Il tribunale di Catanzaro

CATANZARO, 25 SET – Sono in totale 66 – dai 20 anni agli otto mesi – le condanne inflitte dal Gup del Tribunale di Catanzaro Giacinta Santaniello nel processo in abbreviato contro la presunta “holding criminale” legata alla cosca Farao-Marincola di Cirò. Trentotto le assoluzioni.
Il processo vedeva imputate, nella sola sede di giudizio abbreviato, 104 persone tra politici, imprenditori, elementi di vertice, intranei o affiliati. L’accusa, rappresentata dal pm della Dda di Catanzaro Domenico Guarascio e dall’aggiunto Vincenzo Luberto, ha fotografato una rete di controllo mafioso che aveva messo le mani su diversi settori economici dai rifiuti, agli appalti pubblici, dal commercio alimentare e vinicolo, fino ai servizi funebri per un giro d’affari di parecchi milioni di euro. Ad otto anni di reclusione è stato condannato l’ex sindaco di Cirò Marina Roberto Siciliani.
Condanne dure per i vertici della cosca del Crotonese con diramazioni anche in Emilia Romagna e all’estero.