GLI EVENTI STRAORDINARI DELL'UTE-TEL-B E DI deliapress.it: IL FILO DI CALLIOPE, RASSEGNA DI POESIA IN VERNACOLO. 14 TRA I MIGLIORI POETI DEL VERSANTE IONICO MERIDIONALE. OSPITE D'ONORE OTELLO PROFAZIO.

GLI EVENTI STRAORDINARI DELL'UTE-TEL-B E DI deliapress.it: IL FILO DI CALLIOPE, RASSEGNA DI POESIA IN VERNACOLO. 14 TRA I MIGLIORI POETI DEL VERSANTE IONICO MERIDIONALE. OSPITE D'ONORE OTELLO PROFAZIO.

09.12.2017   10:00 - 

di Rosa Marrapodi -

 

 

Ospite d'onore OTELLO PROFAZIO che rappresenta l'unicità dell'arte  dei cantastorie

L’Università per la Terza Età e per il Tempo Libero della  Bovesia e deliapress.it per sabato 9 dicembre 2017, ore 16.00, ha in programma Il Filo di Calliope, un incontro culturale con i migliori poeti in vernacolo del versante ionico meridionale. Il recital poetico, senza competizione ed all’insegna dell’amicizia, è a tema libero. 

Dal momento che nessuno è figlio di un Dio minore, l’UTE-TEL-B  della Bovesia si prefigge l’obiettivo di porre la poesia vernacolare sullo stesso piano di quella in lingna, forte della convinzione che non si debba e non si possa disperdere il notevole patrimonio storico-culturale rappresentato, nella poesia, dall’uso del dialetto puro, non italianizzato, quello che, appunto, usavano i nostri padri all’epoca in cui televisione e computer ancora non esistevano. Certo, non si può ignorare che con il mutare dei tempi anche le lingue si evolvono, tuttavia è bene rinverdire e recuperare termini dialettali andati in disuso, perché in disuso sono andati anche gli oggetti che essi, i vocaboli, indicavano nelle tradizione paesana popolare. 

La lingua è l’espressione della storia degli usi e dei costumi di un popolo, per cui è utile e doveroso, da parte dei giovani di oggi, conoscere anche la lingua madre, il  puro dialetto familiare, delle generazioni che li hanno preceduti. Un folto gruppo di poeti del settore specifico, provenienti dalla locride e dalla bovesia, si esibirà, quindi, per la gioia degli appassionati cultori della poesia vernacolare. 

ECCO I NOMI

-  Totò Mediati                  Brancaleone

-  Giovanni Favasuli          Africo     

-  Vincenzo Cordì              Locri      

-  Pasquale Favasuli          Africo      

 - Franco   Blefari              Benestare         

-  Franco  Borrello             Condofuri     

-  Bruno Versace               Bianco               

-  Paolo   Landrelli             Bombile             

-  Rocco Criseo                  Bova Marina      

-  Domenico Fabiano          San Nicola  Ardore

-  Rosa Marrapodi              Bruzzano Zeffirio   

-  Vincenzo De Angelis       Brancaleone          

-  Bruno Lucisano              Staiti        

-  Filippo Altomonte           Bova Marina

 

 Rappresentando le due facce della stessa medaglia, entrambe le espressioni poetiche, in lingua ed in dialetto, sono figlie della  stessa Musa, Calliope, una della nove figlie, secondo la mitologia greca, di Zeus e di Mnemosine, con un comune denominatore, il sentimento e la fantasia. Il cuore, infatti, non conosce confini linguistici né barriere isolazionistiche. Nobile e decisamente libero da qualsivoglia vincolo, il compito dei poeti che riescono a farsi “fanciulli”! 

Non dimentichiamo che secondo lo storico napoletano Giovanni  Battista Vico, vissuto a cavallo tra il Seicento ed il Settecento, “il più sublime lavoro della poesia è alle cose insensate dare senso e passione”. La poesia, in effetti,  fa tornare fanciulli chi la esercita, al tempo in cui “ è vigorosissima la fantasia, ch’altro non è che memoria dilatata o composita”.  

Passione, fantasia, memoria, fanciullezza, costituiscono, dunque, una sentimentale miscela esplosiva che genera nei poeti, illuminandoli, versi sicuramente incisivi e traboccanti di  serenatrice poesia,  prossimamente protagonista nella bella antica Delia - Bova Marina. A tutti i nostri lettori un caloroso invito all’evento culturale che si terrà nei locali dell' Istituto ellenofono.

 

 

 

Qui puoi trascinare un nuovo contenuto o spostare un contenuto esistente.

Se hai bisogno di aiuto Clicca qui

 
 

Cerca nel sito

200023467-e8a58ea570/50000000.jpg