Operazioni dei Carabinieri a Reggio, Melito, Rosarno, Laureana e Bova Marina

20.06.2016 10:33

Carabinieri del comando di Reggio Calabria

Operazioni su Reggio, Rosarno, Laureana, Melito Porto Salvo e Bova Marina

 

nota stampa

 

 

18 giugno 2016, in Reggio Calabria, i Carabinieri dell’Aliquota operativa e Radiomobile hanno tratto in arresto P.S., di anni 69 da Reggio Calabria, e  PUGLISI Fabio, di anni 37 da Reggio Calabria, già noto alle FF.OO., per il reato di detenzione ai fini di spaccio di  sostanza stupefacente, poiché corso perquisizione domiciliare, il primo veniva sorpreso nell’atto di lanciare dalla finestra della propria abitazione una busta di plastica contenente gr. 18 circa di sostanza stupefacente del tipo cocaina; gr. 282 circa del tipo marijuana ed    un bilancino elettronico di precisione funzionante, il tutto prontamente recuperato dai militari operanti. All’interno dell’abitazione venivano altresì rinvenuti € 1.500, ritenuti provento dell’attività illecita di spaccio. Prevenuti, venivano associati presso la locale casa circondariale di Arghillà, a disposizione dell’A.G.

 

 

18 giugno 2016, in Melito di Porto Salvo (RC), i Carabinieri della locale Stazione, a seguito verifiche esperite tese ad arginare il fenomeno della dispersione scolastica, hanno deferivano in stato di libertà nr. 5 genitori per il reato di inosservanza obbligo istruzione scolastica. Nel dettaglio, i militari operanti acclaravano che i figli dei denunciati, in età scolare obbligatoria, totalizzavano un elevato numero di assenze ingiustificate tali da compromettere il superamento del ciclo di studi del corrente anno scolastico, nonostante le iniziative intraprese dagli istituti interessati per stabilire incontri con i genitori e/o tutori.

 

 

18 giugno 2016, in Bova Marina (RC), i Carabinieri  hanno deferito in stato di libertà O.D., di anni 42 da Bova Marina, in atto affidato in prova ai servizi sociali, per il reato di incendio con recidiva infra-quinquennale e violazione del provvedimento di sottoposizione all’affidamento in prova ai servizi sociali poiché aveva incendiato il proprio ciclomotore causandone la totale distruzione nonché della legna che lo stesso aveva accumulato davanti la propria abitazione cagionando, quindi, pericolo per l’incolumità pubblica. Prefato, già affetto da pregresse patologie psichiche veniva tempestivamente rintracciato dai militari operanti e sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio, presso il nosocomio di Reggio Calabria, ove veniva ricoverato.

 

 

18 giugno 2016, in Rosarno (RC), i Carabinieri della locale Tenenza hanno tratto in arresto MESSINA Rocco, di anni 65 da Rosarno, già noto alle FF.OO., per reati contro il patrimonio, commessi in questo centro nel novembre 2009, in esecuzione all’ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria. Prefato dovrà espiare la pena di mesi 6 di reclusione in regime domiciliare.

 

 

18 giugno 2016, in Rosarno (RC), i Carabinieri della locale Tenenza hanno tratto in arresto PALAIA Gaetano, di anni 70, già noto alle FF.OO., per reati contro il patrimonio commessi in quel centro nell’ottobre 2011, in esecuzione all’ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della repubblica presso il Tribunale di Palmi. Prefato dovrà espiare la pena di anni 1, mesi 7 e giorni 24 di reclusione in regime domiciliare.

 

 

18 giugno 2016, in Contrada Mantegna di Laureana di Borrello (RC), i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto MORANO Annunziato, di anni 38 da Laureana di Borrello, già noto alle FF.OO., per i reati di violenza sessuale su minore, commessi nel settembre 2013, in esecuzione all’ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi. Prefato veniva accompagnato presso la propria abitazione in regime domiciliare.

 

 

19 giugno 2016, in Reggio Calabria, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile hanno tratto in arresto B.A., marocchino di anni 26, domiciliato a Reggio Calabria, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di  sostanza stupefacente poiché, corso perquisizione personale e domiciliare, veniva trovato in possesso di gr. 15 circa di sostanza stupefacente del tipo hashish, frazionata e confezionata in 20 dosi, un bilancino elettronico di precisione funzionante ed € 4.125,00, ritenuti provento dell’illecita attività di spaccio. Prevenuto veniva sottoposto agli arresti domiciliari, a disposizione dell’A.G. in attesa rito direttissimo.

SINOPOLI, ANTONIO VIOLI, ARRESTATO DAI CARABINIERI DELLE STAZIONI DI SINOPOLI E SANT'EUFEMIA

17 giugno 2016, in Sinopoli (RC), i Carabinieri delle Stazioni di Sinopoli e Sant’Eufemia d’Aspromonte (RC) hanno tratto in arresto in flagranza del reato di furto aggravato VIOLI Antonio di anni 49, da Sinopoli, già noto alle FF.PP.

I militari operanti, nel corso di un controllo eseguito unitamente a personale ENEL presso la sua abitazione, accertavano la presenza di un cavo collegato a monte del misuratore di consumo, che consentiva la libera erogazione di energia elettrica.

Cerca nel sito