Melito - La Sinicropi non cede alle lusinghe continua con coerenza nel suo progetto dirigenziale, ora si attende il nome del Dirigente dell'Istituto "De Amicis"

16.06.2016 12:09
di Francesca Martino
 
A pochi giorni dalla scadenza della presentazione delle istanze di mutamento degli incarichi dirigenziali dei Dirigenti scolastici per l’anno scolastico 2016.2017, si cerca di capire il nome di chi potrebbe guidare l’ Istituto Comprensivo “De Amicis Bagaladi San Lorenzo” di Melito di Porto Salvo diretto attualmente dal Prof. Antonino Nastasi, che dal 1 settembre 2016 sarà collocato in pensione per raggiunti limiti di età.
Il successore di Nastasi sarà individuato a breve con Decreto del Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale della Calabria Dott. Diego Bouchè, nei modi e nei tempi previsti dalla normativa vigente.
Intanto il nome che circola con più insistenza è quello della Dott.ssa Concetta Sinicropi attuale Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Megali Melito Roccaforte” di Melito di Porto Salvo. Conosciuta professionista e pedagogista del territorio. Giovanissima accede alla dirigenza pubblica nel settore dell'istruzione guidando da vent’anni molte scuola della provincia di Reggio Calabria. Da più di un lustro presiede la storica Istituzione Scolastica di Viale delle Rimembranze. Nel 2007 è tra le prime donne ad essere chiamata a impegnarsi in politica, viene eletta nel Consiglio Comunale di Melito di Porto Salvo e successivamente nominata per quell’ intera legislatura Assessore alla Cultura e alla Pubblica Istruzione.
 
A tal proposito la Dott.ssa Concetta Sinicropi dichiara:
"Prendo atto della volontà di genitori, docenti, personale della scuola ma anche dalla società civile e dei diversi soggetti politici e sociali che mi hanno chiesto di guidare un “nuovo progetto” attraverso azioni educative di qualità per continuare a garantire all’ Istituto Comprensivo “De Amicis Bagaladi San Lorenzo” di Melito di Porto Salvo una scuola all’ avanguardia, atta a sviluppare le competenze chiave, richieste dall’ Europa, relativa all’apprendimento permanente che affonda le radici nella società della conoscenza e del capitale umano.

In queste settimane, in cui ho chiesto tempo per decidere ho raccolto incoraggiamento e consenso della società melitese. E’ un’offerta che mi lusinga, ma non ritengo di poter accogliere. Posso però assicurare che – a livello culturale e sociale – non farò mai venir meno il costante impegno per la mia città, che amo. Rivolgo un augurio: che l’ I.C. “De Amicis” nei prossimi mesi possa ancora di più ritrovare, attraverso una lungimirante presidenza, la vocazione originaria di “fucina della cultura” a misura delle giovani generazioni, di luogo di dialogo e di solidarietà.
 
Melito di Porto Salvo, fa parte a pieno titolo dell’Area Metropolitana di Reggio di Calabria; è sede centrale dell’Istituto Comprensivo “Megali Melito Roccaforte” ed è una delle più belle e vivaci. Ed è in questa sede che, dal 1° settembre 2005, ricopro l’incarico di Dirigente Scolastico con l’intento di portare avanti un’azione di direzione, di promozione e coordinamento che possa contribuire a rendere l’offerta formativa più efficiente e funzionale ai bisogni dell’utenza e alle rinnovate istanze socioculturali.

Sono certa che in questi due lustri tante azioni educative di qualità sono state poste in essere per garantire una scuola d’ eccellenza.

Entusiasmo, speranza ed ambizione hanno accompagnato e continueranno ad accompagnare le azioni di noi adulti nel trasmettere ai giovani i valori e le radici della nostra cultura, ma soprattutto il gusto per le cose belle e buone, la consapevolezza che è necessario anteporre a qualsiasi aspirazione l’impegno e la responsabilità.

Forti dell’esperienza pregressa continueremo su questa strada, attraverso un lavoro costante di ricerca e di azione che, avvalendosi dei contributi normativi e scientifici più recenti possa condurci alla realizzazione di un curricolo sempre più moderno alla luce delle Legge 107/2015.
 
In questi lunghi anni ho contribuito, nonostante le difficoltà, con tutto il corpo docente, ad un rafforzamento della proposta formativa della scuola - anche a seguito del consolidamento dell’attuale Istituto Comprensivo al servizio del territorio e con esso in stretto rapporto. Bisogna interpretare i contesti, esserne esponenti attivi, capire e cercare di fare il necessario per lo sviluppo di un determinato territorio.
 
Sono sicura che ci sia ancora molto da fare e che dovrò farlo con lo stesso entusiasmo con cui ho affrontato questi anni. Ne è testimonianza, come attraverso anche le tante manifestazioni che coinvolgono la popolazioni del nostro territorio siamo riusciti a costruire un cantiere, che anno dopo anno diventa un grande cantiere culturale e sociale dove i giovani e le arti sono state e saranno protagonisti indiscussi.  
La “scuola melitese” ha le potenzialità per guidare una rivoluzione: culturale. Per essere l’avanguardia, non la retrovia della città metropolitana.
Può farlo se si mette in discussione, se si apre al dibattito con il mondo che la circonda. A partire dalle famiglie e delle altre agenzie educative. Se le scuole diventano i luoghi dove si pensa, si sbaglia, si impara.
 
Un progetto che riguarda un’intera Area, quella Grecanica.
Siamo il Paese della Montessori e di Don Milani, di Don Bosco e Malaguzzi: giganti che hanno, dal basso e dalla periferia, rivoluzionato il modo di educare i giovani in tutto il mondo. Quest’epoca di innovazione non è finita: la nostra scuola è piena anche oggi di innovatori silenziosi. Penso a tutti quei docenti che quotidianamente operano nelle diverse scuole dislocate nel nostro territorio.

Non importa quanta strada c’è, e se sarà in salita o in discesa. Non importa quanto c’è da sudare, e se ci sarà da camminare. Quello che importa veramente è avere una meta, una meta in cui credere, per cui vale la pena di spendere una vita professionale. Noi abbiamo una meta: cambiare il volto culturale della nostra città.
Sono queste le ragioni che sostanziano la ferma decisione di rimanere, insieme a miei alunni e ai miei docenti, alla giuda dell’Istituto Comprensivo “Megali Melito Roccaforte”. Un grazie doveroso a tutti i compagni e le compagne di questo meraviglioso viaggio!".

Dopo il “gran diniego” della Dott.ssa Sinicropi si riapre la caccia al nome di chi potrebbe dirigere dal prossimo settembre l’ IC “De Amicis” di Melito di Porto Salvo. Sottotraccia le correnti della scuola melitese sono in fibrillazione per la nomina del nuovo Dirigente Scolastico. Tanti i possibili papabili che cercheranno di ereditare prestigio e difficoltà che il ruolo comporta. 

Cerca nel sito