Portigliola, fermento per la “Rassegna di Teatro Classico Scolastico”

02.06.2016 09:27

di Fraqncesca Martino   .   

 

Venerdì 3 e sabato 4 giugno, al Teatro greco-romano di Portigliola nel Parco archeologico di Locri Epizefiri, va in scena la 1ª Rassegna di Teatro Classico Scolastico. La manifestazione, promossa dal Comune di Portigliola e dal Polo Museale della Calabria -Parco Archeologico di Locri Epizefiri al fine di promuovere la conoscenza del teatro antico e del sito archeologico negli Istituti di istruzione di secondo grado, vedrà la partecipazione di scuole rappresentative di tutta la regione.

 Il Teatro greco-romano, che più volte ha ospitato spettacoli e rassegne teatrali, si trasformerà in un grande e suggestivo palcoscenico dove protagonisti saranno circa 150 studenti-attori che porteranno in scena alcuni tra le più belle opere del teatro classico e non solo. Il Festival vuole proporre un contesto festoso di incontro e scambio, che mette a confronto diverse esperienze teatrali e offre al pubblico un cartellone di tutto rispetto con spettacoli selezionati per la loro qualità, originalità e freschezza. Un invito ad approcciarsi al mondo del teatro attraverso le giovani generazioni.

 

«Così come accade con il Festival del Teatro Classico dei Giovani di Palazzolo Acreide, organizzato dall’INDA (Istituto Nazionale del Dramma Antico), anche la Rassegna del Teatro Classico Scolastico di Portigliola intende contribuire alla riscoperta e valorizzazione del teatro antico e delle letterature classiche, alla promozione del sito archeologico, ma sopratutto dare la possibilità ai giovani studenti di esibirsi in un luogo di grande suggestione che ha visto nascere il teatro» dichiara il sindaco Rocco Luglio.

 

Angela Tecce, Direttrice del Polo Museale della Calabria, e Rossella Agostino, direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Locri, plaudono all’iniziativa che – sottolineano – permetterà di apprezzare, in una location di straordinario fascino, la nobile arte del teatro, e sottolineano e di valorizzare l’area archeologica, ricordando attraverso l’impegno degli allievi quanto il centro coloniale di Locri Epizefiri, dotato anche di un teatro, fosse culturalmente vivace.

Si inizia venerdì 3 giugno, alle ore 21.00, con gli studenti del Liceo Classico “T. Campanella”  di Reggio Calabria che porteranno in scena “Eros” di Martina Albanese; a seguire il Liceo Scientifico “G. Galilei” di Lamezia Terme con “Dreaming Shakespeare” di Pierpaolo Bonaccurso; conclude la serata il Liceo delle Scienze Umane “G. Mazzini”- Laboratorio Santa Marta Caritas Diocesana di Locri con “Ascolta. Il coraggio dei sogni” di Maria Pia Battaglia. Sabato 4 giugno, sempre alle 21.00, gli studenti del Liceo Classico “D. Borrelli” di Santa Severina metteranno in scena “Baccanti” di Euripide; conclude la rassegna il Liceo Classico “Morelli-Colao” di Vibo Valentia che proporrà “Romeo e Giulietta” di William Shakespeare. Una giuria, composta da docenti, attori, studenti ed esperti del settore, premierà il miglior spettacolo; menzioni per miglior regia e miglior scenografia; infine premio “gradimento del pubblico”. La manifestazione si concluderà con il verdetto della giuria e la premiazione.

 

Prenderà parte alla serata conclusiva l’assessore regionale alle Politiche giovanili Federica Roccisano. Special guest il famoso attore Edoardo Siravo, molto amato dal pubblico della Locride che ha già avuto modo di applaudirlo nei suoi spettacoli proprio al Teatro greco-romano di Portigliola.

 
 
   
 
 
 

 

Cerca nel sito