TORINO, 22 AGO – ”Anche in Piemonte la ‘ndrangheta esiste sin dagli anni Settanta. Ma le forze dell’ordine piemontesi, poi, hanno fatto un buon lavoro”. E’ quanto ha detto Nicola Gratteri, procuratore a Catanzaro, nel corso di un intervento a ‘Sentieri e Pensieri’, rassegna letteraria in corso a Santa Maria Maggiore (Vco). Davanti a una platea di 500 persone, Gratteri ha presentato “La rete degli invisibili”, libro che ha scritto con Antonio Nicaso. (ANSA).