tenacia del suo lignaggio, che, quale vento, soffia impavido, nei meandri dei secoli; con la passione dell’adolescenza infuocata; con la fertilità creativa di vergine mente.

             Li aveva miscelati, da esperta alchimista, ad un background di un campo di sapere,  inconsapevolmente assorbito, e di esperienze maturate,  nella piccola merceria di famiglia. Là, dove si era aperta alla vita , tra  festoni, trine e filati: miscellanea incantata, che aveva messo le ali alla sua fantasia e ai suoi occhi, sospesi al confine d’orizzonte.

           E non aveva dimenticato, neppure, di infilare la trama della “semplicità”. Per intuizione di non pensato riflesso della mitica Coco Chanel, quando andava affermando che “la semplicità è la nota fondamentale di ogni vera eleganza”.

 Lei, è Azzurra Di Lorenzo. Ragazza catanzarese. Dallo sguardo lungimirante di precoce saggezza. Di sicura futura eccellenza.

 Lasciava così, la sua Città, la sua Calabria. Destinazione, Milano.

        Milano con le sue fitte, impenetrabili nebbie, le sue luci di ribalta, le sue liturgie di inconfutabile stile e moda, con i suoi fascini, era stata sua “attrazione fatale”.

        Milano, cuore pulsante d’Europa, respiro profondo sul tempo e sullo spazio, l’aveva accolta.

        Milano, città delle prospettive e dello sviluppo; città di incontri e di incognite; “città contemporanea, con l’ambizione di una smarth city”(A.Calabrò), l’aveva adottata.

        E Milano, città “melting pot” – per dirla con  la terminologia coniata da I. Zangwill – , luogo di emancipazione e di impegno, dove l’inclusione sociale è possibile realtà, era diventata sua seconda patria.

        Qui, Azzurra Di Lorenzo, con intraprendente modestia e sorprendente lucidità, imbastiva la sua storia con l’impegno di fashion designer per importanti aziende italiane; qui  iniziava ad inventare e ad intessere con fili dorati, il suo futuro. Dando ragione a Rosa Genoni, poliedrica stilista del Mady in Italy.

        Era l’anno 2011. E lei,  a 26 anni, inaugurava  il suo Atelier nel centro della metropoli lombarda. A pochi metri da Piazza S. Babila, sito storico di richiamo turistico, salotto della borghesia milanese.

        Un esclusivo crogiolo d’Haute couture, di moda sartoriale, che non temeva confronti col Prêt-à porter di prestigiose firme. Il suo Brand, da raffinata stilista, ha nome e volto ; segni identitari, soprattuto, la sua mente creativa, le sue mani laboriose, il suo cuore . Un salotto buono, dove tutto è armonia di luci , di colori, di arredi: note di classe, di ricercata eleganza, di eterea mistica bellezza.

 Lei, che ripete: “Mi sento sospesa tra due mondi: i colori della Calabria e la concretezza del capoluogo lombardo”, mai ambiziosa. Lei, non chiede onori, nella sua dignitosa finezza. E’ il successo che la rincorre.

       Vola a Cannes, per il primo Premio al Concorso The Link; quindi a Catania, per il Premio allo Stile ed Eleganza; ed ancora a Roma, nelle varie edizioni del “World of Fashion”.

       Vola anche in Calabria. Ogni volta che può . E attinge  nelle trasparenze caleidoscopiche della sua terra , le giuste ispirazioni. Ogni volta, è una full immersion appagante alla sua congenialità. Perché “la moda passa, lo stile resta” (C. Chanel) .

       Oggi torna in Calabria per onorare la sua terra  dei doni ricevuti. Per porgere un messaggio chiaro e forte ai giovani come lei: un messaggio di fiducia, di coraggio, di sfida. Che ha il profumo della speranza e dei valori saldi.  Lo espone sabato , 20 p.v., giorno dell’inaugurazione del suo atelier in Soverato, nel centralissimo corso Umberto, dove la vita si snoda nella sua quotidianità solerte e sofferta.

Perché “la moda non esiste solo negli abiti. La moda è nel cielo, nella strada; la moda ha a che fare con le idee, il nostro modo di vivere”. (cit.)                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              

Fashion Designer

Nome aziendaAtelier Azzurra Di Lorenzo

Dateott 2012 – presente 

Durata lavoro5 anni 4 mesi 

LocalitàMilano, Italia

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              

 

 

 

                                                                                                                                                                                                                                                                                             

The core business of the brand is creating Haute Couture dresses for special occasions, from cocktail to wedding, with a particular attention to the Bride.
Azzurra Di Lorenzo's style aims at rediscovering femininity, measured and never ostentatious.
All the brand's creations are the result of carefully stylistic research, a meticulous selection of top rate materials and high attention to sartorial details.
All of these are the typical elements of the Made in Italy tradition, reflecting the designer's passion and creativity.

Il core business* del marchio è la creazione di abiti Haute Couture per occasioni speciali, dal cocktail al matrimonio, con una particolare attenzione alla Sposa.
Lo stile di Azzurra Di Lorenzo punta a riscoprire la femminilità, misurata e mai ostentata.
Tutte le creazioni del marchio sono il frutto di un'attenta ricerca stilistica, una meticolosa selezione di materiali di alta qualità e un'attenzione particolare ai dettagli sartoriali.
Tutti questi sono gli elementi tipici della tradizione del Made in Italy, che riflettono la passione e la creatività del designer.

(*core business: Centro, nucleo principale e tradizionale dell'attività di una grande impresa; estens. il management che lo gestisce)

 

AZZURRA DI LORENZO VIDEO GALLERY

 

                    https://www.azzurradilorenzo.it/videogallery/

Cerca nel sito