?

Melito Porto Salvo (rc)- Gli sportivi, anche i meno attempati ricordano il vecchio catino del Marosimone. Un catorcio, dove nessuno voleva metterci piede.

In primavera estate le dune del deserto del Sahara, rendevano quasi impossibile la disputa delle partite. Partita sospesa se soffiasse il Ghiblì, spesso e volentieri.

Risultati immagini per Borgo Grecanico

In autunno inverno, palude, pantano ed acquitrino, assicuravano uno habitat naturale a… rane, rospi, cormorani, aironi cenerini, cuculi, zanzare, chiocciole, lumache, folaghe ecc.

Quando le docce si guastavano o si rompevano e perfino quando mancava l’acqua, i calciatori erano costretti a salire in macchina ben inzaccherati ed infangati: sedili rovinati se non altro e tanta rabbia.

Risultati immagini per Borgo Grecanico

Peones, campesinos, aficionados, ultras e contras si perdevano almeno un dieci-quindici per cento dello spettacolo a causa della conformazione della tribuna, chiamiamola così.

La rete di recinzione, quasi sempre divelta, sfilacciata, stropicciata e comunque precaria, ostruiva la vista di fatto e la visuale.

Hooligan, wariors e skin-heads, bussarono per decenni alle porte dei sindaci e degli assessori, ma era come parlare al muro.

Risultati immagini per Borgo Grecanico

Il sindaco Giuseppe Iaria, giocatore e presidente del Melito e l’assessore allo sport Beniamino Pulitanò, campione del passato, capitano ed allenatore ci provarono ma con scarsi risultati.

Tuttavia quando arrivarono i famosi, proverbiali ‘tempi migliori’, non si lasciarono sfuggire l’occasione e come ho scritto su ‘Melito nel pallone’ entrarono nella Storia dalla porta principale, nel mito e nella leggenda. Questa è la mia opinione, sic et simpliciter.

Risultati immagini per Melito calcio

Nessuno voleva giocare su quel campo  (l’attuale deniminazione, diventò ufficiale, dopo che un giornalista, scrisse il nome sul muro, poi abbattuto: ‘Stadio ‘Saverio Spinella”).

Oggigiorno è la struttura più belle che la città di Melito abbia mai avuto. Forse una delle piùmeravigliose. Benchè ogni tanto abbia bisogno di un restyling.

Risultati immagini per Bovese calcio

Un altro sindaco che abbia giocato al pallone  (l’ingegnere Giusepe Meduri) ed un altro assessore al rampo (Patrizia Crea, giocatrice di serie A, campionessa regionale di calcio a 5), hanno avviato le operazioni per un maquillage della tribuna, smantellata; e delle panchine, crivellate come un colabrodo a calci, pugni e testate; ma anche l’impianto per le gare in notturna ed allenamenti, necessita di un look.

Risultati immagini per Condofuri calcio

Qui ha giocato la serie D, l’Eccellenza, la Promozione, 1^, 2^ e 3^ categoria, Amatori e giovanili  perfino gare studentesche.

A titolo di cronaca. Valle Grecanica, Melitese, Vallata Bagaladi, Melito Futsal, Borgo Grecanico, Calcistica Spinella, GIARE, Caposud, Palizzi, Bovese, Condofuri, Fossatese, tanto per citare; ma anche Medici Melitesi, Sporting Melito, Real Melito, Veterani Melitesi, Senatore Melitesi, Virtus Pallica, Prunella, Valletuccio, Real Altopiano.

Risultati immagini per Palizzi calcio

Per fermarci agli ultimi anni. Il calcio rimane il primo sport; lo sport più diffuso, ma ci sono altre discipline, come basket, volley e calcio a 5,  che da anni lottano per ricavarsi uno spazio, una dimensione ed un’identità.

Le leggi ci sono, i bandi anche ma le difficoltà, nono solo burocratiche e comunque legate alla crisi economica, si fanno sentire.

Risultati immagini per Real Altopiano calcio

C’è chi scenda e c’è chi salga. La Calcistica Spinella di peppe Vadalà ha provato con la Terza Categoria e con la serie D del calcetto; il Roghudi Calcio con la 3^ categoria; il Condofuri ha giocato in prima, seconda e terza categoria, come la Bovese ed il Palizzi.

Società in seria difficoltà e rischia più di una di scomparire. Ma non perchè manchi il materiale umano, la materia prima. Anzi ce n’è d’avanzo.

Risultati immagini per Medici Melitesi

L’under 18 della Calcistica si è trasferita armi e bagagli nelle file della Polisportiva Melitese (l’ex Futsal Melito di Carmelo Laganà)e parteciperà al campionato regionale.

Di nuovo c’è anche la disponibilità di una televisione locale a riprendere diverse partite ed a madarle in onda sul digitale terrestre 617, You Tube e Facebook.

Immagine correlata

Le moderne tecnologie consentono anche di effetuare delle riprese dirette. Mancano i dirigenti. La parte più importante. Quella che finora, ha tirato la carretta. E’ anche questione di mentalità e filosofia di vita. Una volta pewr incontrarsi e confrontarsi sui tempi e sui problemi, c’era l’agora, l’arengo.

Oggi, c’è il campo sportivo, che nonostante il boom di internet, Second Life, My Space, Twitter, Facebook, You Tube, Google e Microsoft e l’invasione di campo, è, e rimane il luogo deputato per la pratica del dialogo.

Risultati immagini per Valletuccio

E non c’è moderna tecnologia che tenga. Il contatto fisico, de visu, prevale. Guardarsi negli occhi, scambiare una battuta, ‘scapulari’ due cazzate in libera uscita, tre epiteti sulla squadra del cuore…Juve, Inter, Milan, Napoli, Lazio, Roma; i derbies di Torino, Milano, Genova, Verona, Bologna, la nazionale di Roberto Mancini, scomparsa dal ranking mondiale ed europeo, ma anche dai titoli dei giornali e dalle televisioni, come la Reggina e perfino Crotone e Cosenza; si parla finanche di Matteo Salvini, Luigi Di Maio, Giuseppe Conte, Sergio Mattarella

Risultati immagini per Amatori  Melito

Risultati immagini per Prunella calcio

Risultati immagini per Prunella calcio