TESTACCIO – I CARABINIERI METTONO FINE AD ANNI DI ANGHERIE, SOPRUSI E MALTRATTAMENTI, MAI DENUNCIATI, DA PARTE DI UN 50ENNE NEI CONFRONTI DELL’ANZIANA MADRE. 

ROMA – Per anni, un’anziana madre 78enne residente nel quartiere Testaccio ha sopportato, per amore, le angherie e le violenze quasi quotidiane che il figlio metteva in atto nei suoi confronti, senza mai denunciare e senza mai farsi curare le ferite “per non metterlo nei guai”.

Anche il profondo sentimento materno, di fronte a un incubo così prolungato nel tempo, non hanno retto e la donna si è finalmente convinta a chiedere aiuto ai Carabinieri della Stazione Roma Aventino.

I militari hanno monitorato la situazione per oltre un anno e dopo aver convinto la madre a sporgere denuncia, nei confronti dell’uomo – un 50enne con precedenti – è scattata la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla madre, provvedimento emesso dall’Autorità Giudiziaria capitolina sulla base degli elementi raccolti dai Carabinieri.

Il figlio violento, però, non voleva proprio accettare di lasciare la casa dove fino a quel momento aveva spadroneggiato, al punto che, quando i Carabinieri sono arrivati per notificargli il provvedimento a suo carico, ha reagito con la consueta violenza, dapprima minacciando e insultando i militari, poi tentando di colpirli scagliandogli contro una fioriera in ferro e altri oggetti.

L’uomo, alla fine, è stato arrestato con le accuse di maltrattamenti in famiglia e oltraggio a pubblico ufficiale.

Nel corso di questa brutta storia, la donna ha più volte trovato rifugio nella caserma dei Carabinieri dell’Aventino, per evitare pericolosi contatti con il figlio violento. I militari si sono adoperati per cercarle una valida sistemazione, alternativa alla convivenza con il figlio, individuata, in un secondo tempo, in una struttura di accoglienza per anziani della Capitale dove l’84enne è stata alloggiata fino all’arresto del figlio, che ora si trova nel carcere di Regina Coeli.

 

SAN BASILIO COME SCAMPIA – CARABINIERI ARRESTATO UN PUSHER E DUE VEDETTE.

ROMA – Al termine di una mirata attività antidroga, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Montesacro hanno arrestato in flagranza di reato 3 romani di 28, 31 e 45 anni – con precedenti – per spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel pomeriggio di ieri, dopo diverse ore di appostamento, nei pressi di via Corinaldo, nel quartiere San Basilio, monitorando l’attività di una piazza di spaccio, i Carabinieri sono riusciti ad individuare un gruppo di spacciatori. Due vedette, posizionate in punti strategici, avvisavano dell’arrivo delle forze dell’ordine e degli acquirenti che al loro arrivo erano dirottati nel luogo dove effettuare lo scambio.

All’arrivo dell’ennesimo cliente, i militari di San Basilio hanno atteso che le vedette lo indirizzassero verso il pusher e sono entrati in azione. All’atto del blitz, le due vedette hanno subito urlato avvisando il pusher dell’arrivo delle “guardie”. I militari sono riusciti comunque a bloccarli tutti. Individuato anche il nascondiglio dove sono state rinvenute diversi dosi di cocaina. A seguito delle perquisizioni nelle rispettive abitazioni sono state rinvenute e sequestrate centinaia di dosi di cocaina per oltre 170 g.

Identificato anche il “cliente”, che a sua volta è stato segnalato alla Prefettura in qualità di assuntore mentre, i 3 sono stati condotti in  caserma e trattenuti in attesa del rito direttissimo.