Calabria jonica reggina: ecco i nuovi sindaci

06.06.2016 19:07

di Mimmo Musolino  -  

Saranno sindaci al servizio dei cittadini o solo figure in doppio petto e fascia tricolore  ?

Tra qualche sorpresa e qualche sindaco in carica “ scaricato “,  come è successo a Gerace con  la sconfitta del dinamico sindaco Pino Varacalli  ed il  ritorno dell’ex , sia comunale che regionale, Giuseppe Pezzimenti, ed a Sant’Agata del Bianco ( la Patria  di Saverio Strati)  dove il giovane giornalista e scrittore Domenico Stranieri ha vinto la sfida del rinnovamento  contro l’ex Giuseppe Strangio .                                                    A Platì (ed adesso, per carità, mettiamo al  bando ogni possibile polemica  e che siano i fatti strettamente politici a parlare ) ha vinto Rosario Sergi con netto margine  di vantaggio su Ilaria Mittiga .                                                                               Nell’Area dell’Aspromonte grecanico, a  Bova è stato riconfermato il sindaco Santo Casile che ha avuto la meglio sullo sfidante Leo Autelitano ( ex sindaco ed ex presidente del parco dell’Aspromonte ) al quale va concesso l’onore delle armi            ( solo 35 voti di scarto )  .                                                                                                                    Un fatto eclatante si è verificato a Bova, uno dei   Borghi più belli e caratteristici d’Italia ) che in controtendenza con il dato nazionale,  hanno votato quasi il 100% degli aventi diritto al voto .                                                                                           Ha stracciato, ogni possibile previsione ed exit-poll, il reale dato elettorale del Comune di Roghudi nel quale comune , non ricandidato il sindaco uscente dottor Agostino Zavettieri , ha letteralmente spopolato  il “ forestiero ” di Bova Marina           ( anche se gli vengono riconosciuti degli avi nel comune aspromontano, che dopo l’alluvione del 1970 è stato ricostruito in territorio di Melito Porto Salvo),l ‘ex consigliere provinciale Pierpaolo Zavettieri che ha più che raddoppiato  i voti ottenuti dall’avvocato Mario Maesano che pure rappresentava un ottimo candidato con eccellente curriculum politico – culturale .                                                                                    La grande speranza è che questi nuovi sindaci, carichi di entusiasmo per l’onore e l’onere dell’impegno ricevuto di rappresentare al meglio le loro comunità possano essere  da forte ed acuminato pungolo per dare nuova e più vigorosa linfa  alle difficile  battaglie che essi dovranno affrontare per cercare di vincere la dirompente sfida per dare delle certezze  di miglioramento economico e sociale  alle comunità amministrate ormai ridotte allo stremo soprattutto per mancanza, quasi totale, di occupazione giovanile  - femminile   e per la  inefficienza e soppressione dei servizi al cittadino  in tutti i settori vitali ed essenziali del vivere civile .                                  Se così non fosse sarebbe bene che non  si perda altro tempo prezioso ( ormai  il tempo è scaduto ) e che ognuno ritorni dentro il proprio steccato . Non sarà certamente il semplice  sfoggio di   una fascia tricolore, appesa a tracollo, a cambiare il destino questa terra  .                                                         

Cerca nel sito