Lazzaro, Crea: “Liquami fognari nella cunetta di raccolta delle acque piovane”

06.06.2016 19:02

di Francesca Martino  -   

Riceviamo e pubblichiamo da Vincenzo Crea, Referente unico dell’ANCADIC Onlus

 

“La situazione igienico sanitaria nella contrada Oliveto di Lazzaro, oggetto di precedenti segnalazioni è peggiorata, poiché nella cunetta posta lato monte a qualche metro dalla Ss 106, che raccoglie le acque piovane del paese e li scarica nel Torrente Oliveto, da alcuni giorni si riversa una fiumara di  liquami fognari, presumibilmente provenienti dalla rete fognaria comunale attraverso due  pozzetti fognari situati a meno di un metro, lato monte dalla cunetta, esattamente al Bivio Stazione Ferroviaria.

 

Lo stato dell’arte farebbe legittimamente ritenere, che si tratta di liquami fognari visto il colore delle acque e il caratteristico e inconfondibile odore di fogna. Mentre per quanto riguarda la provenienza dei liquami, non visibile, si ritiene che gli stessi siano riconducibili alla rete comunale, in quanto la cunetta in quel tratto a cielo aperto si presenta asciutta fino a qualche metro dal succitato pozzetto fognario.

 

Il fenomeno ricade in una zona molto popolosa, a pochi metri sono operative la scuola media e quella elementare, la delegazione municipale, supermercati, bar pizzerie, un panificio e altre attività commerciali.

Si richiede un urgente intervento e la disinfestazione contro zanzare e insetti volanti. Rimane ferma la necessità di individuare la provenienza delle forti esalazioni in precedenza segnalate. Domenica 5 giugno u.s. sono state attivate le Istituzioni competenti”.

 

Cerca nel sito