Il consigliere regionale calabrese, Giuseppe Mangialavori (Cdl), non ci sta al giochetto sulla sanità

31.05.2016 07:11

 

 

‘tutti chilli che stanno a prora, vann’ a poppa e chill che stann’ a poppa vann’ a prora; chilli che stann’ a dritta vann’ a sinistra e chilli che stanno a sinistra vann’ a dritta; tutti chilli che stanno abbascio vann’ coppa e chili che stanno ‘ncoppa vann’ abbascio; chi nun tiene nient’a ffa, s’aremeni a ’cca’ e a ‘lla’

 

“Sulla sanità siamo al gioco delle parti con un solo perdente: i calabresi. Il ricorso ‘per finta’ dell’Avvocatura regionale contro il ricorso dei comuni avverso il decreto Scura, fa venire in mente il napoletano ‘fare ammuina’ che si rinviene in un editto di Franceschiello”. E’ quanto sostiene il consigliere regionale della Cdl Giuseppe Mangialavori che aggiunge: “In una situazione in cui i protagonisti, dopo un anno e mezzo, non sanno più cosa inventarsi per galleggiare ancora, l’unico stratagemma è ‘fare ammuina’. Non c’è da scomodare, per capire l’inghippo del ‘ricorso per finta’, giurisperiti o politologi. Il presidente Oliverio e il commissario Scura è come se dicessero ‘tutti chilli che stanno a prora, vann’ a poppa e chill che stann’ a poppa vann’ a prora; chilli che stann’ a dritta vann’ a sinistra e chilli che stanno a sinistra vann’ a dritta; tutti chilli che stanno abbascio vann’ coppa e chili che stanno ‘ncoppa vann’ abbascio; chi nun tiene nient’a ffa, s’aremeni a ’cca e a ‘lla’. A questo punto - conclude il consigliere regionale d’opposizione -  è stata ridotta la sanità in Calabria”.

cc                                                                  L’Ufficio Stampa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cc-A46- N.396- decl                                    Reggio Calabria, 30.05.2016

++++              uscr

“Sulla sanità siamo al gioco delle parti con un solo perdente: i calabresi. Il ricorso ‘per finta’ dell’Avvocatura regionale contro il ricorso dei comuni avverso il decreto Scura, fa venire in mente il napoletano ‘fare ammuina’ che si rinviene in un editto di Franceschiello”. E’ quanto sostiene il consigliere regionale della Cdl Giuseppe Mangialavori che aggiunge: “In una situazione in cui i protagonisti, dopo un anno e mezzo, non sanno più cosa inventarsi per galleggiare ancora, l’unico stratagemma è ‘fare ammuina’. Non c’è da scomodare, per capire l’inghippo del ‘ricorso per finta’, giurisperiti o politologi. Il presidente Oliverio e il commissario Scura è come se dicessero ‘tutti chilli che stanno a prora, vann’ a poppa e chill che stann’ a poppa vann’ a prora; chilli che stann’ a dritta vann’ a sinistra e chilli che stanno a sinistra vann’ a dritta; tutti chilli che stanno abbascio vann’ coppa e chili che stanno ‘ncoppa vann’ abbascio; chi nun tiene nient’a ffa, s’aremeni a ’cca e a ‘lla’. A questo punto - conclude il consigliere regionale d’opposizione -  è stata ridotta la sanità in Calabria”.

cc                                                                  L’Ufficio Stampa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca nel sito