Fabio Pugliese dell'Associazione Vittime della strada' attenziona i "sindaci" di Rossano:occhio alla 106

04.06.2016 07:41

“L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”, che ricordiamo essere apolitica, apartitica e, soprattutto, profondamente incompatibile con qualsiasi carica politica in Calabria nei giorni scorsi ha rivolto un appello ai sette candidati a sindaco di Rossano

SS106, PUGLIESE: “APPELLO AI SETTE CANDIDATI A SINDACO DI ROSSANO”

Riceviamo e pubblichiamo da Fabio Pugliese, “Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”“L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”, che ricordiamo essere apolitica, apartitica e, soprattutto, profondamente incompatibile con qualsiasi carica politica in Calabria nei giorni scorsi ha rivolto un appello ai sette candidati a sindaco di Rossano rivolgendo loro, tramite un pubblico appello, una proposta per: 1) l’istituzione del tavolo permanente sulla S.S.106 a Rossano (che informalmente è già esistente), con una delibera congiunta dei comuni che ne fanno parte in modo da formalizzarne l’esistenza; 2) l’allargamento del tavolo che oggi prevede la presenza dei soli sindaci dei comuni del basso jonio cosentino anche ai capi gruppo di minoranza degli stessi 15 comuni coinvolti poiché riteniamo che i problemi afferenti alla S.S.106 siano di tutti (opposizioni comprese); 3) l’allargamento del tavolo anche alle Forze dell’ordine che con la loro esperienza possono dare un contributo importante e determinante; 4) l’allargamento del tavolo alle forze sindacali provinciali CGIL, CISL e UIL; 5) l’allargamento del tavolo all’arcidiocesi di Rossano-Cariati poiché riteniamo che il contributo dei cattolici è fondamentale per la fasi di analisi e proposte sulla “strada della morte”.

 Inoltre, i sette candidati, sono stati invitati ad esprimere la loro adesione formalmente tramite una e-mail indirizzata all’Associazione entro e non oltre il 2 giugno alle ore 23:59.

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”, con non poca amarezza, rende noto che solo in quattro hanno aderito alla nostra proposta. Si tratta di Stanislao Acri, Tonino Caracciolo, Stefano Mascaro ed Ernesto Rapani. Mancano all’appello Flavio Stasi, Giuseppe Caputo e Giuseppe Antoniotti.

Nei giorni scorsi abbiamo apprezzato la dura protesta del Sindaco di Torre Melissa contro la scelta dell’Anas Spa di avviare i lavori per la costruzione di una nuova rotatorio nel suo comune all’inizio della stagione estiva. Il sindaco Murgi è riuscito ad evitare questa scelta grazie proprio al sostegno congiunto dell’intero territorio. Siamo davvero basiti da quanti – sui palchi della campagna elettorale – si riempiono la bocca di “unità del territorio”, “lotta comune sui problemi di tutti”, ecc. salvo poi comportarsi, nei momenti decisivi, come si dovrebbe.

Siamo convinti che i cittadini rossanesi non siano stupidi ma abbastanza intelligenti da scegliere di votare democraticamente e liberamente i loro candidati (compreso quelli che non hanno accettato la nostra proposta), ma siamo anche convinti che essi possano certamente comprendere la nostra delusione. A chi non ha aderito alla nostra proposta, invece, riteniamo solo di dover dire che questa scelta non è dannosa per la loro campagna elettorale ma certamente lo è per la loro coscienza!

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” pertanto augura a tutti i sette candidati un buon finale di campagna elettorale con l’auspicio e la speranza che subito dopo le elezioni possa nascere finalmente e formalmente a Rossano un tavolo permanente sulla strada Statale 106 che possa assumere scelte coraggiose ed importanti e riesca finalmente ad essere incisiva nel verso di un vero e profondo cambiamento”.

Francesca Martino

Cerca nel sito