BOVA MARINA - PRIMA DI TUTTO UN UOMO di Palma Comandé. La nipote ci porta nel mondo di Saverio Strati

11.12.2017  21:00 - 

Elio Cotronei release -

Intensa settimana letteraria a Bova Marina. Sintomi di un risveglio?

Due giornate memorabili, pietre miliari nel percorso culturale dell'UTE-TEL-B che dura da vent'otto anni: Il Premio Internazionale di Poesia "Delia - Città di Bova Marina" e Il filo di Calliope rassegna poetica in vernacolo con il Ghota dei poeti del versante ionico meridionale della Calabria.

Ora si passa alla prosa e si vola alto. 

Giovedì, 14 dicembre 2017, alle ore 16.00, presso lRSSEC di Bova Marina un'altra serata di letteratura per iniziativa del Comune di Bova Marina.

Si tratta della presentazione del romanzo “Prima di tutto un uomo” di Palma Comandè, (nipote del  noto scrittore calabrese  Saverio Strati), scrittrice nuova nel panorama della letteratura calabrese ma abbastanza smaliziata, sia per la competenza nella progettazione dell’opera che nella puntuale elaborazione delle vicende, sia nello studio accurato dei personaggi che nello stile narrativo naturale, realistico e appassionato.

Relazionerà il prof Santo Scialabba, bovese, scriittore e critico letterario, attento lettore delle dinamiche letterarie del territorio per un momento privilegiato di studio e di approfondimento culturale. L'ntroduzione,   curata dallo scrivente, prof. Elio Cotronei, sarà preceduta dai saluti istituzionali - l'iniziativa è del Comune - della dott.ssa Francesca Anna Maria Crea coordinatrice della Commissione Straordinaria.

L’autrice è  al suo secondo lavoro, aveva già pubblicato “Per coraggio e per paura”.

Ritorna ora prepotentemente alla ribalta. Nelle quasi 350 pagine di questo suo nuovo libro, l’autrice dà voce alle paure, alle sofferenze e alle storie che hanno contribuito a forgiare l’animo di uno dei più grandi scrittori del ‘900 italiano, Saverio Strati, appunto, suo zio.

La sua narrazione è una pinacoteca di immagini. Lei scrive, ma le sue parole dipingono scenari che   si parano davanti agli occhi del lettore, lo coinvolgono, lo fanno sentire dentro i luoghi, le situazioni che hanno caratterizzato  il vissuto dello Strati, dando una testimonianza epocale di una condizione antropologica ed esistenziale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca nel sito