Locri - Portigliola - Rivive il mondo classico nel teatro scolastico.

05.06.2016 21:45
      di Francesca Martino  -  

Meritato successo per la 1ª Rassegna di Teatro Classico Scolastico al Teatro greco-romano di Portigliola, nel Parco archeologico di Locri Epizefiri.

 

La manifestazione si è svolta il 3 e 4 giugno 2016 ed è stata promossa dal Comune di Portigliola e dal Polo Museale della Calabria -Parco Archeologico di Locri Epizefiri. A calcare il suggestivo palcoscenico sono stati 150 studenti-attori, che hanno interpretato alcune tra le più belle opere del teatro classico e non solo.

Protagonisti assoluti sono stati i giovani, che hanno incantato il numeroso pubblico, Infatti gli studenti del Liceo Classico “T. Campanella”  di Reggio Calabria hanno portato in scena “Eros” di Martina Albanese; subito dopo è stata la volta del Liceo Scientifico “G. Galilei” di Lamezia Terme con “Dreaming Shakespeare” di Pierpaolo Bonaccurso; la serata si è poi conclusa con lo spettacolo del Liceo delle Scienze Umane “G. Mazzini”- Laboratorio Santa Marta Caritas Diocesana di Locri con “Ascolta. Il coraggio dei sogni” di Maria Pia Battaglia.

Invece, nella seconda serata gli studenti del Liceo Classico “D. Borrelli” di Santa Severina hanno messo in scena “Baccanti” di Euripide; tragedia fra le più autorevoli del teatro greco classico: un testo tremendo, misterioso,che non offre soluzioni, bensì interrogativi profondi, magistralmente interpretati dai giovani artisti.

La rassegna si è conclusa dai ragazzi del Liceo Classico “Morelli-Colao” di Vibo Valentia che ha proposto “Romeo e Giulietta” di William Shakespeare.

Alla serata conclusiva ha preso parte il famoso attore Edoardo Siravo, molto amato dal pubblico della Locride che ha già avuto modo di applaudirlo nei suoi spettacoli proprio al Teatro greco-romano di Portigliola.

 

Il Sindaco di Portigliola, Rocco Luglio nel corso dell’ultima serata ha rimarcato la notevole importanza di promuovere il teatro antico e il sito archeologico.

“Ringrazio tutto il corpo docenti e gli studenti che hanno preso parte alla rassegna – ha dichiarato il Sindaco Luglio - queste manifestazioni servono per promuovere il sito archeologico, dunque  è necessario dare nuova vita e un anima a questi luoghi dell’antichità, altrimenti rimarranno sempre più sconosciuti e noi cerchiamo di farli rivivere”.

 

Cerca nel sito