Reggio Calabria - Continuano i furti di energia elettrica

21.05.2016 19:37

 

19 maggio 2016, a Taurianova (RC), i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà A.L., di anni 80, e A.M., di anni 84, entrambi da Taurianova, per furto aggravato di energia elettrica poiché nel corso di due distinti controlli, eseguiti unitamente a personale tecnico dell’azienda E.n.e.l. presso le abitazioni dei prefati, veniva riscontrata la presenza di manomissioni consistenti rispettivamente in un interruttore posizionato a monte del contatore del primo e nell’installazione di uno shunt alla bobina amperometrica del secondo.

 

 

20 maggio 16, in Melito di Porto Salvo (RC), i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto SARICA Salvatore Carmelo, di anni 60 da Melito P.S., già noto alle FF.OO., per il reato di furto aggravato poiché, ad esito di verifica presso l’esercizio commerciale del prefato, veniva trovato un magnete posizionato sul misuratore di energia elettrica che ne alterava il funzionamento, non contabilizzando i consumi stimati in kw.130.000 e cagionando un danno alla società erogatrice di € 30.000,00 circa. Prevenuto veniva posto agli arresti domiciliari.

 

Fonre Nota Stampa Comp. Carab. Reggio C

Cerca nel sito