Chi siamo

01.09.2017 13:25

Università per la Terza Età e per il Tempo Libero della Bovesia - Area Ellenofona

Università per la Terza Età e per il Tempo Libero della Bovesia - Area Ellenofona University for senior citizens and leisure time of Bovesia Greek Area  https://www.greciacalabra.net/home/area-ellenofona/ute-tel-b.htm   logo UTE-TEL-B  e deliapress.it

Credits

 

UTE-TEL-B

(Università per la Terza Età e per il Tempo Libero della Bovesìa-Area Ellenofona)

dal 1989

Organizzazione rigidamente "no profit", iscritta all'Albo Regionale delle Associazioni.

presidente prof. Elio Cotronei 

Ha fondato nel 2001 il periodico 

DELIA POLIS Area Ellenofona

dal 2015 anche quotidiano on line in tempi reali

www.deliapress.it

contatti: deliapress@virgilio.it

 

Fondatore, Editore, Direttore Editoriale, Amministratore del sito: 

      Elio Cotronei giornalista pubblicista (gp) (www.eliocotronei.eu)  (Bova M. - 4.11 1937)

                                            eliocotronei@gmail.com

Direttore Responsabile dalla testata e amministratore del sito: 

     Domenico Salvatore giornalista pubblicista (Montebello ionico 21.08.1947)

                                          domenicosalvatore1947@gmail.com  

Registrazione: Tribunale di Reggio Calabria n.10 del 25.10.2001

 

I precedenti ruoli non hanno subito variazioni dall'inizio ad oggi            

         

Collaborazioni  abituali e/o frequenti: 

Francesca Aleida Martino (gp)   (16.10.81 - Reggio Calabria)                                         

Filippo Violi (gp) (1.09.1947 - Bova Marina )                       

Attilio Cotronei (gp)  (29.08.1980 - Bova M.)                         

Claudia Pugliese (gp) (8.07.1986 - Messina)                          

Cosimo Sframeli (gp) (22.01.1959  - Messina)                           

Antonia Carmelita Genova - ( 16.07.1963 - Bova M.)                           

Mimmo Musolino (26.05.1947 - Careri)                                              

Francesco Jachino (16.03.1946 - Melito P.S.)                           

Virginia Jacopino (4.02.1942   - Melito P.S.)

Silvio Cacciatore  (14.02.1997    Milano)

Rosa Marrapodi   (17.2.1947   Bruzzano Zeffirio)  

Maria Drosi (Soverato)                                             __________________________________________________

___________________________________________________

Direzione, redazione, amministrazione e stampa (in proprio):

Corso Umberto I, 23 C—89035 Bova Marina (RC)

Mobile phone 347 3493874 

deliapress@virgilio.it

eliocotronei@gmail.com

Pubblicazione in Internet:

     www.deliapress.it

 
Pagina su Facebook
PRECISAZIONI

Ogni forma di pubblicazione (testi, foto, video, ..) ricevuta è a titolo gratuito, salvo diversa intesa scritta con l'Editore

I punti di vista e le opinioni espressi in questa pubblicazione sono di esclusiva responsabilità degli autori e non riflettono necessariamente il punto di vista di DELIA POLIS  - deliapress.it cioè dell'Editore.
_____________________________________________________________________________________________________________________________

I LETTORI CI SCRIVONO E NOI (QUASI SEMPRE) PUBBLICHIAMO, MA SI ASSUMONO LE LORO RESPONSABILITA’ DI FRONTE ALLE LEGGE…

Le opinioni dei lettori non coincidono e non collimano necessariamente con la linea del giornale, che comunque, rimane un canale d’informazione, cultura ed opinione “ a  p  e  r  t  o” ed indipendente, al contributo di tutti e di ciascuno ed al servizio della collettività e della comunicazione; ossequiente al dettato della Carta Costituzionale, articolo 21, leggi varie, convenzioni, trattati, decreti e successive modifiche ed integrazioni; per una crescita culturale, sociale e morale effettiva e concreta. Libertà e democrazia, parola a chi non ce l’ha, ma anche pieno, totale ed incondizionato rispetto per la dignità del prossimo. Il direttore

___________________________________________________________________________

 

LINK:  

 

www.universita-terza-eta.webnode.it

www.club.it/banner.jpg

www.elicotronei.eu
www.bovamarina.eu
www.greciacalabra.net 

www.eliocotronei.eu     

 

 

Storia del progetto

Università per la Terza Età e per il Tempo Libero della Bovesia - Area Ellenofon

01.09.2017 13:25

Università per la Terza Età e per il Tempo Libero della Bovesia - Area Ellenofona 
University for senior citizens and leisure time of Bovesia Greek Area Ellenofona

 

Clicca qui

https://www.greciacalabra.net/home/area-ellenofona/ute-tel-b.htm

 

**************************************

16 DICEMBRE ‘ 89 conferenza preparatoria 20 GENNAIO ‘ 90 apertura del 1° anno accademico DUE DATE DA RICORDARE

Nasce l’UTE-TEL con sede nella Biblioteca Comunale “Pietro Timpano” la più attiva “macchina culturale e per il tempo libero” concepita nell’intero versante jonico meridionale, il più efficace strumento di intervento nella realtà sociale per rinvigorirne i mezzi culturali e pervenire ad una tensione unitaria per un autentico e reale processo di crescita. Un centro di aggregazione sociale, basato sul volontariato, aperto a giovani adulti ed anziani. Un legame generazionale per giovani, adulti, anziani, INSIEME per una presenza realizzatrice e qualificante nella difesa e promozione dei valori Una struttura per un programma d’azione verso una società migliore, capace di mantenere e rendere significativo il legame tra spessore storico dell’esperienza maturata e il futuro, capace di attivare dinamiche positive a favore della terza età, degli adulti e dei giovani. Costituita con atto, registrazione al n. 766/91 presso l’Ufficio del Registro atti civili di Reggio Calabria, possiede come organismi qualificanti l’Ufficio di Presidenza, il Consiglio di Amministrazione, l’Assemblea dei soci, il Collegio dei Probiviri, il Collegio dei Revisori dei Conti, il Comitato Scientifico per la Programmazione. Si tengono lezioni, corsi a domanda, , manifestazioni, iniziative per il tempo libero ( viaggi, sport, ecc.), corsi di aggiornamento per docenti e di formazione per studenti, ecc

  LE AREE CULTURALI 1- della cultura locale 2- psico - socio - pedagogica e religiosa 3- antropologico- esistenziale (ambiti: del diritto, geografico, storico, filosofico, linguistico - letterario) 4- area ecologica 5- scienze e società ( scienze, economia, informatica) 6- dell’educazione alla salute( medicina e biologia) 7- del tempo libero ( viaggi sport, arti, artigianato, musica, ecc.) Nel fondare questa struttura, caratterizzata dall’appartenenza all’Area ellenofona, si è voluto rendere significativo il legame tra lo spessore storico dell’esperienza maturata e il futuro attivando dinamiche positive a favore della terza età, degli adulti e dei giovani. Per questa ragione pur avviando iniziative in tutti gli ambiti culturali e del tempo libero1, con lezioni, conferenze, sezioni speciali, una particolare attenzione viene rivolta all’area della cultura locale ed in particolare alla cultura ellenofona e agli Ellenofoni di Calabria. L’UTE-TEL-B, pur non essendo specificamente un’associazione ellenofona, si pone dall’inizio a fianco delle associazioni che da anni operavano su questo fronte dando un notevole contributo per un adeguato risveglio di attenzione. Tra le numerose finalità statutarie, intende: ... “... 4. Favorire le iniziative dirette al recupero e alla valorizzazione di lingua, cultura, tradizioni e folklore legati alla identità locale e regionale, nella consapevolezza che lo studio e l’interesse per il proprio passato e per le proprie forme di vita e di lavoro rende più consapevoli ed indipendenti nelle scelte per il futuro: a) particolare attenzione va rivolta alla minoranza storica, i greci di Calabria, che si trovano a vivere in questa area della Bovesìa, detta appunto ellenofona, luogo di resistenza di usi, costumi, lingua ereditati dagli antichi abitatori greci allo scopo di salvaguardare la loro identità e cultura, che poi coincidono con la cultura linguistica, etimologica, antropologica della Bovesìa, favorendo la produzione culturale, lo studio e l’arricchimento, attraverso una continua creatività, della loro lingua, per farne non un tratto pittoresco di una minoranza dimorante in un certo territorio ma un elemento vivo

di una minoranza intensa aperta agli apporti esterni; b) particolare interesse va rivolto alla cultura greca e magno greca curando di sviluppare ogni forma di scambio socioculturale con la Grecia, ivi compresa la conoscenza della lingua greca moderna” A partire dal 1990 non c’è ambito della cultura dei greci di Calabria che viene tralasciato: i maggiori studiosi, gli appassionati, i più emblematici personaggi di questa cultura vengono invitati per fare conoscere le problematiche passate e dare testimonianza e contributo di studio2. Non vengono trascurati i viaggi nell’area grecanica della Calabria e della Puglia e nei centri più significativi della Magna Grecia e della Grecia odierna. Successivamente la prima guida turistico-culturale di Bova Marina, edita dall’UTE-TEL-B, che si avvale di due preziosi cultori di problematiche ellenofone, arch. Antonella Casile del Comitato Scientifico per la Programmazione e prof. Domenico Fiorenza (vicepresidente dell’UTE-TEL-B), dà ampio spazio divulgativo alla cultura dei greci di Calabria. Seguono altre pubblicazioni come “Ellenofoni di Calabria”, un CD Rom “La minoranza grecofoni in Calabria”, collaborazione con l’Università di Macedonia di Salonicco ad una pubblicazione “La poesia ellenofone contemporanea nell’Italia del Sud”. 

Ha istituito 

• il Premio Internazionale di Poesia "Delia- Città di Bova Marina" che ha una sezione Europa ellenofona alla quale si può partecipare con poesie in italiano,vernacolo, inglese, francese, tedesco, spagnolo, greco moderno, grico del Salento e grecanico di Calabria. www.creanet.it/bovamarinacultura - il Premio Internazionale "Dionysios Solomos" destinato alla personalità della cultura e/o all'Istituzione che si sono distinte per aggregare i popoli mediterranei di origine ellenica. www.creanet.it/bovamarinacultura

La differenza sostanziale con una qualunque associazione culturale consiste nella regolarità delle iniziative secondo cicli di lezioni (due volte la settimana), conferenze, attività per il tempo libero, ecc., previste in calendario e non episodiche e casuali, che vanno da novembre a giugno. Cicli che poi si arricchiscono di manifestazioni straordinarie. Questo consente alla nostra organizzazione di essere unica nel suo genere in tutto il versante ionico meridionale e di svolgere un’attività culturale molto intensa rivolta a giovani adulti ed anziani. Nessuna organizzazione può annoverare una frequenza annuale di interventi qualificati pari alla nostra.

L’attenzione rivolta alla cultura ellenofona in anni è stata, a dir poco, eccezionale perché si è rivolta ad un pubblico vasto, mai interessato dalla sporadicità delle altrui iniziative, coinvolgendolo in analisi approfondite e sensibilizzandolo al problema della comune ellenoghenia.Conferenze su tutti gli aspetti, corsi di lingua neogreca per giovani ed adulti, conferenze strutturate per i giovani del liceo a partire dal mondo classico fino ai grecocalabri con particolare attenzione al mondo bizantino, presenze di studiosi delle problematiche grecaniche, interventi a favore delle minoranze linguistiche, corsi di aggiornamento per docenti, viaggi e partecipazione a convegni in Grecia, assistenza culturale e sostegno nelle attività di ricerca per giovani delle scuole italiane e greche (ginnasi provenienti da Mitilene, Aghia Paraskevì, Zografou, Ilion, Atene, Creta,...) in visita all’Area Ellenofona, produzione di video e di pubblicazioni attinenti, programmi di scambio “Gioventù per l’Europa” con gruppi di giovani greci provenienti da Salonicco e da Koridallos, partecipazione organizzativa a ben due gemellaggi tra il Comune di Bova Marina e i comuni di Ymittos e Velvendò, ecc. Le Panbovesiadi, gare di atletica leggera per gli alunni delle scuole delle Aree ellenofone, che quest’anno hanno registrato la

presenza del Ginnasio di Aghia Paraskevì. Partecipazione con altri trentacinque centri della terza età e di Cipro ad un raduno nell’isola di Rodi, occasione memorabile per fare emergere le ragioni delle nostre origini comuni davanti a duemila intervenuti e le relazioni con il Comune di Rodi e con il suo KAPI (Centro per la terza età). Il Premio Internazionale di Poesia “Delia- Città di Bova Marina”, dal 1995, nelle lingue europee più diffuse e con una speciale sezione Europa Ellenofona riguardante le composizioni in grecocalabro, griko di puglia e neogreco; la premiazione dei poeti greci avviene generalmente ad Atene presso la sala consiliare del Comune di Ymittos. Inoltre l’istituzione del premio “Dionysios Solomos” destinato ad una personalità della cultura neogreca a partire dal bicentenario della nascita del poeta.

Dallo Statuto dell’UTE-TEL-B (Università per la Terza Età e per il Tempo Libero della Bovesia-Area Ellenofona). ART. 4 .............. Vuole costruire un ponte generazionale, un legame tra lo spessore storico dell’esperienza maturata e il futuro .............................. Vuole essere una presenza realizzatrice e qualificante Per la difesa e promozione dei valori, in particolare quelli delle culture minoritarie, sia storiche che nuove ,contribuendo su questa base a dare risposte ai bisogni emergenti ed ai cambiamenti storicamente necessari ed utili. Vuole collaborare all’educazione alla mondialità di un cittadino che diventi capace di solidarietà e di una umanità più adatta a vivere l'interdipendenza econornica, tecnologica, politica e culturale che caratterizza i popoli nel nostro tempo. E' aperta all'attivazione di tutte le sinergie possibili con Enti, Istituzioni, Associazioni, Organizzazioni che operano con le stesse finalità, sia in Italia che all’estero, aderendovi o consentendo la loro adesione all' Associazione. L' associazione intende: 1) favorire e promuovere la produzione, la conoscenza, la diffusione di quanto concerne i valori culturali a carattere storico, umanistico, letterario, scientifico, tecnico, artistico, sportivo, tramite lezioni, conferenze, convegni, seminari, congressi , concorsi , premi, mostre, iniziative sportive, viaggi, scambi culturali. 4) favorire le iniziative dirette al recupero e alla valorizzazione di lingua, cultura, tradizioni e folclore legati all'identità locale e regionale, nella consapevolezza che lo studio e l'interesse per il proprio passato e le proprie forme di vita e di lavoro rende più consapevoli ed indipendenti nelle scelte per il futuro: a) particolare attenzione va riservata alla minoranza storica dei Greci di Calabria, che si trovano a vivere in quest'area della Bovesia, detta appunto ellenofona, luogo di resistenza di usi ,costumi, lingua, ereditati direttamente dagli antichi abitatori greci, allo scopo di salvaguardare la loro identità e cultura, che poi coincide con la cultura linguistica, etimologica, antropologica della Bovesia, favorendo la produzione culturale, lo studio e l'arricchimento, attraverso una continua creatività, della loro lingua per farne non un tratto pittoresco di una minoranza dimorante in un certo territorio, ma un elemento vivo di una minoranza intensa aperta agli apporti esterni; b) particolare interesse va rivolto alla cultura greca e magno greca, curando di sviluppare ogni forma di scambio socio-culturale con la Grecia, ivi compresa la conoscenza della lingua greca moderna Un’azione culturale sul fronte dei Greci di Calabria. L’ UTE-TEL-B dal 1989 e il CRIG dal 1996 operano in tutti gli ambiti culturali e del tempo libero. Rappresentano le presenze organizzate più attive nelle iniziative a favore di lingua e

cultura dei Greci di Calabria, operando non saltuariamente, come le altre associazioni o gli altri circoli, ma con regolarità settimanale: due lezioni settimanali e altre iniziative speciali negli altri giorni. Un contributo che nessuno può vantare. ? Convegni di alto livello, come “La pronuncia del greco dalle origini al grecocalabro”, ? Conferenze tenute da un elevato numero di esponenti del mondo grecanico e da personalità della cultura che di questo mondo hanno fatto oggetto di studio, ? Studio e divulgazione di tutti gli aspetti elleno-calabro-mediterranei, ivi compresi quelli storico-archeologici con corsi a favore delle scuole, e delle interazioni culturali relative, ? Partecipazione a manifestazioni internazionali per far conoscere l’Area Ellenofona, ? Organizzazioni di tournées con gruppi folclorici per far conoscere i canti grecocalabri fuori dell’Italia, ? Una pubblicazione, “Ellenofoni di Calabria”, edita in proprio, ? Una pubblicazione dell’Università di Salonicco, “La Poesia Ellenofona contemporanea Il corso di aggiornamento “La minoranza grecocalabra della Bovesia all’interno della tradizione culturale della Regione e nel contesto più ampio della Magna Grecia e della cultura ellenofona. a suo tempo autorizzato con decreto del 26.5.97 prot.n. 25093 del Provveditorato agli Studi di Reggio C.

A Parigi, in occasione del Netdays Europe (www.netdays2000.org), la principale manifestazione educativa e culturale voluta dalla Commissione Europea per promuovere l’uso didattico della rete Internet, è stato presentato il progetto LEON (Learning Europe On the Net). I greci, i greci di Calabria e i greci di Puglia, i Celti, storia, lingua, poesia, tradizioni, ecc., le istituzioni europee, sono stati tra gli argomenti principali. Il tutto si può trovare sul sito web: www. leon-madariaga.coleurop.be La realizzazione è stata curata dalla fondazione Madariaga, con sede a Bruxelles, la parte relativa ai greci di Calabria è stata fornita dal prof. Elio Cotronei, presidente dell’UTE-TEL-B (Università per la Terza Età e per il Tempo Libero dell’Area Ellenofona della Calabria) e del CRIG (Comitato per le Relazioni Internazionali e per i Gemellaggi) di Bova Marina, partner europeo del progetto, che per l’occasione ha fatto partecipare alla manifestazione alcuni studenti del Gruppo Folclorico Permanente della scuola media della cittadina ellenofona, per una testimonianza diretta al pubblico presente di balli e canti dei greci di Calabria. La delegazione ha colto l’occasione per una visita alle sedi principali dell’UE in Bruxelles. Altri partner: il Comune di Rodi, alcune associazioni degli italo-greci del Salento pugliese e dei celti di Spagna, Francia, Regno Unito.

Le attività continuano.

Si sono arricchite di laboratori artistici (pittura, mosaico, ceramica, decoupage), di nuove pubblicazioni (gastronomia, tradizioni, saggistica), di nuovi viaggi, fino a 114 in 28 anni, di nuove conferenze, convegni, premi, circa 750 incontri culturali complessivamente.

E negli ultimi tre anni doni alla comunità: quadri della Madonna del Mare (Bova M, Bova, Delianuova), un grande mosaico, alto più di due metri, che campeggia sulla ss106 in prossimità del promontorio di Bova Marina, dedicato alla Madonna del Mare, con una grande ancora davanti con la scritta: Madonna del mare, àncora di salvezza nelle procelle della vita.

Ci auguriamo di essere stati esaustivi avendo forzato la … sintesi.

 

P.S. Nel periodo in cui il Luogotenente Cosimo Sframeli era Comandante della Stazione di Bova Marina (oggi dopo Reggio Calabria Comandante a Vibo Valentia e nostro collaboratore in qualità di scrittore-giornalista) ogni Comandante della Compagnia di Melito PS, al suo arrivo veniva invitato nella nostra sede per una conferenza di argomento di pertinenza. Non sarebbe male ripristinare la consuetudine perché c’è tanto bisogno di socializzare problematiche

 

16 DICEMBRE ‘ 89 confe
 
renza preparatoria 20 GENNAIO ‘ 90 apertura del 1° anno accademico DUE DATE DA RICORDARE
Nasce l’UTE-TEL con sede nella Biblioteca Comunale “Pietro Timpano” la più attiva “macchina culturale e per il tempo libero” concepita nell’intero versante jonico meridionale, il più efficace strumento di intervento nella realtà sociale per rinvigorirne i mezzi culturali e pervenire ad una tensione unitaria per un autentico e reale processo di crescita. Un centro di aggregazione sociale, basato sul volontariato, aperto a giovani adulti ed anziani. Un legame generazionale per giovani, adulti, anziani, INSIEME per una presenza realizzatrice e qualificante nella difesa e promozione dei valori Una struttura per un programma d’azione verso una società migliore, capace di mantenere e rendere significativo il legame tra spessore storico dell’esperienza maturata e il futuro, capace di attivare dinamiche positive a favore della terza età, degli adulti e dei giovani. Costituita con atto, registrazione al n. 766/91 presso l’Ufficio del Registro atti civili di Reggio Calabria, possiede come organismi qualificanti l’Ufficio di Presidenza, il Consiglio di Amministrazione, l’Assemblea dei soci, il Collegio dei Probiviri, il Collegio dei Revisori dei Conti, il Comitato Scientifico per la Programmazione. Si tengono lezioni, corsi a domanda, , manifestazioni, iniziative per il tempo libero ( viaggi, sport, ecc.), corsi di aggiornamento per docenti e di formazione per studenti, ecc
Vicepreside LE AREE CULTURALI 1- della cultura locale 2- psico - socio - pedagogica e religiosa 3- antropologico- esistenziale (ambiti: del diritto, geografico, storico, filosofico, linguistico - letterario) 4- area ecologica 5- scienze e società ( scienze, economia, informatica) 6- dell’educazione alla salute( medicina e biologia) 7- del tempo libero ( viaggi sport, arti, artigianato, musica, ecc.) Nel fondare questa struttura, caratterizzata dall’appartenenza all’Area ellenofona, si è voluto rendere significativo il legame tra lo spessore storico dell’esperienza maturata e il futuro attivando dinamiche positive a favore della terza età, degli adulti e dei giovani. Per questa ragione pur avviando iniziative in tutti gli ambiti culturali e del tempo libero1, con lezioni, conferenze, sezioni speciali, una particolare attenzione viene rivolta all’area della cultura locale ed in particolare alla cultura ellenofona e agli Ellenofoni di Calabria. L’UTE-TEL-B, pur non essendo specificamente un’associazione ellenofona, si pone dall’inizio a fianco delle associazioni che da anni operavano su questo fronte dando un notevole contributo per un adeguato risveglio di attenzione. Tra le numerose finalità statutarie, intende: ... “... 4. Favorire le iniziative dirette al recupero e alla valorizzazione di lingua, cultura, tradizioni e folklore legati alla identità locale e regionale, nella consapevolezza che lo studio e l’interesse per il proprio passato e per le proprie forme di vita e di lavoro rende più consapevoli ed indipendenti nelle scelte per il futuro: a) particolare attenzione va rivolta alla minoranza storica, i greci di Calabria, che si trovano a vivere in questa area della Bovesìa, detta appunto ellenofona, luogo di resistenza di usi, costumi, lingua ereditati dagli antichi abitatori greci allo scopo di salvaguardare la loro identità e cultura, che poi coincidono con la cultura linguistica, etimologica, antropologica della Bovesìa, favorendo la produzione culturale, lo studio e l’arricchimento, attraverso una continua creatività, della loro lingua, per farne non un tratto pittoresco di una minoranza dimorante in un certo territorio ma un elemento vivo
di una minoranza intensa aperta agli apporti esterni; b) particolare interesse va rivolto alla cultura greca e magno greca curando di sviluppare ogni forma di scambio socioculturale con la Grecia, ivi compresa la conoscenza della lingua greca moderna” A partire dal 1990 non c’è ambito della cultura dei greci di Calabria che viene tralasciato: i maggiori studiosi, gli appassionati, i più emblematici personaggi di questa cultura vengono invitati per fare conoscere le problematiche passate e dare testimonianza e contributo di studio2. Non vengono trascurati i viaggi nell’area grecanica della Calabria e della Puglia e nei centri più significativi della Magna Grecia e della Grecia odierna. Successivamente la prima guida turistico-culturale di Bova Marina, edita dall’UTE-TEL-B, che si avvale di due preziosi cultori di problematiche ellenofone, arch. Antonella Casile del Comitato Scientifico per la Programmazione e prof. Domenico Fiorenza (vicepresidente dell’UTE-TEL-B), dà ampio spazio divulgativo alla cultura dei greci di Calabria. Seguono altre pubblicazioni come “Ellenofoni di Calabria”, un CD Rom “La minoranza grecofoni in Calabria”, collaborazione con l’Università di Macedonia di Salonicco ad una pubblicazione “La poesia ellenofone contemporanea nell’Italia del Sud”. Ha istituito • il Premio Internazionale di Poesia "Delia- Città di Bova Marina" che ha una sezione Europa ellenofona alla quale si può partecipare con poesie in italiano,vernacolo, inglese, francese, tedesco, spagnolo, greco moderno, grico del Salento e grecanico di Calabria. www.creanet.it/bovamarinacultura - il Premio Internazionale "Dionysios Solomos" destinato alla personalità della cultura e/o all'Istituzione che si sono distinte per aggregare i popoli mediterranei di origine ellenica. www.creanet.it/bovamarinacultura
La differenza sostanziale con una qualunque associazione culturale consiste nella regolarità delle iniziative secondo cicli di lezioni (due volte la settimana), conferenze, attività per il tempo libero, ecc., previste in calendario e non episodiche e casuali, che vanno da novembre a giugno. Cicli che poi si arricchiscono di manifestazioni straordinarie. Questo consente alla nostra organizzazione di essere unica nel suo genere in tutto il versante ionico meridionale e di svolgere un’attività culturale molto intensa rivolta a giovani adulti ed anziani. Nessuna organizzazione può annoverare una frequenza annuale di interventi qualificati pari alla nostra.
L’attenzione rivolta alla cultura ellenofona in anni è stata, a dir poco, eccezionale perché si è rivolta ad un pubblico vasto, mai interessato dalla sporadicità delle altrui iniziative, coinvolgendolo in analisi approfondite e sensibilizzandolo al problema della comune ellenoghenia.Conferenze su tutti gli aspetti, corsi di lingua neogreca per giovani ed adulti, conferenze strutturate per i giovani del liceo a partire dal mondo classico fino ai grecocalabri con particolare attenzione al mondo bizantino, presenze di studiosi delle problematiche grecaniche, interventi a favore delle minoranze linguistiche, corsi di aggiornamento per docenti, viaggi e partecipazione a convegni in Grecia, assistenza culturale e sostegno nelle attività di ricerca per giovani delle scuole italiane e greche (ginnasi provenienti da Mitilene, Aghia Paraskevì, Zografou, Ilion, Atene, Creta,...) in visita all’Area Ellenofona, produzione di video e di pubblicazioni attinenti, programmi di scambio “Gioventù per l’Europa” con gruppi di giovani greci provenienti da Salonicco e da Koridallos, partecipazione organizzativa a ben due gemellaggi tra il Comune di Bova Marina e i comuni di Ymittos e Velvendò, ecc. Le Panbovesiadi, gare di atletica leggera per gli alunni delle scuole delle Aree ellenofone, che quest’anno hanno registrato la
presenza del Ginnasio di Aghia Paraskevì. Partecipazione con altri trentacinque centri della terza età e di Cipro ad un raduno nell’isola di Rodi, occasione memorabile per fare emergere le ragioni delle nostre origini comuni davanti a duemila intervenuti e le relazioni con il Comune di Rodi e con il suo KAPI (Centro per la terza età). Il Premio Internazionale di Poesia “Delia- Città di Bova Marina”, dal 1995, nelle lingue europee più diffuse e con una speciale sezione Europa Ellenofona riguardante le composizioni in grecocalabro, griko di puglia e neogreco; la premiazione dei poeti greci avviene generalmente ad Atene presso la sala consiliare del Comune di Ymittos. Inoltre l’istituzione del premio “Dionysios Solomos” destinato ad una personalità della cultura neogreca a partire dal bicentenario della nascita del poeta.
Dallo Statuto dell’UTE-TEL-B (Università per la Terza Età e per il Tempo Libero della Bovesia-Area Ellenofona). ART. 4 .............. Vuole costruire un ponte generazionale, un legame tra lo spessore storico dell’esperienza maturata e il futuro .............................. Vuole essere una presenza realizzatrice e qualificante Per la difesa e promozione dei valori, in particolare quelli delle culture minoritarie, sia storiche che nuove ,contribuendo su questa base a dare risposte ai bisogni emergenti ed ai cambiamenti storicamente necessari ed utili. Vuole collaborare all’educazione alla mondialità di un cittadino che diventi capace di solidarietà e di una umanità più adatta a vivere l'interdipendenza econornica, tecnologica, politica e culturale che caratterizza i popoli nel nostro tempo. E' aperta all'attivazione di tutte le sinergie possibili con Enti, Istituzioni, Associazioni, Organizzazioni che operano con le stesse finalità, sia in Italia che all’estero, aderendovi o consentendo la loro adesione all' Associazione. L' associazione intende: 1) favorire e promuovere la produzione, la conoscenza, la diffusione di quanto concerne i valori culturali a carattere storico, umanistico, letterario, scientifico, tecnico, artistico, sportivo, tramite lezioni, conferenze, convegni, seminari, congressi , concorsi , premi, mostre, iniziative sportive, viaggi, scambi culturali. 4) favorire le iniziative dirette al recupero e alla valorizzazione di lingua, cultura, tradizioni e folclore legati all'identità locale e regionale, nella consapevolezza che lo studio e l'interesse per il proprio passato e le proprie forme di vita e di lavoro rende più consapevoli ed indipendenti nelle scelte per il futuro: a) particolare attenzione va riservata alla minoranza storica dei Greci di Calabria, che si trovano a vivere in quest'area della Bovesia, detta appunto ellenofona, luogo di resistenza di usi ,costumi, lingua, ereditati direttamente dagli antichi abitatori greci, allo scopo di salvaguardare la loro identità e cultura, che poi coincide con la cultura linguistica, etimologica, antropologica della Bovesia, favorendo la produzione culturale, lo studio e l'arricchimento, attraverso una continua creatività, della loro lingua per farne non un tratto pittoresco di una minoranza dimorante in un certo territorio, ma un elemento vivo di una minoranza intensa aperta agli apporti esterni; b) particolare interesse va rivolto alla cultura greca e magno greca, curando di sviluppare ogni forma di scambio socio-culturale con la Grecia, ivi compresa la conoscenza della lingua greca moderna Un’azione culturale sul fronte dei Greci di Calabria. L’ UTE-TEL-B dal 1989 e il CRIG dal 1996 operano in tutti gli ambiti culturali e del tempo libero. Rappresentano le presenze organizzate più attive nelle iniziative a favore di lingua e
cultura dei Greci di Calabria, operando non saltuariamente, come le altre associazioni o gli altri circoli, ma con regolarità settimanale: due lezioni settimanali e altre iniziative speciali negli altri giorni. Un contributo che nessuno può vantare. ? Convegni di alto livello, come “La pronuncia del greco dalle origini al grecocalabro”, ? Conferenze tenute da un elevato numero di esponenti del mondo grecanico e da personalità della cultura che di questo mondo hanno fatto oggetto di studio, ? Studio e divulgazione di tutti gli aspetti elleno-calabro-mediterranei, ivi compresi quelli storico-archeologici con corsi a favore delle scuole, e delle interazioni culturali relative, ? Partecipazione a manifestazioni internazionali per far conoscere l’Area Ellenofona, ? Organizzazioni di tournées con gruppi folclorici per far conoscere i canti grecocalabri fuori dell’Italia, ? Una pubblicazione, “Ellenofoni di Calabria”, edita in proprio, ? Una pubblicazione dell’Università di Salonicco, “La Poesia Ellenofona contemporanea Il corso di aggiornamento “La minoranza grecocalabra della Bovesia all’interno della tradizione culturale della Regione e nel contesto più ampio della Magna Grecia e della cultura ellenofona. a suo tempo autorizzato con decreto del 26.5.97 prot.n. 25093 del Provveditorato agli Studi di Reggio C.
A Parigi, in occasione del Netdays Europe (www.netdays2000.org), la principale manifestazione educativa e culturale voluta dalla Commissione Europea per promuovere l’uso didattico della rete Internet, è stato presentato il progetto LEON (Learning Europe On the Net). I greci, i greci di Calabria e i greci di Puglia, i Celti, storia, lingua, poesia, tradizioni, ecc., le istituzioni europee, sono stati tra gli argomenti principali. Il tutto si può trovare sul sito web: www. leon-madariaga.coleurop.be La realizzazione è stata curata dalla fondazione Madariaga, con sede a Bruxelles, la parte relativa ai greci di Calabria è stata fornita dal prof. Elio Cotronei, presidente dell’UTE-TEL-B (Università per la Terza Età e per il Tempo Libero dell’Area Ellenofona della Calabria) e del CRIG (Comitato per le Relazioni Internazionali e per i Gemellaggi) di Bova Marina, partner europeo del progetto, che per l’occasione ha fatto partecipare alla manifestazione alcuni studenti del Gruppo Folclorico Permanente della scuola media della cittadina ellenofona, per una testimonianza diretta al pubblico presente di balli e canti dei greci di Calabria. La delegazione ha colto l’occasione per una visita alle sedi principali dell’UE in Bruxelles. Altri partner: il Comune di Rodi, alcune associazioni degli italo-greci del Salento pugliese e dei celti di Spagna, Francia, Regno Unito.
Le attività continuano.
Si sono arricchite di laboratori artistici (pittura, mosaico, ceramica, decoupage), di nuove pubblicazioni (gastronomia, tradizioni, saggistica), di nuovi viaggi, fino a 114 in 28 anni, di nuove conferenze, convegni, premi, circa 750 incontri culturali complessivamente.
E negli ultimi tre anni doni alla comunità: quadi della madonna del mare (Bova M, Bova, Delianuova), un grande mosaico, alti più di due metri, che campeggia sulla ss106 in prossimità del promontorio di Bova Marina, dedicato alla Madonna del mare, con una grande ancora davanti con la scritta: Madonna del mare, àncora di salvezza nelle procelle della vita.
Ci auguriamo di essere stati esaustivi avendo forzato la … sintesi.
Augurandomi di conoscerla personalmente e di conoscere altresì il comandante della Compagnia*, porgo cordiali saluti
Prof. Elio Cotronei
P.S. * Nel periodo in cui il Luogotenente Cosimo Sframeli era Comandante della Stazione di Bova Marina (oggi dopo Reggio Calabria Comandante a Vibo Valentia e nostro collaboratore in qualità di scrittore-giornalista) ogni Comandante della Compagnia di Melito PS, al suo arrivo veniva invitato nella nostra sede per una conferenza di argomento di pertinenza. Non sarebbe male ripristinare la consuetudine perché c’è tanto bisogno di socializzare problematiche
Prof

I nostri utenti


Cerca nel sito