Risultati immagini per Bruzzano Zeffirio, Teresa SculliIl professor Rosario La Seta, un grande artista

QUEL FAVOLOSO SCULTORE DI BRUZZANO ZEFFIRIO

di Domenico Salvatore

L'immagine può contenere: 19 persone, persone che sorridono, spazio al chiuso

BRUZZANO ZEFFIRIO (RC)-La più grande spoddisfazione per un pittore, uno scultore, un poeta, uno scrittore, è quella di farsi riconoscere attraverso le sue opere.

Non sapevamo nulla del professore Rosario La Seta, intorno al 2000. Se non di aver sentito saltuariamente il suo nome ‘gracchiato al microfono.

Risultati immagini per Bruzzano ZeffirioRisultati immagini per Bruzzano Zeffirio

Conoscevamo bene invece il paese di Bruzzano Zeffirio, per le vestigia di un antico maniero, popolarmente intese “La rocca Armenia” ed ovviamente l’antica Bruzzano.

Ma anche per la famigerata e sanguinaria ‘Faida di Motticella (frazione un po’ più a nord. Soprattutto per lo sport; il calcio. Ai tempi del professore Francesco Sculli, Bruzzano, aveva una squadra tosta di terza e seconda categoria, che si faceva rispettare in casa e fuori.

 

Risultati immagini per Bruzzano ZeffirioImmagine correlataSiamo capitati spesso e volentieri a Bruzzano Zeffirio, per intervistare personaggi dello sport e della cultura, ma anche della politica, come la professoressa Rosa Marrapodi, poetessa, scrittrice ed anche saggista, antropologa ed intellettuale, sindaco per diverse volte.

E come il dottor Franco Cuzzola, anch’esso più volte sindaco e consigliere provinciale, ma anche esponente di partito (PSI).

Risultati immagini per Bruzzano patria di poetiImmagine correlata

Bruzzano Zeffirio fu fondata dai Greci. Il castello, ormai allo stato di rudere, fu edificato tra la fine del X e gli inizi dell’XI secolo e nel 925 divenne quartier generale dei Saraceni.

In seguito fu feudo di Giovanni De Brayda dal 1270 al 1305, di proprietà del Marchese di Busca dal 1305 al 1328, dei Marchesi Ruffo dal 1328 al 1456, dei Marullo dal 1456 al 1550, dei Danotto dal 1550 al 1563, degli Aragona de Ajerbe dal 1563 al 1597, degli Stayti nel 1597 e dei Carafa di Roccella fino al 1806.

Fu danneggiato dal sisma del 1783 e ridotto a rudere dai sismi del 1905 e 1908.

Risultati immagini per Bruzzano ZeffirioRisultati immagini per Bruzzano Zeffirio

 

I ruderi dell’antica Bruzzano, sono meta di turisti, storici, vacanzieri, gitanti e forestieri.

Non c’è soltanto Luciano Nocera, ‘L’usignolo di Motticella’ o Domenico Antonio Pisani e Giuseppe Landolfo.

Immagine correlataImmagine correlata

Personaggi classici o pittoreschi, che spesso sono stati esaltati dalla giornalista-scrittrice Rosa Marrapodi, professoressa del Liceo in pensione.

Ma che hanno scritto pagine culturali indelebili, molti dei quali, per fortuna recuperati alla memoria storica.

Risultati immagini per Bruzzano Zeffirio, Teresa SculliRisultati immagini per Bruzzano Zeffirio, Teresa Sculli