Roma - Cocaina, hashish, arrestati; chiuso locale per carenze igieniche; minacce alla madre per estorce denaro

Roma - Cocaina, hashish, arrestati; chiuso locale per carenze igieniche; minacce alla madre per estorce denaro

14.11.2017   13:00 - 

Elio Cotronei release - 

 

PROVOCA INCIDENTE STRADALE E FUGGE INSOSPETTENDO I CARABINIERI CHE LO BLOCCANO. NELLO SCOOTER AVEVA 2 KG DI COCAINA PURA, DENARO CONTANTE E BANCONOTE FALSE. IN UN ALTRO BLITZ SEQUESTRATI ALTRI 4 KG CIRCA DI HASHISH. CARABINIERI ARRESTANO 2 PUSHER.

 

ROMA – E’ di due arresti e di circa 6 kg di droga sequestrati, il bilancio di due attività antidroga eseguite, nelle ultime 24 ore, dai Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina.

In manette, un 41enne romano, senza occupazione e con precedenti, arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e introduzione nello Stato di banconote false, e 36enne romano, già noto alle fo.11.2017   rze dell’ordine, arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nello specifico, i Carabinieri transitando in via Aspertini, quartiere Tor Bella Monaca, dove si trovavano per altro servizio, hanno assistito ad un sinistro stradale tra un’autovettura e uno scooter, ma ciò che li ha insospettiti è stato il comportamento di uno dei due soggetti coinvolti: il 41enne a bordo della moto, che prontamente si dava alla fuga. Dopo un breve inseguimento, l’uomo è stato bloccato dai Carabinieri che hanno rinvenuto all’interno del vano sotto la sella del veicolo, un involucro contenente 2 kg di cocaina pura, 240 euro in banconote false e 480 euro in contanti, provento dell’attività illecita. L’arrestato è stato portato nel carcere di Regina Coeli.

Invece, in via Atteone, a Torre Angela, i Carabinieri hanno notato i movimenti sospetti del 36enne che, a bordo della sua autovettura, percorreva a passo d’uomo la via avvicinando alcuni giovani. Fermato per un controllo, l’uomo è stato trovato in possesso di un panetto di hashish del peso di 100 grammi e dosi di marijuana. La successiva perquisizione nella sua abitazione ha dato esito positivo quando i Carabinieri hanno rinvenuto 7 pacchetti contenenti diversi panetti di hashish, del peso complessivo di oltre 3,8 kg oltre ad altre dosi di marijuana e materiale per il confezionamento. L’arrestato è sottoposto agli arresti domiciliari nella sua abitazione. 

 

 

 

CAMPO DE’ FIORI E PIAZZA NAVONA – CONTROLLI DEI CARABINIERI NEI LOCALI DELLA MOVIDA. DENUNCIATI I TITOLARI DI 2 ATTIVITA’ E PROPOSTA L’IMMEDIATA CHIUSURA DI UN RISTORANTE PER GRAVI CARENZE IGIENICHE.

 

ROMA – Proseguono senza sosta i controlli dei Carabinieri della Compagnia Roma Centro alle attività commerciali nel centro storico.

La scorsa notte, al setaccio dei Carabinieri della Stazione Roma Piazza Farnese, coadiuvati dai colleghi dell’ 8° Reggimento Lazio, da quelli del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità e quelli del Nucleo Ispettorato Lavoro, sono finiti i locali di piazza Campo de’ Fiori, piazza Navona e aree limitrofe, centro nevralgico della movida capitolina.

Gli specifici accertamenti hanno portato alla denuncia a piede libero dei titolari di due attività e alla sanzione amministrativa con la proposta di immediata chiusura di un ristorante.

La titolare di un risto-pub di piazza Campo de’ Fiori, 39enne argentina, è stata denunciata per aver attivato all’interno del locale un sistema di videosorveglianza, anche sul personale dipendente, senza preventiva autorizzazione.

I Carabinieri hanno anche denunciato il gestore di un’osteria di via dei Baullari, 62enne romano, per aver omesso le indicazioni sulla modalità di conservazione di alcuni ingredienti alimentari, simulando fraudolentemente che fossero freschi.

Infine, dagli accertamenti dei Carabinieri è emerso che il proprietario di un ristorante di via dei Coronari, 61enne della provincia di Caserta, ha omesso l’applicazione delle procedure di autocontrollo sulla sicurezza alimentare e, quindi, è stato multato con la sanzione amministrativa di 2.000 euro. In questo caso, i Carabinieri hanno anche avanzato la proposta di chiusura immediata del locale per gravi e strutturali carenze igieniche del locale deposito, ubicato al piano interrato.

 

POMEZIA – MALTRATTA E MINACCIA LA MADRE PER ESTORCERLE SOMME DI DENARO.

ARRESTATO DAI CARABINIERI.

 

POMEZIA - I Carabinieri della Stazione di Pomezia hanno arrestato, in esecuzione di un’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere, emessa dal Tribunale di Velletri su richiesta della locale Procura della Repubblica, un italiano di 30 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine, residente a Pomezia con le accuse di maltrattamenti in famiglia, estorsione e rapina.

Il giovane, in più circostanze aveva minacciato e maltrattato la mamma 63enne che, alla fine, stanca delle continue richieste di denaro del figlio, si è decisa a denunciare i maltrattamenti subiti. L’indagine condotta dai militari della Stazione Carabinieri di Pomezia ha permesso di riscontrare come la donna da tempo sopportasse le violenze consegnando continuamente al figlio somme di denaro per evitare di subire i maltrattamenti.

Il 30enne è stato tradotto presso il carcere di Velletri.

LEGIONE CARABINIERI “LAZIO”

Comando Provinciale di Roma

 

Cerca nel sito