DALLE PRIME LUCI DELL’ALBA, I CARABINIERI DEL COMANDO PROVINCIALE DI COSENZA, COADIUVATI DAI MILITARI DEI COMANDI PROVINCIALI DI CATANZARO, NAPOLI E VENEZIA,  STANNO CONDUCENDO UN’OPERAZIONE PER L’ESECUZIONE DI 19 MISURE DI CUSTODIA CAUTELARE NEI CONFRONTI DI DUE AGGUERRITI GRUPPI CRIMINALI STABILMENTE DEDITI ALLA COMMISSIONE DI REATI PREDATORI NELLA PROVINCIA DI COSENZA ED IN QUELLE DI CATANZARO, VIBO VALENTIA E TARANTO.

CON IL PROVVEDIMENTO CAUTELARE, EMESSO DAL GIP PRESSO IL TRIBUNALE DI COSENZA, SU RICHIESTA DELLA LOCALE PROCURA DELLA REPUBBLICA, VENGONO CONTESTATI AGLI INDAGATI I REATI DI “ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE” FINALIZZATA ALLA COMMISSIONE DI “FURTI” E “RICETTAZIONE”, NONCHÉ, A VARIO TITOLO, QUELLI DI “RAPINA IN ABITAZIONE”, RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE”, “EVASIONE”, “INOSSERVANZA DEGLI OBBLIGHI DELLA SORVEGLIANZA SPECIALE CON OBBLIGO DI SOGGIORNO”, “FAVOREGGIAMENTO PERSONALE” E “POSSESSO DI CHIAVI ALTERATE O GRIMALDELLI”.

NEL MEDESIMO CONTESTO OPERATIVO, I CARABINIERI STANNO PROCEDENDO, IN VARI COMUNI DELLA PROVINCIA DI COSENZA, A NUMEROSE PERQUISIZIONI DOMICILIARI A CARICO DI ULTERIORI SOGGETTI COINVOLTI NELLA STESSA ATTIVITA’ INVESTIGATIVA.