Perchè la Catalogna si è impelagata in una rischiosa disputa con il governo centrale di Madrid visto che nei fatti l'indipendenza essa ce l'ha già?

Perchè la Catalogna si è impelagata in una rischiosa disputa con il governo centrale di Madrid visto che nei fatti l'indipendenza essa ce l'ha già?

26.01.2018  7:45 - 

di Virginia Iacopino - 

ASCOLTA SPAGNA LA VOCE DI UN TUO FIGLIO CHE TI PARLA IN LINGUA NON CASTIGLIANA. PARLO NELLA LINGUA CHE MI HA DATO LA MIA ASPRA TERRA (Catalogna).IN QUESTA LINGUA POCHI TI HAN PARLATO. NELL'ALTRA TROPPI.DOVE SEI SPAGNA? IN NESSUN LUOGO IO TI VEDO! NON SENTI LA MIA VOCE CHE TI PARLA NEL PERICOLO! NON RIESCI PIU' A COMPRENDERE I TUOI FIGLI? ADDIO SPAGNA!...

Il professore Edoardo Boria,geografo,geopolitico,si chiede:

1)perchè la Catalogna si è impelagata in una rischiosa disputa con il governo centrale di Madrid visto che nei fatti l'indipendenza essa ce l'ha già;

2)cosa perderebbe Madrid se già la Catalogna che vive in un mondo tutto suo e sventola gonfaloni e araldiche bandiere di Aragona e Barcellona su cui figurano un pino a tre rami se acquistasse la propria indipendenza,la propria sovranità politica? Risposta:la cosa più preziosa che Madrid perderebbe è una parte del suo territorio.Una sua impietosa amputazione si potrebbe paragonare ad una fetta di formaggio di forma geometrica squadrata rosicchiata nell'angolo alto da un topolino.L'ultima modifica delle sue frontiere è avvenuta  nel 1659 quando la Spagna,a favore della Francia,perse 5.000 chilometri quadrati di territorio di lingua e cultura catalana.Storicamente fu il cattolico Golfredo il Villoso, conte di Barcellona, il fondatore indipendentista della Catalogna.La leggenda lo ritiene discendente dei Visigoti conquistatori di tutta la Spagna.Fu abile guerriero ed abile amministratore del suo regno.Costruì chiese e monasteri fortificati che gli servivano sia per il controllo del territorio che per la difesa contro l'Islam.Destituì i prelati che lo osteggiavano:concesse grossi privilegi a quelli che l'appoggiavano.

Dando un fuggevole sguardo tra i Visigoti molta importanza ebbero:

1)il re ariano Reccardo I che nel 589 si convertì dall'arianesimo al cattolicesimo.L'arianesimo nega la divinità di Cristo in quanto questi non sarebbe stato della stessa natura del padre.Nel nome dell'arianesimo il nazismo tentò il genocidio degli ebrei e l'assoggettamento della" razza" slava.Si ha l'impressione,dai discorsi di alcuni politici,che l'arianesimo stia ritornando di moda.

2)il re Roccaredo riuscì a costituire un solo regno tra visigoti e spagnoli e resse fino a quando l'ultimo suo re Roderico fu sconfitto e ucciso presso Saragozza dagli arabi.Per molti secoli la Spagna fu assoggettata dalla dominazione araba la cui cultura contribuì al risveglio delle città dopo secoli di buio del medioevo.Gli arabi fondarono molti regni.Quando la Spagna musulmana si frantumò in una ventina di regni indipendenti riapparsero i cristiani che ottennero aiuti da tutta l'Europa con lo scopo di respingere totalmente i musulmani a cui non restò che il piccolo regno di Granada.Ferdinando II re di Aragona e Isabella di Castiglia entrambi cattolici con il loro matrimonio (1469)realizzarono l'unione dei regni d'Aragona e di Castiglia.Conquistarono Granada (1492)e cacciarono definitivamente gli arabi che erano autorevolmente superiori sul piano del sapere,delle conoscenze filosofiche,artistiche,scientifiche,chimiche,matematiche rispetto ai cattolici.

L'indipendenza catalana in principio era basata sulle radici storiche e culturali per il mantenimento dell'uso della propria lingua a cui oggi si aggiungono ragioni politiche ed economiche.Le radici del conflitto tra Madrid e Barcellona stanno nell'imposibilità di stabilire un serio equilibrato dialogo che viene paragonato allo scontro frontale tra due treni senza che nessuno vuole o sappia intervenire per evitare il disastro.La Catalogna è sede di 7000 multinazionali.Nel settore dell'auto la Ford,la Nissan e la Wolkswagen hanno investito molto ma le quote di profitti più consistenti non rimangono nel mercato interno.Gli aiuti comunitari hanno dato un forte impulso alla produzione ortofrutticola ma bisogna prestare attenzione perchè molti sono i prodotti agricoli esportati trattati con pericolosi conservanti.Nei mercati italiani vengono comprati agrumi spagnoli invece di consumare i nostri che,in gran parte,vengono lasciati marcire sugli alberi.Questo non sta bene,continua a danneggiare con danni immensi l'Italia meridionale.

Salvini,sulle ormedel separatismo della Catalogna,trascina il suo arruginito obsoleto carroccio ma non si è più schierato con i separatisti catalani questo perchè è controproducente per le prossime elezioni politiche del 4 marzo.Feroci sono i litigi all'interno degli alleati e soprattutto con Giorgia Meloni (plurale di melone il cui fusto è strisciante,ramoso,scabroso..)che definisce il referendum catalano inutile.I "Salvinisti" non solo non sventolano nei loro bivacchi sui campi padani la bandiera catalana ma addirittura hanno volgarmente voltato faccia e c..dando solidarietà al governo spagnolo che ha arrestato molti cittadini che volevano recarsi alle urne.Se prima la Lega faceva parte dell'oppresso ora sta dal lato dell'oppressore.Addio volatilizzato referendum per l'autonomia del lombardo-veneto...Salvini ignora che nei principi fondamentali della costituzione spagnola del 1978 all’art.2 sancisce che la nazione spagnola,patria comune,è indivisibile per cui nessuna parte del suo territprio può erigersi a stato individuale in forma repubblicana.Ignora anche l’art.5 della costituzione italiana che sancisce che la Repubblica è una e indivisibile.

Washington appoggia la causa catalana in chiave anti tedesca in modo da ridurre l’influenza di Berlino.Nella seconda guerra mondiale gli americani intervennero a fianco dei catalani per impedire che la Spagna si tramutasse in una colonia tedesca e italiana.Berlino guarda con preoccupazione alla vicenda spagnola non soltanto per gli interessi economici in Catalogna ma anche per lo spettro del secessionismo bavarese (Heribert Dieter).

Amnesty International, rifacendosi alla spinosa questione del Kossovo,mette in evidenza il pericolo di squilibrio che possono causare gli estremisti catalani per la pacifica convivenza tra le mescolanze culturali.Nel 2014 nell'ambito delle proteste fu fondato il partito di sinistra Podemos sostenitore della democrazia diretta e della difesa dei diritti sociali (lavoro,istruzione,salute) elaborò la teoria di trasformazione sociale dell'eurocomunismo antifascista.Per finire mi piace ricordare la compagna Dolores Ibarruri Gomez detta la Passionaria che è stata attivista antifascista spagnola.Naturalmente fu perseguitata da Franco.Venne arrestata e imprigionata diverse volte.I suoi discorsi appassionati conquistarono e conquistano,specialmente donne,alla causa antifascista.

Cerca nel sito