È un piatto molto antico ormai in disuso e quasi sconosciuto. Si preparava una volta l’anno, il giorno 13 dicembre, festa di Santa Lucia.

Questa tradizione voleva rendere omaggio alla Santa martire a cui, durante le persecuzioni contro i Cristiani, erano stati strappati gli occhi e macinati in una macina di mulino. Per questo motivo il 13 dicembre  non si mangiavano gli alimenti che si ottenevano per macinatura.

Mettere a bagno  il grano per un giorno, quindi bollitelo a lungo e conditelo con abbondante olio d’oliva (a piacere anche con qualche cucchiaiata di pomodoro e prezzemolo fresco).

Ingredienti:

grano Kg 1

sale, olio q.b.

Facoltativi:

un po’ di pomodoro

e prezzemolo

 

TRATTO DA

I SAPORI DELLA  TRADIZIONE

A BOVA MARINA NELL’AREA ELLENOFONA

 

Progetto, foto, layout e realizzazione:

Elio Cotronei

Ricette:

Cristina Larizza, Teresa Tuscano

Ricerca storica:

Domenico  Fiorenza

Realizzazioni pratiche/verifiche gastronomiche:

Giuseppina Crea, Elio Cotronei,

Carmelina Errante.

CULTURA EUROMEDITERRANEA

UTE–TEL–B

Bova Marina – Area Ellenofona della Calabria

Maggiori informazioni https://www.deliapolis.it/products/i-sapori-della-tradizione-nellarea-grecocalabra-purvia/