Reggio Calabria, Crea: "Attraversamento sul torrente Valanidi. Opera importante che non può rimanere incompiuta"

09.06.2016 21:19
 
   
Riceviamo e pubblichiamo da Vincenzo Crea, Referente unico dell'ANCADIC Onlus e Responsabile del Comitato spontaneo Torrente Oliveto

" Pensando alle calamità che periodicamente arrivano senza preavviso e all'inerzia dei pubblici amministratori. La segnalazione odierna ci porta a constatare quanto è stato riferito.
Ci riferiamo alla nostra segnalazione del 20 ottobre 2015 avente per oggetto Degrado ambientale vallata del Valanidi in agro di Reggio Calabria e Motta San Giovanni. Messa a norma cimitero contrada Ciosso ricadente nel territorio del Comune di Motta San Giovanni (RC)

Avevamo già notato che la nuova Amministrazione comunale, guidata dal Sindaco Giuseppe Falcomatà aveva dato segni positivi e dopo anni di stallo si verifico' la ripresa dei lavori dell'impalcato.
Ahimè, a distanza di due mesi circa constatiamo l'interruzione dei lavori da parte dellimpresa esecutrice con l'apposizione dei cartelli recanti la seguente dicitura:cantiere in chiusura per mancato pagamento da parte del Comune. La ditta GE.COS. s.r.l. E triste leggere che l'impresa sospende i lavori perché non gli viene riconosciuto il pagamento di quanto dovuto (SAL). E vero che le mazzate arrivano sulla testa del Sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria: 34 milioni di euro alla Leonia, chi sa quantaltro per la Multiservizi, chi sa quantaltro per l'impresa dei mercati generali, chi sa quantaltro per i progetti del  waterfront. Signor Sindaco, i lavori pubblici vengono gestiti per capitolo e non per sommatorie. Le somme di ogni opera devono essere utilizzate per lopera finanziata.
Le chiediamo Signor Sindaco di volerci dare notizie della riapertura immediata dei lavori, il soddisfo di quanto dovuto all'impresa per definire queste opere che da anni i cittadini attendono, allontanando la condizione di rischio che alcune frazioni durante il periodo invernale rimangono isolate. Ci viene riferito che in questa fase non sono previste le rampe di accesso al manufatto ponte in questione. A che serve un ponte senza le rampe di accesso in destra e in sinistra orografica?. Si conferma lo stato di forte degrado e le criticità segnalate con la richiesta del 20 ottobre 2015 acclusa alla nota prot. 0019136 del 25.11.2016  del Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare che si allega per una pronta lettura.
Attendiamo notizie".

Cerca nel sito