IL PROF. FILIPPO VIOLI HA CONCLUSO LA SUA PARENTESI TERRENA. LASCIA IN EREDITA' UN INESTIMABILE PATRIMONIO CULTURALE. UN IMPEGNO AL TOP PER I CALABRO-GRECI

IL PROF.  FILIPPO VIOLI HA CONCLUSO LA SUA  PARENTESI  TERRENA. LASCIA IN EREDITA' UN INESTIMABILE PATRIMONIO CULTURALE. UN IMPEGNO AL TOP PER I CALABRO-GRECI

1.07.2018   14:00 - 

Elio Cotronei release - 

Il prof. Filippo Violi non è più tra noi. Si è spento ieri lasciandoci un patrimonio di studi, unico, esemplare, esaustivo, nelle numerosissime  pubblicazioni sui Greci di Calabria.

Il prof. Filippo Violi che non ha lasciato niente di inesplorato nel mondo greco-calabro, ha curato in particolare la Rubrica Europa Ellenofona del nostro quotidiano in tempi reali deliapress.it.

Il suo contributo è straordinario e mette di fronte all'esigenza di approfondire le  tematiche oggetto delle sue ricerche prima di proferir parola sul mondo greco-calabro da cui proveniamo

deliapress.it ,  il Premio Internazionale di poesia "Delia - Città di Bova Marina", il C.C.C. (Centro di Coordinamento dei Calabrogreci) di cui era presidente, le associazioni Paleaghenea, Delia, Megali Ellada/Odisseas, Eurito, aderenti, si aggiungono i Cumelca, partecipano al dolore della famiglia, 

avvertono profondamente la grave perdita.

 

***

 

Un intellettuale che ha fornito un quadro permanente su lingua e cultura dei Greci di Calabria

È nato a Bova Marina il 1 settembre 1947, ha insegnato Materie Letterarie negli Istituti di Istruzione Secondaria. E’ stato presidente del XXXI Distretto Scolastico della Calabria.  Nominato Accademico di Grecia e Magna Grecia, è stato Direttore Scientifico dell’Istituto Regionale Superiore di Studi Ellenofoni della Calabria (IRSSEC). Ha conseguito premi e riconoscimenti nel concorso di poesia grecanica “Jalò tu Vùa” vincendo le rispettive sezioni grecaniche negli anni 1989, 1991, 1993. Ha vinto il concorso di poesia internazionale “Delia” per la sezione grecanica nel 1997,  ed è stato vincitore  nel 1996 del “Premio Internazionale di Poesia Italia-Grecia  Febo Delfi”. Ha infine vinto nel 2002 il Premio Internazionale “Nosside” per la poesia in greco calabro, il Premio “Napoleone Vitale”, il Premio “O Nostos”. Nel 2008 ha ricevuo il Premio di Giornalismo, Arte e Cultura “Gigi Malafarina”.  Ha insegnato nell’Università per gli Stranieri e nei corsi alla Provincia.

Presidente del C.C.C. (Centro di Coordinamento dei Calabrogreci), Componente della deputazione di Storia Patria, Componente della Giuria del Premio Internazionale di Poesia  “Delia- Città di Bova Marina.

Ha collaborato alla stesura di numerose tesi universitarie in Italia e all’estero sulle problematiche ellenofone. Suoi articoli ed interviste sono reperibili su: Ta Neéa, I Riza, Calabria Oggi, Il Provinciale, Calabria Ulteriore, Bova-Post, Calabria Sconosciuta, l’Altroaspromonte, Italoellinikà, Ellinikà Minìmata, Katundi Yne, Delia, ecc.. Numerose sono state le conferenze tenute dall’Autore in Grecia ed in Italia intorno alla cultura ed alle problematiche dell’Isola Ellenofona Calabrese. E’ rappresentante delle Associazioni Ellenofone presso il Co.Re.Mi.L. alla Regione Calabria. Alcuni aspetti importanti dei suoi lavori sono rintracciabili nei tanti libri che ha pubblicato, in particolare Anastasi – Canti politici e sociali dei Greci di Calabria.

Le radici della nostra cultura.i Storia Patria

Storia degli studi e della Letteratura popolare grecanica.

Storia e Origini della Calabria Greca.

La Storia e la Letteratura Greca di Calabria: autori e testi

I Glòssa dikìma jà ta pedìa vol. I

Grammatica,  Sintassi e Lessico della lingua Grecocalabra.

Dizionario Grecanico – Italiano - Grecanico

Tradizioni popolari greco-calabre

I Lessici antropo-toponimici di Bova e Palizzi

Quaderni di Cultura Grecocalabra: “A parma” di Bova: Demetra e Persefone?

Quaderni di Cultura Grecocalabra: La poesia adespota dal XI al XVI secolo. I Romeopùlla, I Maria Migdalinì, Viata nnètho. Canti a divulgazione panellenica.

Sui Sentieri della memoria.

Grammatica e Sintassi pubblicata in Atene.

 

 

Bova Marina - Il prof. Filippo Violi dopo decenni di giornalismo, collaboratore prestigioso di deliapress, viene iscritto all'ordine dei giornalisti: doveroso e adeguato riconoscimento

 

10.06.2017   9:30 - 

Elio Cotronei release - 

 Il noto studioso e ricercatore Filippo Violi iscritto all'Ordine dei Giornalisti

 

Una presenza che da prestigio all'OdG calabrese

Il prof. Filippo Violi che non ha lasciato niente di inesplorato nel mondo greco-calabro, cura in particolare la Rubrica Europa Ellenofona del nostro quotidiano in tempi reali deliapress.it.

Il suo contributo è straordinario e mette di fronte all'esigenza di approfondire le  tematiche oggetto delle sue ricerche prima di proferir parola sul mondo greco-calabro da cui proveniamo;  un monito per chi si appropria a parole e disinvoltamente  di discutibili competenze per fini ben noti.

 

Il prof. Violi, nato a Bova Marina, Presidente dell’Associazione Culturale Ellenofona “Odiddeas”, già presidente del XXXI Distretto Scolastico della Calabria e già membro del COREMIL regione Calabria, componente della Deputazione di Storia Patria,  si è distinto nel corso degli anni per la sua indefessa opera in favore della grecità, pubblicando, tra le altre opere, alcuni dei più importanti testi di grammatica, antologia e storia sugli ellenofoni della Calabria, tra cui  I Glòssa dikìma jà ta pedìa, Calabria Letteraria Editrice -Rubbettino, Soveria Mannelli, 2001; Vocabolario grecanico-italiano / italiano grecanico, II edizione riveduta e corretta, esemplificata sul Lessico del Rohlfs e del Karanstasis, con differenze diatopiche dell’area ellenofona, Apodiafàzzi, Bova, 2007; Storia della Calabria Greca con particolare riguardo all’odierna isola ellenofona, Kaleidon, Reggio Calabria, 2006. 2^ edizione; I Nuovi Testi Neogreci di Calabria. vol. I e vol. II, Iiriti editore, Reggio Calabria, 2005; Campioni olimpici dell’antica Magna Grecia, Apodiafàzzi, Bova, 2004; Storia e letteratura greca di Calabria: Autori e Testi, Rexodes-Magna Grecia, RC,  2001;Grammatica, Sintassi e Lessico della lingua grecocalabra, Iriti editore, Reggio Calabria, 2004; Grammatica e Sintassi degli Ellenofoni di Calabria], Camera di Commercio Italo-Greca, Atene 2008

La lista delle pubblicazioni continua.

Bova Marina - Il noto studioso e ricercatore Filippo Violi componente della Deputazione di Storia Patria

28.06.2016 19:09

di Elio Cotronei  -  

Apprendiamo con immenso piacere  del riconoscimento di meriti e dell'ammissione del prof. Violi alla Deputazione di Storia Patria della Calabria.

Oserei affermare un'ammissione  scontata e doverosa visto il suo curricolo di studioso e le sue straordinarie pubblicazioni. 

Una presenza che da prestigio alla deputazione calabrese.

Il prof. Filippo Violi che non ha lasciato niente di inesplorato nel mondo greco-calabro, cura la Rubrica Europa Ellenofona del nostro quotidiano in tempi reali deliapress.it.

Il suo contributo è straordinario e mette di fronte all'esigenza di approfondire le  tematiche oggetto delle sue ricerche prima di proferir parola sul mondo greco-calabro da cui proveniamo;  un monito per chi si appropria a parole e disinvoltamente  di discutibili competenze per fini ben noti.

 

Ecco il comunicato:

Il prof. Filippo Violi, studioso e storico della grecità calabrese, unitamente ad altri soci, è stato ammesso nella Deputazione di Storia Patria della Calabria, come da comunicazione del Presidente della stessa Deputazione che qui si allega: “ho il piacere di comunicarvi che il Consiglio Direttivo della Deputazione di Storia Patria per la Calabria, nella seduta del 26 giugno 2016, valutati i vostri curricula e le pubblicazioni, ha deciso all'unanimità di ammettervi tra i soci aderenti. Nell'augurarvi buon lavoro, vi invito a proseguire negli studi sulla nostra regione e a partecipare nel modo più assiduo possibile alle attività della Deputazione. Cordiali saluti, 

Giuseppe Caridi (Presidente della Deputazione di Storia Patria per la Calabria).

 

Il prof. Violi, nato a Bova Marina, Presidente dell’Associazione Culturale Ellenofona “Odiddeas”, già presidente del XXXI Distretto Scolastico della Calabria e membro del COREMIL regione Calabria, si è distinto nel corso degli anni per la sua indefessa opera in favore della grecità, pubblicando, tra le altre opere, alcuni dei più importanti testi di grammatica, antologia e storia sugli ellenofoni della Calabria, tra cui  I Glòssa dikìma jà ta pedìa, Calabria Letteraria Editrice -Rubbettino, Soveria Mannelli, 2001; Vocabolario grecanico-italiano / italiano grecanico, II edizione riveduta e corretta, esemplificata sul Lessico del Rohlfs e del Karanstasis, con differenze diatopiche dell’area ellenofona, Apodiafàzzi, Bova, 2007; Storia della Calabria Greca con particolare riguardo all’odierna isola ellenofona, Kaleidon, Reggio Calabria, 2006. 2^ edizione; I Nuovi Testi Neogreci di Calabria. vol. I e vol. II, Iiriti editore, Reggio Calabria, 2005; Campioni olimpici dell’antica Magna Grecia, Apodiafàzzi, Bova, 2004; Storia e letteratura greca di Calabria: Autori e Testi, Rexodes-Magna Grecia, RC,  2001;Grammatica, Sintassi e Lessico della lingua grecocalabra, Iriti editore, Reggio Calabria, 2004; Grammatica e Sintassi degli Ellenofoni di Calabria], Camera di Commercio Italo-Greca, Atene 2008

La lista delle pubblicazioni continua.

 

di Elio Cotronei

    Nella produzione di Filippo Violi nulla è affidato al caso, nulla è rimasto inesplorato. La lingua greco-calabra, la sua origine, la storia delle popolazioni che l’hanno usata, l’influenza esercitata, gli studiosi che hanno lasciato testimonianze, i documenti prodotti, sono stati oggetto di approfondimento rigoroso.

Lo studio della lingua dei greci di Calabria ha affrontato l’impianto lessicale, le etimologie, la struttura grammaticale e sintattica, la letteratura e la storia che così hanno avuto una rigorosa sistemazione.

L’autore, nella sua cospicua produzione di testi, fornisce quanto serve, in tutti gli ambiti e a  tutti i livelli di studio, in modo scientifico e ben strutturato.

Oltre alle opere organiche, pubblicate durante decenni di ricerche archivistiche e di analisi di documenti  e scritti vari, ha prodotto una serie di disamine, per esplorare a fondo tematiche rilevanti, che ha socializzato tramite una fertile  pubblicazione periodica di quaderni e di articoli scientifici su riviste.

 /

 

Affinché tutto questo importante lascito, non venisse disperso, ha voluto fornire con questa pubblicazione una raccolta di questi suoi  scritti in un corposo volume, “Quaderni di cultura greco-calabra” (1999-2010),  per mettere tutto a disposizione degli studiosi, di tutti coloro che hanno percepito l’importanza di questo patrimonio culturale e di quanti – non è mai troppo tardi per sensibilizzarsi -  per loro dovere istituzionale dovrebbero farsi carico di iniziative atte a mantenere viva l’identità locale, per  resistere all’omologazione imperante  e  farne un permanente motivo di richiamo.

La lingua greco-calabra, il “grecanico” nella vulgata corrente, a prescindere dalla sua padronanza, è uno strumento imprescindibile per ogni calabrese, per comprendere le parole che tutti usiamo, la toponomastica e l’onomastica. La storia  pregressa legata alla presenza greca e bizantina da risposte altrimenti impossibili.

Nella Calabria si parlava greco, basta analizzare le etimologie: negli stessi luoghi della cosiddetta Area grecanica, esistono comunità dove un tempo si parlava greco, vedi Palizzi, anche se oggi non ci sono parlanti di lingua madre; esiste una pubblicazione del Violi che lo dimostra ampiamente.

Alla luce di tutto ciò è possibile che questa lingua fosse parlata solo da pastori e contadini? Questa superficiale convinzione, viene sfatata dal Violi già nel primo capitolo.

 

Tutti i capitoli sono testimonianze e analisi preziose che spaziano tra  eventi storici, aspetti linguistici, recupero di documenti e  tradizioni, scritti poetici del passato e contemporanei  ed eventi storici unici, come la visita di S.S. Bartolomeo I, patriarca ecumenico di Costantinopoli – Nuova Roma, in Calabria,  che ho avuto l’onore di organizzare per Bova Marina il 23 marzo 2001.

Nel suo viaggio nella lingua greco –calabra pone particolare attenzione agli aspetti sociolinguistici, evidenziando la natura diatopica delle variazioni tra le varie parlate nei centri dell’Area di resistenza del fenomeno linguistico, Non trascura gli elementi diacronici nello sforzo di documentare importanti passaggi, particolari resistenze linguistiche, sconosciute in Grecia, che  provengono dal profondo della storia degli uomini e della loro lingua. Contributi importanti per fornire ulteriori prove di un miracolo linguistico che costituisce un’importante risorsa locale e per l’intera umanità. Semmai gli uomini, troppo distratti dai disvalori ricorrenti, acquisteranno il necessario orgoglio di appartenenza a quest’Area e un’adeguata consapevolezza del possesso di un patrimonio culturale inestimabile, i lavori del prof. Filippo Violi rappresenteranno lo strumento di prova della opportunità di un riconoscimento internazionale.

 

                                                                                    Elio Cotronei

                                                                             Presidente UTE-TEFine modulo


Maggiori informazioni https://www.deliapress.it/news/la-produzione-di-filippo-violi-quaderni-di-cultura-grecocalabra/

 

FILIPPO VIOLI. Un impegno al top per i Calabrogreci

20.11.2015 17:54

Un intellettuale che ha fornito un quadro permanente su lingua e cultura dei Greci di Calabria

È nato a Bova Marina il 1 settembre 1947, ha insegnato Materie Letterarie negli Istituti di Istruzione Secondaria. E’ stato presidente del XXXI Distretto Scolastico della Calabria.  Nominato Accademico di Grecia e Magna Grecia, è stato Direttore Scientifico dell’Istituto Regionale Superiore di Studi Ellenofoni della Calabria (IRSSEC). Ha conseguito premi e riconoscimenti nel concorso di poesia grecanica “Jalò tu Vùa” vincendo le rispettive sezioni grecaniche negli anni 1989, 1991, 1993. Ha vinto il concorso di poesia internazionale “Delia” per la sezione grecanica nel 1997,  ed è stato vincitore  nel 1996 del “Premio Internazionale di Poesia Italia-Grecia  Febo Delfi”. Ha infine vinto nel 2002 il Premio Internazionale “Nosside” per la poesia in greco calabro, il Premio “Napoleone Vitale”, il Premio “O Nostos”. Nel 2008 ha ricevuo il Premio di Giornalismo, Arte e Cultura “Gigi Malafarina”.  Ha insegnato nell’Università per gli Stranieri e nei corsi alla Provincia

Ha collaborato alla stesura di numerose tesi universitarie in Italia e all’estero sulle problematiche ellenofone. Suoi articoli ed interviste sono reperibili su: Ta Neéa, I Riza, Calabria Oggi, Il Provinciale, Calabria Ulteriore, Bova-Post, Calabria Sconosciuta, l’Altroaspromonte, Italoellinikà, Ellinikà Minìmata, Katundi Yne, Delia, ecc.. Numerose sono state le conferenze tenute dall’Autore in Grecia ed in Italia intorno alla cultura ed alle problematiche dell’Isola Ellenofona Calabrese. E’ rappresentante delle Associazioni Ellenofone presso il Co.Re.Mi.L. alla Regione Calabria. Alcuni aspetti importanti dei suoi lavori sono rintracciabili nei tanti libri che ha pubblicato, in particolare Anastasi – Canti politici e sociali dei Greci di Calabria.

Le radici della nostra cultura.

Storia degli studi e della Letteratura popolare grecanica.

Storia e Origini della Calabria Greca.

La Storia e la Letteratura Greca di Calabria: autori e testi

I Glòssa dikìma jà ta pedìa vol. I

Grammatica,  Sintassi e Lessico della lingua Grecocalabra.

Dizionario Grecanico – Italiano - Grecanico

Tradizioni popolari greco-calabre

I Lessici antropo-toponimici di Bova e Palizzi

Quaderni di Cultura Grecocalabra: “A parma” di Bova: Demetra e Persefone?

Quaderni di Cultura Grecocalabra: La poesia adespota dal XI al XVI secolo. I Romeopùlla, I Maria Migdalinì, Viata nnètho. Canti a divulgazione panellenica.

Sui Sentieri della memoria.

Grammatica e Sintassi pubblicata in Atene.

 



Maggiori informazioni https://www.deliapress.it/news/filippo-violi-un-impegno-al-top-per-i-calabrogreci/

 

Cerca nel sito