L'angolo della satira a cura di Cesco Iachino/PICCOLI FUHRER CRESCONO

L'angolo della satira a cura di Cesco Iachino/PICCOLI  FUHRER  CRESCONO

24 giugno 2018      11:12

Posted by Domenico Salvatore-

 

L'angolo della satira

Immagine correlataRisultati immagini per satira crociera

 

PICCOLI  FUHRER  CRESCONO

di Cesco Iachino

" Non decide Aquarius dove finisce la crociera ";  finalmente qualcuno che dica pane al pane con chiarezza; uno squarcio di verità per smentire le "fake news " martellanti, che ci propinano le TV e i giornali tutti i santi giorni; c'è cascato pure Papa Francesco, che continua a parlare di misericordia e accoglienza (circola però sotto traccia qualche voce maliziosa: non può essere vero che Sua Santità, abbia preso una tessera di uno dei tanti ( troppi ) Partiti Comunisti nostrani).

Così Salvini ci ha aperto gli occhi: basta notizie false (però vuoi mettere, "fake news" è una botta d'inglese che fa più cool) ; ma quali barconi, vengono con navi da crociera come quelle che noi, senza    la minima vergogna, facciamo sfilare in laguna a Venezia…; e pare che tra gli ultimi arrivati ci siano due adolescenti, fratello e sorella; lui con quattro carte di credito e il Rolex al polso e lei col beauty case firmato; la mamma li ha accompagnati all'imbarco e ha detto loro "Andate avanti voi che a me mi viene da ridere" ( grande Lini Banfi ).      

Durante quelle "crociere" ogni tanto ci scappa il morto; ma è solo perchè a bordo è sempre festa: movida, discoteca, intrugli di droga e alcool, sballo e magari c'è chi non regge, saggia quindi la decisione di chiudere i nostri porti a cotanta depravazione; e tanto per non fare "figghi e figghistri" resta fuori anche la Trenton della Marina USA, aveva a bordo i corpi di quattordici "crocieristi" pescati freschi, la nave non dispone di celle frigorifere e non potendo attraccare in un porto li ha restituiti al mare.     

Immagine correlata                                                  

In Campidoglio, hanno cose molto più profonde a cui pensare; é passata una mozione, votata anche dai Grillini, per intitolare una piazza a Giorgio Almirante fascista, ex repubblichino e firmatario delle infami leggi razziali; alle prime rimostranze i Grillini si sono affrettati a giustificarsi dicendo di non sapere assolutamente chi fosse Almirante: miscuglio triste di ignoranza e arroganza, se ogni popolo ha il governo che si merita davvero "chisti simu"?                                           

Non si dica, inoltre, che Giorgia Meloni sia fascista, solo perchè presentatrice del documento; ha solo subìto il fascino dell'omonimìa; Giorgia lei, Giorgio lui, un poco di sentimentalismo non guasta.

Alziamo il livello del pensiero; Shakespeare fa dire ad Amleto che "un uomo può pescare col verme che ha mangiato un Re e mangiare il pesce che ha inghiottito quel verme", nella pancia del pescato del "Mare Nostrum" il 7% è plastica, magari mettiamoci pure qualcosina del contenuto del carico di certe navi affondate, omaggio di alcuni disinvolti imprenditori serviti a dovere da "uomini d'onore" nostrani; e vogliamo poi farci scrupolo per un eventuale pezzo ci carne di qualche "crocierista" caduto da una di quelle navi ubriaco o "sballato"?????????? Cesco Iachino

Cerca nel sito