L'angolo della satira a cura di Iachinof.."Pentiti figliolo che già l'ora s'avvicina!"

05.06.2016 06:18

L'angolo della satira

 

Cesco Jachino

 

L’angolo della Satira

 

Pentiti figliolo, la fine del mondo è...vicina!

Le previsioni meteo, si sa, a scadenza anche media sono un enigma persino per i tecnologissimi esperti del settore; figuriamoci quando, come ogni tanto accade, si presenta un cialtroprofeta ad annunciare la fine imminente del mondo con tanto di data    certa: risatina, spallucce e via.

Ma una profezia orrenda, da qualche tempo, aleggia su Roma e questa, però, si avvererà: si udrà un terrificante boato, i l fragore    del crollo delle mura di Gerico al suono delle trombe di corno dei sacerdoti, nulla a confronto; aggiungiamoci pure il terribile urlo di guerra dei soldati di Giosuè e il tutto a confronto sarà un bisbiglio lieve.

Tremeranno i palazzi dell'Urbe ad urne sigillate, seggi chiusi e scrutini ultimati: si udrà un lacerante urlo inumano come uscito    dalle più profonde caverne dell'ade; sarà invece il grido disperato del condannato alla vittoria:" Perchè proprio io??? Chi me lo    ha fatto fare???"

L'impressione che ho di queste elezioni è che Roma è messa così male; ma così orrendamente male; ma così  irrimediabilmente male che i candidati giochino a perdere e ce la stanno mettendo tutta.

Marchini annuncia, che lascia la Ferrari in garage, ha capito anche lui che cercare voti per borgate e mercatini rionali con  la Rossa non è una buona idea; poi fedele al suo slogan "Libero dai partiti", imbarca i resti di Forza Italia e Berlusconi  oramai,       ormai naufrago della politica alla disperata ricerca di un relitto.

Giorgia, simpatica e maldestra annuncia giusto al Family day la sua gravidanza, apriti cielo come agitare la muleta rossa davanti al toro sbuffante!!!!

Quindi, magari trascinata dal Salvini-pensiero propone, per Roma, un via per Almirante, visto che trattasi di uno dei firmatari delle infami leggi razziali, la via nel ghetto cadrebbe a pennello.

Su Giacchetti diciamo che di figuracce ne ha fatte a tonnellate il partito rosolando a fuoco lento il marziano Marino.

Non so se il neo eletto arriverà a fine mandato; ma immagino già l'insediamento del suo successore, sorrisi, abbracci, strette di mano e il sindaco uscente che in cuor suo si approprierà del Banfi-pensiero "Adesso per te sono volatili per i diabetici".                                                                                                                                                                                                                                                                                                     

 

Cerca nel sito