epa08635772 French rider Julian Alaphilippe of the Deceuninck Quick-Step team celebrates as he crosses the finish line to win the 2nd stage of the 107th edition of the Tour de France cycling race over 186km around Nice, France, 30 August 2020. EPA/Stephane Mahe / Pool

Il francese Julien Alaphilippe ha vinto in volata la seconda tappa della 107/a edizione de Tour de France, una frazione di 186 chilometri con partenza e arrivo a Nizza. Alaphilippe, nuova maglia gialla, ha battuto in una volata a tre lo svizzero Hirshi e il britannico Adam Yates. La maglia gialla dopo la prima tappa era sulle spalle del norvegese Alexander Kristoff (UAE Emirates).

Doppio colpo e tanta commozione dunque per Julian Alaphilippe nella seconda tappa del Tour de France 2020. Il francese ha vinto in volata a Nizza e ritrovato la maglia gialla indossata per quattordici giorni lo scorso anno, dedicando tra le lacrime il successo sulla Promenade des Anglais, primo dell’anno, a suo padre ‘Jo, scomparso poche settimane fa.

Sotto il sole della Costa Azzurra, ritrovato dopo il maltempo del giorno prima che ha causato tantissimi ritiri a causa delle cadute, Alaphilippe ha conquistato la sua quinta vittoria di tappa al Tour e ha anche dato un segnale netto a chi non lo dava in gran forma dopo un avvio di stagione non brillantissimo e la caduta di ieri. E invece, il portacolori del team Deceuninck Quick Step ha mostrato di esserci, eccome, andando ad attaccare sulla salita di Eze, a 13 km dall’arrivo, dopo che il gruppo aveva posto termine ad una lunga e pericolosa fuga di un gruppetto comprendente anche Peter Sagan.

Raggiunto subito da Marc Hirschi, giovane e promettente svizzero, e dal britannico Adam Yates, Alaphilippe è riuscito a tenere a distanza il gruppo a imporsi per mezza ruota su Hirschi e a strappare la maglia gialla ad Alexander Kristoff, il velocista norvegese che era rimasto indietro già sul Turini, colle di prima categoria noto soprattutto per il Rally di Montecarlo, già a 100 km dal traguardo. “Ho lavorato molto in questa tappa, sono rimasto concentrato – ha commentato Alaphilippe -. Volevo dedicare questa vittoria a mio padre, è stato importante per me!”. La terza tappa domani porterà i corridori lunedì da Nizza a Sisteron, in 198 km, con qualche salita ma un arrivo aperto ai velocisti.