NIBALI. Ritorna la leggenda. Squalo? Forse, ma per la prima volta umano.

31.05.2016 09:34

VINCENZO NIBALI, CAMPIONE DI UMANITA' & UMILTA', TRIONFA (2016), PER LA SECONDA VOLTA AL GIRO D'iTALIA

Di Mimmo Musolino. -  

Sulle montagne innevate delle Alpi  trionfa lo "Squalo dello Sterro ", Vincenzo Nibali.

 

Quando mancavano appena due tappe alpine la grande speranza di vincere, per la seconda volta, il Giro d'Italia sembrava perduta e svanita nel nulla, senza rimedio. ​

Quasi nessuno ci credeva più, che nei quasi 300 chilometri che mancavano alla fine della grande e faticosissima corsa a tappe, il campione di Messina avrebbe potuto recuperare  il distacco che lo separava dalla testa della classifica generale e dalla maglia rosa, anche perchè nei giorni precedenti le sue gambe non giravano come al solito ed egli sembrava in preda a delle irreversibili crisi di rendimento.

​​Poi come per incanto  sui duemila e passa metri di altezza delle Alpi  tra due ali di folla entusiasta Vincenzo Nibali trova orgoglio,  entusiasmo e la forza tipica dei meridionali quando sono in grosse difficoltà e la sua maglia azzurra di Campione d'Italia  tagliava il traguardo infliggendo agli attoniti  avversari pesanti ritardi .

​​Ma ancora mancavano soli 44 secondi perché egli potesse conquistare la maglia rosa  di leader del giro . La tappa successiva era ancora in altissima montagna, bisognava scalare 4 colli delle Alpi marittime, ai confini con la  Francia, e soprattutto il "Colle della Lombarda " a 2.350 metri di altitudine  e con arrivo a "Sant'Anna di Vinadio ", dove è sito l'omonimo " Santuario di Sant'Anna" , il più alto Santuario d'Europa, a  2.035 metri verso il cielo.

​​​​​​L'Italia sportiva, e non  solo gli appassionati di ciclismo,  fremevano davanti ai televisori aperti  a tutto volume aspettando da un momento all'altro, nella parte più difficile e faticosa della scalata della montagna, lo scatto decisivo dello "Squalo dello Stretto", che però stava rintanato in gruppo, ma negli occhi si poteva cogliere il coraggio da antico gladiatore, lo sguardo dell'Aquila ( altro che squalo ) che tiene d'occhio la sua preda ed al momento più opportuno  ci si avventa addosso, in supersonica picchiata, non lascandole scampo.  ​​​​​​​

E così è stato : all'improvviso eccolo scattare come un fulmine paralizzando gli increduli avversari che sono riusciti a stargli a ruota solo per qualche metro  e poi con pedalata  sempre agile e determinata arrampicarsi  su quelle strade, tra due muri di ghiaccio, di quella montagna arida e brulla senza neanche un filo d 'erba e con  sprazzi  di  neve che gli sbattevano sulla faccia scolpita di fatica . ​​​

Ma egli avanzava imperterrito alla conquista della vetta e credo che nella sua testa  non vedesse quelle montagne, che sembravano paesaggi  lunari, ma che invece vedesse il verde degli  abeti e dei faggi dell'Aspromonte  che chissà quanto volte avrà ammirato  nelle sue corse sulla "panoramica " della sua città natale  e dal traghetto quando da Messina passava verso il Continente.  ​​​​​

Ed all'arrivo, tra due ali di folla impazzite di gioia,  sembrava interminabile il conteggio di quei 44 secondi di vantaggio che gli servivano per conquistare la maglia rosa e vincere il suo secondo giro d'Italia. ​​​​​​​​

Ma quando il cronometro oltrepassò il minuto di distacco dai suoi avversari, sancendo la sua incredibile e leggendaria vittoria, alzando lo sguardo verso il cielo, il suo primo pensiero, con gli occhi umidi di pianto, è stato per un giovane ciclista, Rosario Costadi appena 14 anni ( " figlioccio" di Nibali  e componente della squadra di ciclismo peloritana la " Ssd Nibali " morto nei giorni scorsi mentre si allenava sulle strade  di Messina) , per i suoi compagni di squadra, per l'esile colombiano il "colibrì" EstebanChaves, il suo più diretto avversario, e naturalmente per tutta la folla dei suoi tifosi e appassioni sportivi . 

​​​​​​​​Ed abbiamo potuto ammirare in Vincenzo Nibali non solo il campione più forte del ciclismo italiano ma anche e soprattutto la sua umanità, umiltà e grandezza di Uomo del Sud che con la sua bicicletta ha conquistato le vette più alte d'Europa scolpendo il suo nome, a caratteri indelebili, nella storia del ciclismo. ​​​

Albo d'oro

Anno Vincitore      Secondo       Terzo

1909 Italia Luigi Ganna   Italia Carlo Galetti Italia Giovanni Rossignoli

1910 Italia Carlo Galetti Italia Eberardo Pavesi      Italia Luigi Ganna

1911 Italia Carlo Galetti Italia Giovanni Rossignoli            Italia Giovanni Gerbi

1912              Italia Atala    Francia Peugeot     Italia Gerbi

1913 Italia Carlo Oriani Italia Eberardo Pavesi      Italia Giuseppe Azzini

1914 Italia Alfonso Calzolari     Italia Pierino Albini            Italia Luigi Lucotti

1915-18       non disputate a causa della Prima guerra mondiale

1919 Italia Costante Girardengo         Italia Gaetano Belloni       Belgio Marcel Buysse

1920 Italia Gaetano Belloni       Italia Angelo Gremo         Francia Jean Alavoine

1921 Italia Giovanni Brunero   Italia Gaetano Belloni       Italia Bartolomeo Aymo

1922 Italia Giovanni Brunero   Italia Bartolomeo Aymo Italia Giuseppe Enrici

1923 Italia Costante Girardengo         Italia Giovanni Brunero   Italia Bartolomeo Aymo

1924 Italia Giuseppe Enrici        Italia Federico Gay            Italia Angiolo Gabrielli

1925 Italia Alfredo Binda           Italia Costante Girardengo         Italia Giovanni Brunero

1926 Italia Giovanni Brunero   Italia Alfredo Binda           Italia Arturo Bresciani

1927 Italia Alfredo Binda           Italia Giovanni Brunero   Italia Antonio Negrini

1928 Italia Alfredo Binda           Italia Giuseppe Pancera   Italia Bartolomeo Aymo

1929 Italia Alfredo Binda           Italia Domenico Piemontesi       Italia Leonida Frascarelli

1930 Italia Luigi Marchisio        Italia Luigi Giacobbe         Italia Allegro Grandi

1931 Italia Francesco Camusso           Italia Luigi Giacobbe         Italia Luigi Marchisio

1932 Italia Antonio Pesenti       Belgio Jef Demuysere       Italia Remo Bertoni

1933 Italia Alfredo Binda           Belgio Jef Demuysere       Italia Domenico Piemontesi

1934 Italia Learco Guerra          Italia Francesco Camusso           Italia Giovanni Cazzulani

1935 Italia Vasco Bergamaschi            Italia Giuseppe Martano             Italia Giuseppe Olmo

1936 Italia Gino Bartali   Italia Giuseppe Olmo        Italia Severino Canavesi

1937 Italia Gino Bartali   Italia Giovanni Valetti       Italia Enrico Mollo

1938 Italia Giovanni Valetti       Italia Ezio Cecchi    Italia Severino Canavesi

1939 Italia Giovanni Valetti       Italia Gino Bartali   Italia Mario Vicini

1940 Italia Fausto Coppi            Italia Enrico Mollo             Italia Giordano Cottur

1941-45       non disputate a causa della Seconda guerra mondiale

1946 Italia Gino Bartali   Italia Fausto Coppi            Italia Vito Ortelli

1947 Italia Fausto Coppi            Italia Gino Bartali   Italia Giulio Bresci

1948 Italia Fiorenzo Magni       Italia Ezio Cecchi    Italia Giordano Cottur

1949 Italia Fausto Coppi            Italia Gino Bartali   Italia Giordano Cottur

1950 Svizzera Hugo Koblet       Italia Gino Bartali   Italia Alfredo Martini

1951 Italia Fiorenzo Magni       Belgio Rik Van Steenbergen       Svizzera Ferdi Kübler

1952 Italia Fausto Coppi            Italia Fiorenzo Magni       Svizzera Ferdi Kübler

1953 Italia Fausto Coppi            Svizzera Hugo Koblet       Italia Pasquale Fornara

1954 Svizzera Carlo Clerici        Svizzera Hugo Koblet       Italia Nino Assirelli

1955 Italia Fiorenzo Magni       Italia Fausto Coppi            Italia Gastone Nencini

1956 Lussemburgo Charly Gaul          Italia Fiorenzo Magni       Italia Agostino Coletto

1957 Italia Gastone Nencini      Francia Louison Bobet     Italia Ercole Baldini

1958 Italia Ercole Baldini           Belgio Jean Brankart        Lussemburgo Charly Gaul

1959 Lussemburgo Charly Gaul          Francia Jacques Anquetil            Italia Diego Ronchini

1960 Francia Jacques Anquetil            Italia Gastone Nencini      Lussemburgo Charly Gaul

1961 Italia Arnaldo Pambianco           Francia Jacques Anquetil            Spagna Antonio Suárez

1962 Italia Franco Balmamion             Italia Imerio Massignan   Italia Nino Defilippis

1963 Italia Franco Balmamion             Italia Vittorio Adorni        Italia Giorgio Zancanaro

1964 Francia Jacques Anquetil            Italia Italo Zilioli      Italia Guido De Rosso

1965 Italia Vittorio Adorni        Italia Italo Zilioli      Italia Felice Gimondi

1966 Italia Gianni Motta            Italia Italo Zilioli      Francia Jacques Anquetil

1967 Italia Felice Gimondi         Italia Franco Balmamion             Francia Jacques Anquetil

1968 Belgio Eddy Merckx          Italia Vittorio Adorni        Italia Felice Gimondi

1969 Italia Felice Gimondi         Italia Claudio Michelotto             Italia Italo Zilioli

1970 Belgio Eddy Merckx          Italia Felice Gimondi         Belgio Martin Van Den Bossche

1971 Svezia Gösta Pettersson Belgio Herman Van Springel      Italia Ugo Colombo

1972 Belgio Eddy Merckx          Spagna José Manuel Fuente      Spagna Francisco Galdós

1973 Belgio Eddy Merckx          Italia Felice Gimondi         Italia Giovanni Battaglin

1974 Belgio Eddy Merckx          Italia Gianbattista Baronchelli   Italia Felice Gimondi

1975 Italia Fausto Bertoglio      Spagna Francisco Galdós            Italia Felice Gimondi

1976 Italia Felice Gimondi         Belgio Johan De Muynck            Italia Fausto Bertoglio

1977 Belgio Michel Pollentier   Italia Francesco Moser    Italia Gianbattista Baronchelli

1978 Belgio Johan De Muynck            Italia Gianbattista Baronchelli   Italia Francesco Moser

1979 Italia Giuseppe Saronni   Italia Francesco Moser    Svezia Bernt Johansson

1980 Francia Bernard Hinault Italia Wladimiro Panizza             Italia Giovanni Battaglin

1981 Italia Giovanni Battaglin Svezia Tommy Prim          Italia Giuseppe Saronni

1982 Francia Bernard Hinault Svezia Tommy Prim          Italia Silvano Contini

1983 Italia Giuseppe Saronni   Italia Roberto Visentini    Spagna Alberto Fernández

1984 Italia Francesco Moser    Francia Laurent Fignon   Italia Moreno Argentin

1985 Francia Bernard Hinault Italia Francesco Moser    Stati Uniti Greg LeMond

1986 Italia Roberto Visentini    Italia Giuseppe Saronni   Italia Francesco Moser

1987 Irlanda Stephen Roche    Regno Unito Robert Millar         Paesi Bassi Erik Breukink

1988 Stati Uniti Andrew Hampsten    Paesi Bassi Erik Breukink             Svizzera Urs Zimmermann

1989 Francia Laurent Fignon   Italia Flavio Giupponi       Stati Uniti Andrew Hampsten

1990 Italia Gianni Bugno           Francia Charly Mottet      Italia Marco Giovannetti

1991 Italia Franco Chioccioli     Italia Claudio Chiappucci             Italia Massimiliano Lelli

1992 Spagna Miguel Indurain Italia Claudio Chiappucci             Italia Franco Chioccioli

1993 Spagna Miguel Indurain Lettonia Pëtr Ugrjumov Italia Claudio Chiappucci

1994 Russia Evgenij Berzin        Italia Marco Pantani         Spagna Miguel Indurain

1995 Svizzera Tony Rominger             Russia Evgenij Berzin        Lettonia Pëtr Ugrjumov

1996 Russia Pavel Tonkov         Italia Enrico Zaina Spagna Abraham Olano

1997 Italia Ivan Gotti      Russia Pavel Tonkov         Italia Giuseppe Guerini

1998 Italia Marco Pantani         Russia Pavel Tonkov         Italia Giuseppe Guerini

1999 Italia Ivan Gotti      Italia Paolo Savoldelli       Italia Gilberto Simoni

2000 Italia Stefano Garzelli       Italia Francesco Casagrande      Italia Gilberto Simoni

2001 Italia Gilberto Simoni       Spagna Abraham Olano Spagna Unai Osa

2002 Italia Paolo Savoldelli       Stati Uniti Tyler Hamilton           Italia Pietro Caucchioli

2003 Italia Gilberto Simoni       Italia Stefano Garzelli       Ucraina Jaroslav Popovyč

2004 Italia Damiano Cunego    Ucraina Serhij Hončar     Italia Gilberto Simoni

2005 Italia Paolo Savoldelli       Italia Gilberto Simoni       Venezuela José Rujano

2006 Italia Ivan Basso     Spagna José Enrique Gutiérrez             Italia Gilberto Simoni

2007 Italia Danilo Di Luca          Lussemburgo Andy Schleck       Italia Eddy Mazzoleni

2008 Spagna Alberto Contador           Italia Riccardo Riccò         Italia Marzio Bruseghin

2009 Russia Denis Men'šov       Italia Danilo Di Luca

Spagna Carlos Sastre        Italia Franco Pellizotti

Italia Ivan Basso

2010 Italia Ivan Basso     Spagna David Arroyo       Italia Vincenzo Nibali

2011 Spagna Alberto Contador

Italia Michele Scarponi    Italia Vincenzo Nibali        Francia John Gadret

2012 Canada Ryder Hesjedal   Spagna Joaquim Rodríguez        Belgio Thomas De Gendt

2013 Italia Vincenzo Nibali        Colombia Rigoberto Urán           Australia Cadel Evans

2014 Colombia Nairo Quintana           Colombia Rigoberto Urán           Italia Fabio Aru

2015 Spagna Alberto Contador           Italia Fabio Aru       Spagna Mikel Landa

2016 Italia Vincenzo Nibali        Colombia Esteban Chaves          Spagna Alejandro Valverde

 

Mimmo Musolino

 

Cerca nel sito