Taurianova (RC). Nella mattina di ieri, in contrada Buzzano, frazione di Castellace di Oppido Mamertina, i Carabinieri della Compagnia di Taurianova, in collaborazione con i Cacciatori di Vibo Valentia e con il supporto dei Carabinieri della Compagnia di Palmi, hanno arrestato CALLUSO Giuseppe, 30enne di Oppido Mamertina, accusato di detenzione di munizionamento da guerra e coltivazione di piante di marijuana.

In particolare, nel corso di una perquisizione effettuata in un terreno nella sua disponibilità, i militari dell’Arma hanno rinvenuto una piantagione di canapa indiana composta da 49 piante, dell’altezza media di circa 1,70 metri, in pieno stato vegetativo, disposte su 2 diversi appezzamenti.

Le operazioni di perquisizioni, estese ad un confinante terreno di proprietà del CALLUSO, hanno inoltre permesso ai militari di rinvenire, abilmente occultate in un’intercapedine ricavata nel soffitto di un casolare, 31 cartucce cal. 7,62 per fucili d’assalto e 5 cartucce cal. 12.

Tutto il munizionamento rinvenuto, in ottimo stato di conservazione, è stato sottoposto a sequestro, mentre le piante di canapa indiana, previa campionatura e sequestro, saranno successivamente trasmessi al RIS di Messina per le analisi tossicologiche del caso.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato posto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L’arresto ed il sequestro in argomento rientrano in un piano di controlli straordinari del territorio finalizzati al contrasto del pervasivo fenomeno della produzione e coltivazione di  marijuana nella Piana di Gioia Tauro, disposti dal Gruppo Carabinieri di Gioia Tauro, che ha già permesso di scoprire, nell’anno in corso, una serie di vaste piantagioni di canapa indiana, ultima delle quali a Rosarno il 24 agosto scorso, con il rinvenimento di una piantagione di oltre 150 piante e l’arresto di due soggetti.