epa08666502 British Formula One driver Lewis Hamilton (C) of Mercedes-AMG Petronas in action during the Formula One Grand Prix of Tuscany at the race track in Mugello, Italy 13 September 2020. EPA/Miguel Medina / Pool

Doppietta Mercedes nel Gran Premio del Mugello di Formula 1. Lewis Hamilton ha vinto la gara sul circuito toscano precedendo il compagno di squadra Valtteri Bottas e la Red Bull di Alexander Albon. Indietro entrambe le Ferrari con Charles Leclerc ottava e Sebastian Vettel decimo.

Stroll fuori a 282 km/h, Racing Point a pezzi – La sua Racing Point è praticamente distrutta ma Lance Stroll è fortunatamente illeso. Nonostante l’uscita di pista a 282 km/h causata da una foratura il pilota canadese è rimasto illeso grazie agli altissimi standard di sicurezza delle monoposto di Formula 1. Intanto i 12 piloti rimasti ai box attendono la ripartenza: Al momento la classifica è Hamilton, Bottas, Ricciardo, Albon, Perez, Norris, Kvyat, Leclerc, Russell, Vettel, Raikkonen e Grosjean. L’ultima volta che si sono registrate due bandiere rosse in gara era il Gran Premio del Brasile del 2016, quello in cui Nico Rosberg vinse definitivamente il Mondiale resistendo all’acquazzone.

Choc Sainz,’incidente pericoloso,felice sia tutto ok – “E’ stata una situazione molto molto pericolosa, non vorrei ritrovarmi in una situazione così un’altra volta. Sono contento che sia andato tutto bene”. Il futuro ferrarista Carlos Sainz tra i protagonisti dell’incidente al Mugello che ha portato alla bandiera rossa è sotto choc per il rischio che è stato costretto a correre: “Non auguro a nessuno di andare a 300 all’ora e vedersi tre macchine di fronte. Ho avuto un contatto con la Racing Point e mi ha mandato in testa coda”. Anche Antonio Giovinazzi della Alfa Romeo è d’accordo con Sainz: “fortuna che siamo tutti ok, è stato davvero molto pericoloso. Abbiamo avuto fortuna”.